Le giurie 2014 del Premio di Divulgazione Scientifica

Hanno dato la loro disponibilità a far parte delle giurie dell’edizione 2014 del premio Nazionale di Divulgazione Scientifica

 

Prof. Antonella Amendola, Dipartimento di Scienze Biomediche per la Salute, Università degli Studi di Milano

  • È ricercatrice di Igiene Generale ed Applicata presso il Dipartimento di Scienze Biomediche per la Salute dell’Università di Milano. E’ componente del Collegio dei Docenti del Dottorato di Ricerca in Sanità Pubblica, Scuola di Dottorato in Scienze Biomediche, Cliniche e Sperimentali dell’Università degli Studi di Milano. E’ membro del CIRI-IV, Centro Interuniversitario Ricerca Influenza e Infezioni Virali, Università degli Studi di Genova ed Università degli Studi di Milano e della SItI, Società Italiana di Igiene, Medicina preventiva e Sanità Pubblica. La sua attività di ricerca è rivolta all’approfondimento delle conoscenze biologiche ed epidemiologiche, nonché delle modalità di prevenzione di malattie infettive virali rilevanti per la salute pubblica. Negli ultimi anni, l’attività di ricerca è stata soprattutto finalizzata allo studio delle infezioni da virus respiratori, in particolar modo da quelli emergenti o di recente introduzione nella popolazione umana. L’attività scientifica è documentata da oltre 50 pubblicazioni in extenso su riviste internazionali e nazionali. E’ autrice di testi universitari e scolastici.

Prof. Federico Amianto, Università degli Studi di Torino

Prof. Debora Angeloni, Biologia Molecolare, Scuola Superiore Sant’Anna di Studi Universitari e di Perfezionamento (Pisa)

Prof. Giuseppe Annacontini, Pedagogia generale e sociale, Università del Salento (Lecce)

  • Professore associato di pedagogia generale e sociale presso l’università del Salento, si è occupato di realizzare studi e ricerche in campo educativo scolastico e sociale, didattica universitaria, valutazione e orientamento agli studi, progettazione piani di ricerca e intervento formativo, pubblicazione di opere e saggistica. Tra le discipline da lui insegnate Pedagogia generale, Pedagogia sociale, Filosofia dell’educazione, Metodologia della ricerca pedagogica, Pedagogia interculturale e altre. Tra le sue numerose opere si ricordano i volumi: Victor e Itard, tra natura e cultura, Adda, Bari 2002; Lo sguardo e la parola. Etnografia, cura e formazione, Progedit, Bari 2006; Pedagogia e complessità. Attraversando Morin, ETS, Pisa 2008; Dalla Mano al pensiero. Nessi pedagogia e medicina, PensaMultimedia, Lecce 2012; a sua cura, Senza carro armato, né fucile, Progedit, Bari 2011; a sua cura insieme a R. Gallelli, e.brain. Sfide formative dai “nativi digitali”, FrancoAngeli, Milano 2011. Attualmente i suoi interessi sono orientati verso questioni emergenti di epistemologia pedagogica con particolare attenzione alle ricadute su questioni direttamente riferibili alla formazione educativa di efficaci competenze di cittadinanza democratica.

Prof. Francesco Antonelli, Sociologia Generale, Università degli Studi Roma Tre

  • Insegna Sociologia Generale presso la Facoltà di Scienze Politiche, Università “Roma Tre”, dove è Ricercatore nel s.s.d. SPS/07 (Sociologia Generale). Dopo essersi laureato con lode in Scienze Politiche presso l’Università “Roma Tre” (2001) ha conseguito il Master Universitario di II livello in “Fonti, Strumenti e Metodi per la ricerca sociale”, Università Roma “La Sapienza” – Facoltà di Scienze Statistiche (2005), il Dottorato di Ricerca in “Teoria e storia della formazione delle classi politiche”, Università “Roma Tre” (2007). Fa parte del collegio dei docenti del dottorato in Scienze Politiche, “Roma Tre” ed è membro del consiglio scientifico della Sezione AIS-Studi di Genere. É stato visinting professor a la Trobe University Di Melbourne, Victoria -Australia. Dal 2001 ha svolto, o svolge tuttora, attività didattiche e di ricerca in Italia, nei Balcani, in Afghanistan e in Medio Oriente. Fa parte della redazione delle Riviste La cittadinanza europea, Democrazia e Sicurezza, collabora alla rivista Pol.IS e alle pagine culturali di vari quotidiani italiani. È membro del Comitato Editoriale della collana Confini Sociologi, Franco Angeli. Autore di 74 tra saggi scientifici, articoli e monografie pubblicati in italiano, francese e inglese ha tra i suoi interessi prioritari di ricerca lo studio del ruolo degli intellettuali nella società globale. Tra le sue ultime pubblicazioni: Da élite a sciame. Gli intellettuali-pubblici dalla società industriale al mondo globale, Firenze 2012.

Prof. Barbara Aquilani, Docente di Economia e Gestione delle Imprese e Marketing, Università degli Studi della Tuscia (Viterbo)

Prof. Gustavo Avitabile, Chimica , macromolecolare, Università degli Studi di Napoli Federico II

  • Gustavo Avitabile è stato Professore associato di Chimica macromolecolare presso l’Universita’ di Napoli dal 1983 al 2012, quando è andato in pensione. Lavora nell’Universita’ dal 1965. Ha tenuto numerosi corsi universitari su argomenti (in senso lato) di Chimica generale e di Chimica macromolecolare. Ha tenuto corsi presso la SICSI (Scuola di specializzazione per l’insegnamento) su argomenti di Chimica e su argomenti più generali e metodologici (modelli matematici). Ha partecipato a numerose iniziative di formazione di insegnanti e di collaborazione Universita’-Scuola, fra cui, a titolo di esempi, il progetto Pr.O.F dell’Università Federico II e il Progetto Lauree scientifiche del MIUR. Fra gli interessi culturali prevalenti ci sono la divulgazione scientifica, l’insegnamento del metodo sperimentale, l’applicazione di tecniche didattiche anche in area umanistica. Nell’attività di ricerca si possono riconoscere tre filoni principali. Il primo riguarda la determinazione della struttura cristallina di composti organici e metallorganici, in cui è stata usata la tecnica della diffrazione dei raggi X per contribuire a chiarire molte interessanti questioni di chimica di composti metallorganici, di struttura di composti biologicamente attivi, di stereochimica organica. Il secondo riguarda lo studio teorico delle conformazioni e della struttura di fasi non cristalline, delle energie reticolari e in genere delle interazioni fra atomi non legati. Il terzo filone di ricerca concerne l’uso del calcolatore elettronico per la didattica delle Scienze, e della Chimica in particolare. Confluiscono in questa ricerca la riconosciuta competenza informatica di G. Avitabile e il suo costante interesse per i problemi didattici. Sono state sperimentate e valutate criticamente metodologie diverse dell’uso didattico del calcolatore, in stretta relazione con l’evoluzione della tecnologia e del mercato dei mezzi di elaborazione.

Prof. Marcello Baroni, Dipartimento di Scienze della Vita e Biotecnologie, Università degli Studi di Ferrara

  • Marcello Baroni è ricercatore a tempo indeterminato presso l’Università degli Studi di Ferrara, Dipartimento di Scienze della Vita e Biotecnologie. Ha conseguito il dottorato di ricerca in Scienze Biomediche ed Endocrinologiche nel 2005 nell’ambito della caratterizzazione biochimica di difetti della Proteina S, con periodo di formazione (8 mesi) presso l’Unité 428 dell’Istituto Nazionale della Sanità e Ricerca Medica (INSERM) di Parigi. Ha conseguito il PostDoc (2010) presso l’istituto Children Hospital di Philadelphia, Dipartimento di Ematologia, nell’ambito della ricerca su mutanti naturali ed artificiali del fattore X della coagulazione. Le tematiche di ricerca affrontate sono inerenti alla cascata coagulativa del sangue ed in particolare concernono lo studio delle cause molecolari alla base di deficienze di fattori della coagulazione pro- ed anti-coagulanti. Dal 2004 ha partecipato a numerosi congressi nazionali, internazionali ed è autore di pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali impattate. Ha tenuto corsi universitari nel campo della Biochimica e della Biologia Molecolare dal 2004 e dal 2007 è ufficialmente docente di Metodologie Biochimiche/Biochimica Applicata rispettivamente per i corsi triennali e magistrali in Scienze Biologiche, Scienze Biomolecolari e Cellulari ed in Tecnologie Agro-Alimentari e Biotrasformazioni industriali.

Prof. Adriano Barra, Dipartimento di Fisica, Università degli Studi di Roma La Sapienza

  • Laurea in Fisica (Teorica) presso l’Università di Roma La Sapienza nel 2004. Dottorato di Ricerca in Matematica (Applicata) presso King’s College University of London nel 2008. Ricercatore in Fisica Teorica presso il Dipartimento di Fisica di Sapienza Università di Roma e vincitore dell’Abilitazione Nazionale a Professore di Seconda Fascia in Fisica Matematica. Interessi di ricerca: Sistemi complessi, meccanica statistica, vetri di spin, intelligenza artificiale, sistemi cognitivi, immunologia teorica e metodi matematici per la biologia e per la sociologia. Premi e bandi vinti: 3 volte vincitore del “progetto giovani” del Gruppo Nazionale per la Fisica Matematica dell’INdAM (Istituto Nazionale d’Alta Matematica). 1 volta vincitore di una borsa IUPAP (International Union of Pure and Applied Physics). 1 volta vincitore (Principal Investigator) del bando MIUR FIRB. Pubblicazioni: Autore di oltre 40 lavori su riviste internazionali con referee (e.g. Physical Review Letters, Journal of Statistical Mechanics, Journal of Statistical Physics, Physical Revew E, Journal of Physics A, PloS, Journal of Mathematical Physics, Journal of Theoretical Biology). Referee o board member per 18 riviste scientifiche internazionali.

Prof. Ignazia Maria Bartholini, Sociologia della violenza e dei processi relazionali, Università degli Studi di Palermo

Prof. Daniela Basso, Dipartimento di scienze geologiche e geotecnologie, Università degli Studi di Milano Bicocca

Dr. Roberto Benardi, comunicazione e traduzione del linguaggio tecnico-scientifico ed economico, Università degli Studi Internazionali di Roma

Prof. Gianfranco Benedetto, Storia delle relazioni internazionali, Università Carlo Cattaneo – LIUC (Castellanza, VA)

  • Professore di Storia delle relazioni internazionali. I suoi studi e le sue ricerche pongono particolare attenzione alle cause profonde che hanno determinato i maggiori eventi politici, sociali e militari del XX secolo, con particolare attenzione ai caratteri psicologici dei diversi leader politici. Su questi argomenti svolge corsi in università degli Stati Uniti, dove pubblica i suoi libri. I suoi interessi includono anche le principali questioni politiche internazionali scrivendo analisi di politica estera su alcuni giornali europei.

Prof. Stefano Berretti, Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione, Università degli Studi di Firenze

  • Stefano Berretti è Professore Associato presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università di Firenze dove è docente dei corsi di Fondamenti di Informatica e di Sistemi Operativi del corso di Laurea in Ingegneria Informatica. I suoi Gli interessi di ricerca sono rivolti a temi inerenti la ricerca di immagini per contenuto in archivi digitali multimediali, la biometria basata su modelli tridimensionali del volto finalizzata al riconoscimento ed al riconoscimento di espressioni, la classificazione di azioni da telecamere 3D. Stefano Berretti è stato visiting professor presso l’Institute Telecom, Telecom Lille 1, in Lille, Francia, e presso la Khalifa University of Science, Technology and Research (Kustar), Sharjah campus, United Arab Emirates. Ha pubblicato oltre 100 articoli scientifici apparsi sulle maggiori riviste e conferenze del settore. E’ stato co-chair del Fifth Workshop on Non-Rigid Shape Analysis and Deformable Image Alignment (Nordia’12), evento congiunto di ECCV 2012, Firenze, ottobre 2012. Stefano Berretti è membro del Group of Italian Researchers on Pattern Recognition (GIRPR) affiliato alla IAPR, e membro dell’IEEE.

Prof. Alberto G. Biuso, Dipartimento di Scienze Umanistiche, Università degli Studi di Catania

  • Sono ricercatore di Filosofia teoretica nel «Dipartimento di Scienze Umanistiche» dell’Università di Catania. In questo Dipartimento insegno Filosofia della mente e Sociologia della cultura. Sono collaboratore, redattore e membro del Comitato scientifico di numerose riviste. Ho pubblicato i volumi: L’antropologia di Nietzsche (Morano, 1995), Contro il Sessantotto (Guida, 1998; Nuova edizione rivista e accresciuta con il titolo Contro il Sessantotto. Saggio di antropologia, Villaggio Maori Edizioni, 2012), Antropologia e Filosofia (Guida, 2000), Cyborgsofia. Introduzione alla filosofia del computer (Il Pozzo di Giacobbe, 2004), Nomadismo e benedizione. Ciò che bisogna sapere prima di leggere Nietzsche (Di Girolamo Editore, 2006), Dispositivi semantici. Introduzione fenomenologica alla filosofia della mente (Villaggio Maori Edizioni, 2008), La mente temporale. Corpo Mondo Artificio (Carocci, 2009), Temporalità e Differenza (Olschki, 2013). La mia ricerca verte sulla questione fondamentale della temporalità, il cui chiarimento permette di superare i dualismi -in primo luogo quelli tra natura e cultura, corpo e mente, innato e appreso- a favore di una comprensione unitaria e insieme molteplice dell’umano, visto come un complesso dispositivo semantico mediante il quale la materia comprende se stessa. Il mio sito web è: http://www.biuso.eu

Prof. Domenico Bodega, Dipartimento di Scienze dell’Economia e della Gestione Aziendale, Università Cattolica del Sacro Cuore

  • Domenico Bodega è Preside della Facoltà di Economia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, sede di Milano. E’ stato Direttore della Scuola di Dottorato in Economia e Management della Facoltà di Economia. Ha ricoperto la carica di Direttore di ALTEMS, Alta Scuola in Economia e Management dei Settore della sanità, della sede di Roma dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. E’ stato Direttore del Dipartimento di Scienze dell’Economia e della Gestione d’Azienda.  E’ Professore ordinario di Organizzazione aziendale e docente di Organizzazione aziendale, Gestione del Personale e Comportamento organizzativo.

Prof. Barbara Bogoni, Dipartimento di Architettura e Studi urbani, Politecnico di Milano

  • Barbara Bogoni (Verona, 1970) si è laureata in architettura al Politecnico di Milano, dove svolge attività di ricerca dal 1997. Nel 2003 consegue il tutolo di Dottore di Ricerca in Arredamento e architettura degli interni; dal 2004 è Ricercatore in composizione architettonica e urbana e insegna nei Laboratori di progettazione architettonica del Corso di Scienze dell’Architettura della Facoltà di Architettura e Società, nelle Sedi di Milano e Mantova. Si occupa di analisi della morfologia urbana, progettazione architettonica e architettura degli interni. Dal 2003 collabora stabilmente con la ULPGC – Escuela de Arquitectura de Gran Canaria ed è membro del gruppo di ricerca internazionale LP_AEC Laboratorio de Projectos Arquitectura y Espacio Contemporáneo. Dal 2008 è responsabile del coordinamento didattico e docente del Master in “Architettura e Costruzione. Progettazione contemporanea con la pietra”. E’ responsabile scientifico di ricerche nel settore della progettazione architettonica, del social housing e dell’abitare temporaneo. Tra le pubblicazioni di cui è autrice o coautrice: “Ritorno alla spazialità, in: ArchitettiVerona, n. 93, gennaio-aprile 2013;  “Curiosità, attesa e scoperta del vuoto”, in: ArchitettiVerona, n. 91, maggio-agosto 2012; Pietra e progetto degli spazi aperti, Universitas Studiorum, Mantova 2012; E. Bersani, B. Bogoni (a cura di), Quattro città di fondazione, Universitas Studiorum, Mantova 2012; ‘Limiti e soglie in Le Corbusier’, in: Ler Le Corbusier, Atti del Convegno, Porto 4-5 giugno 2009; Architettura Contesto Cultura . Intersezioni d’arte nel progetto. Architecture Context Culture. Intersection of arts in the project, Alinea, Firenze 2011; Libero Cecchini. Natura e archeologia al fondamento dell’architettura, Alinea, Firenze 2009; Internità della soglia. Il passaggio come gesto e come luogo, Aracne, Roma 2007; Leggere e scrivere Architettura. Linguaggi, modelli e tecniche per il progetto dell’abitare, Aracne, Roma 2007; Morfologia urbana. Mantova vol. I, Unicopli, Milano 2007; Ambiente e architettura. Lago di Endine. Servizi e infrastrutture per il turismo, Tre Lune, Mantova 2004; Altre abitazioni. Case per l’altra metà di noi, Tre Lune, Mantova, 2003; Abitare da studenti. Progetti per l’età della transizione, Tre Lune, Mantova 2001; Living in developing countries Dar es Salaam Abitare nei paesi in via di sviluppo, Tre Lune, Mantova 2001.

Prof. Lucio Bonafede, Università degli Studi eCampus

Prof. Ferdinando Borsa, Fisica, Università degli Studi di Pavia

Prof. Alessio Bottrighi, Dipartimento di Scienze e Innovazione Tecnologica, Università degli Studi del Piemonte Orientale Amedeo Avogadro (Vercelli)

  • Alessio Bottrighi ottiene il P.h.d. in Informatica presso l’Università di Torino nell’anno 2007. Dal 2011 è ricercatore in informatica presso il Dipartimento di Scienze e Innovazione Tecnologica dell’università del Piemonte Orientale “Amedeo Avogadro”. Le sue attiva di ricerca riguardano l’informatica medica, il supporto alle decisioni e i database temporali. Nel 2012 ottiene il Distinguished Award Paper nell’ambito della conferenza annuale dell’ American Medical Informatics Association. E’ autore di più di 40 lavori sceintifici pubblicati su riviste internazionali, libri, atti di conferenze e workshop tutti tramite peer review

Prof. Salvatore Brischetto, Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Aerospaziale, Politecnico di Torino

  • Dopo la laurea in Ingegneria Aerospaziale al Politecnico di Torino nel 2005, Salvatore Brischetto ha conseguito il dottorato di ricerca in Ingegneria Aerospaziale (Politecnico di Torino) e in Meccanica (Université Paris Ouest-Nanterre La Défense) nel 2009. Ha vinto, al Politecnico di Torino, il premio di eccellenza 2008 per i dottorandi e il premio giovani ricercatori 2011. Il Dr. Brischetto ha lavorato come assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Aerospaziale del Politecnico di Torino dal 2006 al 2010, e da novembre 2010 è ricercatore presso la medesima struttura. I principali argomenti di ricerca sono: strutture smart, materiali compositi, problemi multicampo, functionally graded material, analisi termoelastiche e igroelastiche, nanotubi di carbonio, strutture inflatable ed elementi finiti piastra e guscio. Il Dr. Brischetto è autore di oltre 70 pubblicazioni su tali argomenti, di cui più di 40 su riviste internazionali. E’ anche revisore per oltre 30 riviste scientifiche internazionali, tra cui Composite Structures, Journal of Applied Mechanics, Journal of Composite Materials, European Journal of Mechanics – A/Solids e Mechanics Research Communications.

Prof. Cinzia Buratti, Ingegneria Civile, Università degli Studi di Perugia

  • Nata a Marsciano (PG) nel 1966; Laureata in Ingegneria Civile nel 1990; Dottore di Ricerca in Proprietà Termofisiche dei Materiali nel 1995; Ricercatrice di Fisica Tecnica Ambientale presso l’Università di Perugia dal 1997 al 2004; Professore Associato di Fisica Tecnica Ambientale dal 2005. Docente di Fisica Tecnica, Impianti di climatizzazione e condizionamento e Tecnica del Controllo Ambientale presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Perugia dall’ a.a. 1998-99. E’ stata membro del Senato Accademico e del Comitato Pari Opportunità dell’Università di Perugia ed è Direttore del CRB (Centro di Ricerca sulle Biomasse) istituito nel 2003 dal Ministero dell’Ambiente. L’attività di  ricerca scientifica attiene alle seguenti tematiche: misure di proprietà termofisiche e termodinamiche di fluidi per macchine ad assorbimento trasmissione del calore; materiali e impianti per la conservazione di opere d’arte; acustica ambientale e architettonica; misure spettrofotometriche su materiali trasparenti innovativi; risparmio energetico in edilizia; comfort termoigrometrico; impiego energetico delle biomasse. E’autrice di oltre 150 pubblicazioni scientifiche nei settori sopra menzionati.

Prof. Antonella Calogiuri, Università del Salento (Lecce)

Prof. Leonardo Capezzone, Dipartimento di Studi orientali, Università degli Studi di Roma La Sapienza

  • Professore associato di Storia dei Paesi islamici e Visiting Professor presso la University of Chicago (Commitee on Social Thought), si occupa di storia culturale del Medioevo arabo, con particolare attenzione per le forme di dissidenza religosa politica e intellettuale. Fra le sue pubblicazioni: La trasmissione del sapere nell’Islam medievale (Roma, Jouvence1998); Così rossa è la rosa. Scenari d’amore pre-cortese, a Baghdad (Carocci, 2007): Fuori dalla città iniqua. Legge e ribellione nella filosofia politica dell’Islam medievale (Roma, Carocci 2010).

Prof. Antonella Cappiello, Economia degli intermediari finanziari, Università di Pisa

  • Ricercatore confermato di Economia degli intermediari finanziari, è titolare del corso di Economia delle aziende di assicurazione e del corso di Finanziamenti e assicurazioni d’azienda presso il Dipartimento di Economia e Management dell’Università di Pisa. È docente in diversi master nei settori bancario e assicurativo, per alcuni dei quali è direttore e coordinatrice scientifica. Dal 2009 fa parte del Comitato editoriale della rivista “Dirigenza Bancaria”, ed è stata referee per diverse riviste del settore. Membro dell’Associazione dei Docenti di Economia degli intermediari e dei mercati finanziari (ADEIMF) e dell’Associazione Master Auditing e Controllo interno (AMAC). È autrice di numerose pubblicazioni nell’area dell’economia delle gestioni bancarie ed assicurative tra le quali le monografie più recenti: Cappiello A,  L’impresa di assicurazione. Economia, gestione, nuove regole di vigilanza,  Milano, FrancoAngeli, 2012; Cappiello A,  Il bilancio dell’impresa di assicurazione. Regole nazionali e principi contabili internazionali, Milano, FrancoAngeli, 2012;

Prof. Daniela Capra, Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali, Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

  • Insegna Linguistica, Traduzione e Mediazione presso l’Università di Modena e Reggio Emilia e in precedenza ha lavorato presso diverse università in Italia e negli Stati Uniti. Ha partecipato alla fondazione di due associazioni accademiche nel campo della linguistica, Lexi-Term, orientata allo studio del lessico e della terminologia, e Phrasis, che si occupa di fraseologia e di paremiologia, ed è membro della redazione della rivista elettronica di lingue e letterature ispaniche Artifara. È autrice di numerosi articoli e di monografie nell’ambito della filologia e della linguistica ispaniche, oltre che relatrice in diversi convegni internazionali.

Prof. Fabio Caradonna, Biologia, genetica, Università degli Studi di Palermo

  • Fabio Caradonna, nato ad Erice (TP) il 31-7-1964 è biologo e dottore di ricerca. Sin dal 1985 ha frequentato con varie qualifiche il Dipartimento di Biologia Cellulare e dello Sviluppo dell’Università di Palermo ed oggi è ricercatore di Genetica presso il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche Chimiche e Farmaceutiche della stessa università. E’ valutatore MIUR di progetti di ricerca nazionali ed inserito nella long list di esperti per la valutazione dei progetti di ricerca strategici regionali. E’ docente presso il corso di laurea in Scienze Biologiche dello stesso ateneo e qui ha insegnato Genetica evoluzionistica, Genetica delle popolazioni, Genetica molecolare, Genetica vegetale; tuttora insegna Genetica e Citogenetica Umana. E’ autore di 20 pubblicazioni su riviste internazionali ISI, 2 pubblicazioni su riviste nazionali, 5 capitoli di libri ISBN, 6 abstract a congressi internazionali su atti ISI, e 40 abstract a congressi nazionali.

Prof. Luigia Carlucci Ajello, Intelligenza artificiale, Università degli Studi di Roma La Sapienza

Prof. Clotilde Castaldo, Università degli Studi di Napoli Federico II

Prof. Gabriella Castoria, Facoltà di Medicina, Seconda Università degli Studi di Napoli

  • Gabriella Castoria è Professore Ordinario di Patologia Generale presso la Facoltà di Medicina della II Università di Napoli. E’ autrice e co-autrice di numerose pubblicazioni di rilievo internazionale nel campo dell’Endocrinologia Molecolare e del meccanismo d’azione degli ormoni steroidei. Tali ormoni sono coinvolti in svariate patologie umane, tra cui la risposta infiammatoria e l’autoimmunità, la malattie cardiovascolari e neurologiche, i tumori cosiddetti ‘di genere’ (tumori del seno e della prostata).  Gabriella Castoria ha contribuito, insieme ai suoi Colleghi, all’identificazione di un nuovo modello d’azione degli ormoni steroidei nei tessuti bersaglio. Tale modello, cosiddetto ‘non-trascrizionale’, inizialmente esplorato in tumori del seno e della prostata, è stato successivamente validato e confermato da altri gruppi di Ricerca in differenti  tessuti. Gabriella Castoria è membro associato della ‘Faculty of 1000’ (U.S.A.) e fa parte del comitato Editoriale di riviste internazionali di endocrinologia e biologia cellulare (IRSN Cell Biology; Hormonal Studies; Endocrinology Studies). Svolge continuamente attività di revisione per riviste scientifiche ad elevato indice d’impatto. Ha partecipato come Relatrice a numerosi convegni nazionali ed internazionali di oncologia ed endocrinologia. E’ autrice di capitoli apparsi su libri a diffusione internazionale ed ha curato nel 2012 la pubblicazione di un una monografia, ‘Advances in rapid sex-steroid action: new challenges and new chances in breast and prostate cancers’, edita dalla Springer (U.S.A).

Prof. Giacomo Cavuta, Dipartimento di Economia, Università degli Studi G. D’Annunzio Chieti Pescara

Prof. Antonietta Chiantia, Diritto Commerciale, Università degli Studi di Messina

  • Professore Aggregato in Diritto Commerciale, settore IUS 04 presso l’Università degli Studi di Messina; Socio Aggregato per la classe di Scienze Giuridiche Economiche e Politiche, presso l’Accademia Peloritana dei Pericolanti di Messina; Coadiutrice della Segreteria e del Consiglio Direttivo del Centro Nazionale di Studio di Diritto del Lavoro Domenico Napoletano, Sezione per l’Area dello Stretto; già Membro del collegio dei docenti per Dottorato di Ricerca in “Normative dei Paesi CEE relative al Benessere e Protezione animale, XIX ciclo, della Facoltà di Medicina Veterinaria dell’Università degli Studi di Messina; specializzata in Diritto Contrattuale Europeo, Facoltà di Giurisprudenza, Corsi Jean Monnet, Diritto Europeo dei Contratti Corso Avanzato – Cattedra Jean Monnet ad Personam, IV edizione – AA 2009/10; Dottore di Ricerca in “Diritto Commerciale”; borsista post dottorato in Diritto Commerciale; Avvocato; Componente il comitato di redazione della rivista In Iure Praesentia; docente, nel Master di II livello in Diritto delle reti telematiche, organizzato dall’università degli studi di Messina, Facoltà di Giurisprudenza. Membro del Collegio dei docenti del dottorato in Scienze Giuridiche,  organizzato dal Dipartimento di Giurisprudenza della Università degli Studi di Messina.

Prof. Giuseppe Cibelli, Dip. Medicina Clinica e Sperimentale, Università degli Studi di Foggia

Prof. Michela Cigola, Architettura, Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale (FR)

  • Architetto, professore ordinario, Michela Cigola si laurea in Architettura alla “Sapienza” di Roma, nella stessa Università si specializza in “Studio e Restauro dei Monumenti”. Professore Ordinario dell’Università di Cassino presso la quale è titolare del Corso di Fondamenti e Tecniche della Rappresentazione alla Facoltà di Ingegneria. Premio Gustavo Giovannoni  e Premio Luigi Vagnetti per l’anno 1985, Targa d’Argento dell’Unione Italiana per il Disegno nel 1998, Premio  internazionale INARS II nel 2003. E’ autrice di più di 120 pubblicazioni su testi e riviste nazionali ed internazionali; ha scritto otto libri tra cui La basilica di s. Crisogono in Roma: Un rilievo critico (1989); Le Cartiere storiche del Basso Lazio: censimento e catalogazione degli apparati grafici e cartografici (2002); L’abbazia benedettina di Montecassino. La storia attraverso le testimonianze grafiche di rilievo e di progetto.(2005); Cassino. Segni e disegni di un passato recente (2010, in coll.); Presencia  italiana en Argentina. Valoraciòn y difusiòn Interactiva de los Bienes Històrico Arquitectònicos (2012, in coll.)

Prof. Giovanni Cipriani, Storia Moderna, Università degli Studi di Firenze

  • Nato a Firenze nel 1949, Laureato in Filosofia, Professore Associato di Storia Moderna presso il Dipartimento di Studi Storici, Archeologici, Geografici, Artistici e dello Spettacolo dell’Università degli Studi di Firenze. Titolare degli insegnamenti di Storia Moderna e di Storia della Toscana nell’Età Moderna. Presidente del Centro di Cultura per Stranieri dell’Università degli Studi di Firenze. Presidente degli Amici dei Musei Fiorentini. Membro della Deputazione di Storia Patria per la Toscana e di numerose Accademie. Responsabile del settore Cinquecento sulla rivista “Il Pensiero Politico”, Membro del Comitato Direttivo della “Miscellanea Storica della Valdelsa”, Membro della Redazione della rivista “Ricerche Storiche”, Direttore editoriale della collana Studi e Testi di Storia Toscana, della Casa Editrice Prohemio-Nerbini di Firenze, Direttore Scientifico di “Atti e Memorie. Rivista di Storia della Farmacia”, Membro del collegio dei docenti del Dottorato di Ricerca in Storia del Pensiero Politico Europeo Moderno e Contemporaneo presso l’Università di Perugia, Membro del collegio dei docenti del Dottorato in Storia presso l’Università degli Studi di Firenze, Membro del comitato scientifico della collana I Medici. Studi e Scoperte, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della Città di Firenze, Membro del Centro Interuniversitario di Ricerca sulla Storia delle Città Toscane, Membro del Centro Interdisciplinare di Ricerca per la Valorizzazione degli Alimenti dell’Università degli Studi di Firenze. Fra i suoi lavori possono essere ricordati i volumi: 1) Il mito etrusco nel Rinascimento fiorentino, Firenze, Olschki, 1980. 2) Guillaume Postel e il De Etruriae regionis originibus, Roma, Consiglio Nazionale delle Ricerche, 1983. 3) Gli obelischi egizi. Politica e cultura nella Roma barocca, Firenze, Olschki, 1993. 4) Il trionfo della ragione. Salute e malattia nella Toscana dell’Età Moderna, Firenze, Nicomp, 2005. 5) Michele Sardi. Le memorie e l’archivio di un filolorenese, Firenze, Nicomp. 2007. 6) La mente di un inquisitore. Agostino Valier e l’Opusculum De cautione adhibenda in edendis libris (1589-1604), Firenze, Nicomp, 2008. 7) Volterra e Firenze. Dalla guerra alla pace, Pisa, Pacini, 2010.

Prof. Armando Coco, Università degli Studi di Catania

Prof. Paolo Conti, Dipartimento di ingegneria industriale, Università degli Studi di Perugia

Prof. Giorgio Contini, Istituto di Struttura della Materia, Università degli Studi di Roma Tor Vergata

  • Fisico, è Ricercatore presso l’Istituto di Struttura della Materia del Consiglio Nazionale delle Ricerche e Professore a contratto presso il Dipartimento di Fisica dell’Università di Roma Tor Vergata. E’ responsabile di un laboratorio per lo studio in ultra alto vuoto della fisica-chimica delle superfici e di diversi progetti scientifici. È membro di Comitati editoriale di redazione di riviste internazionali (International Journal of Nanoscience, Current Physical Chemistry) e di Società scientifiche (Società Italiana di Fisica (SIF), American Chemical Society (ACS) e la Società Italiana di Luce di Sincrotrone (SILS)). È revisore per riviste internazionali e supervisori di tesi. Ha pubblicato diversi lavori su riviste internazionali ed ha partecipato in qualità di relatore e chairman a diversi convegni nazionali e internazionali. Si occupa di scienza delle superfici, molecole organiche e materiali nanostrutturati.

Prof. Elisa Corino, Dip. Lingue e Lett. Straniere e culture moderne, Università degli Studi di Torino

  • Elisa Corino è Ricercatore TD in Didattica delle Lingue Moderne presso il Dipartimento di Lingue e letterature straniere e Culture moderne dell’Università di Torino. Fin dal 2003 è impegnata nella coordinazione del progetto VALICO, corpus di apprendenti di italiano LS. Tra i suoi interessi di ricerca, oltre alla glottodidattica, la traduzione e la linguistica testuale, la linguistica dei corpora, con particolare interesse per le varietà di lingua scritte in rete. Ha inoltre condotto ricerche in ambito di grammatica e sintassi tedesca, e studi sulla CMC e la CMT. Tra i suoi contributi più significativi: ‘Signaux discursifs de reformulation, cioè, volevo dire… [c'est-à-dire, je voulais dire...] entre formalité et informalité de la langue des groupes de discussion’, in A. Ferrari, L. Lala (a cura di), Verbum – Revue de Linguistique, “Variétés syntaxiques dans la variété des textes. Exemples et reflexions à partir de l’italien”.  Italiano di tedeschi. Una ricerca corpus-based, Guerra Edizioni, Perugia. ‘L’altro giorno al lavoro mi era annoiato e così cominciavo di sognare… L’uso di passato prossimo e imperfetto in apprendenti germanofoni di italiano LS’, in C. Consani, P. Desideri, F. Guazzelli, C. Perta (a cura di), Alloglossie e comunità alloglotte nell’Italia contemporanea. Atti del XLI Congresso SLI, Pescara 27-29 Settembre 2007, Bulzoni, Roma, pp. 435-455. ‘Do you (dis)agree? Investigating agreement and disagreement in Newsgroups interaction’, in G. Gobber, S. Cantarini, S. Cigada, M.C. Gatti, S. Gilardoni (a cura di), L’analisi linguistica e letteraria. Atti del convegno internazionale IADA, Milano 15-17 maggio 2008, Educatt, Milano. ‘NUNC est disputandum. Questioni metodologiche e aspetti della testualità’, in Barbera M., Corino E., Onesti C. (a cura di) (2007).‘Didattica della traduzione e lessico – Uno studio sui metodi di correzione degli errori lessicali nelle traduzioni di apprendenti germanofoni di italiano’, in Cresti E. (a cura di) Atti del IX Congresso SILFI 2006, FUP, Firenze, pp. 653-660.

Prof. Sara Costa, Chimica Analitica, Università degli Studi di Messina

  • Rosaria Costa è nata a Messina nel 1973. Si è lureata in Farmacia nel 1997, e, dopo un’esperienza annuale negli Stati Uniti presso il Dipartimento di Chimica di Virginia Tech (Blacksburg, Virginia), ha intrapreso la carriera universitaria presso l’Università degli Studi di Messina. Ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in “Produzione e sicurezza degli alimenti di origine animale”, XVIII ciclo. Ha ottenuto un assegno di ricerca quadriennale sullo sviluppo di sistemi cromatografici applicati a campioni complessi alimentari e vegetali. Ha conseguito il Diploma di Specializzazione in Farmacognosia. E’ stata principal scientist dello spin-off accademico Chromaleont s.r.l. Attualmente è Ricercatore Universitario in Chimica Analitica presso il Dipartimento SCIFAR dell’Università di Messina, dove svolge la propria attività di ricerca e didattica.

Prof. Paolo Cotrufo, Psicologia, Seconda Università degli Studi di Napoli

  • Prof. Paolo Cotrufo, laureato in Psicologia presso l’Università di Padova, Dottorato in “Scienze del Comportamento” presso l’Università di Napoli, Post Doc presso l’”Albert Einstein & Montefiore Medical College” di New York è oggi Professore Associato di Psicologia Clinica presso il Dipartimento di Psicologia della Seconda Università di Napoli (SUN). Psicoanalista della Società Psicoanalitica Italiana e della International Psychoanalytical Association è Presidente del Centro Napoletano di Psicoanalisi e Direttore dell’Osservatorio sui Disturbi Alimentari della SUN. E’ autore di numerose pubblicazioni scientifiche internazionali e dei volumi “Anoressia del sessuale femminile” (F. Angeli, Milano, 2005) e “Corpo e Psicoanalisi” (Borla, Roma, 2008).

Prof. Maria Laura Cunzio, Criminologia, Università degli Studi Suor Orsola Benincasa (Napoli)

Prof. Antonello Cutolo, Elettronica e Optoelettronica, Università degli Studi del Sannio (Benevento)

  • Il Prof. Antonello Cutolo è nato il 7/11/1955 e si è laureato con Lode in Ingegneria Elettronica nel 1978. Dopo avere assolto gli obblighi di leva ha lavorato presso i Laboratori Nazionali di Frascati, il Centro Ricerche Fiat, il Politecnico di Copenaghen, l’Università di Stanford e l’Università del North Caroline. Nel 1986 è diventato Professore Associato di Elettronica Quantistica presso l’Università di Napoli e nel 1997 è Diventato Ordinario di Elettronica e Optoelettronica. E’ revisore di numerose riviste scientifiche, ha fatto parte del Consiglio Scientifico di Confindustria e ha scritto centinaia di articoli su riviste scientifiche internazionali ed è autore o coautore di oltre dieci libri, la maggior parte dei quali in inglese nonché di oltre 20 brevetti. Ha ricevuto numerosi premi nazionali ed internazionali per i risultati conseguiti nel campo dell’optoelettronica e ha fondato due società di alta tecnologia  operanti nel campo dei sensori in fibra ottica.

Prof. Francesca Cuzzocrea, Psicologia, Università degli Studi di Messina

  • Conseguita la laurea in Psicologia ha partecipando a progetti di ricerca finanziati dall’Università degli Studi di Messina e a diversi convegni nazionali ed internazionali. Ha poi usufruito di una borsa di studio che le ha consentito di frequentare il Dottorato di Ricerca in “Pedagogia interculturale” e di coniugare l’interesse per lo sviluppo dei processi cognitivi con lo studio di processi più specificatamente legati alle problematiche educative in ambito scolastico e familiare. Infatti, partendo proprio dall’argomento della tesi di Dottorato: “Prevenzione di problemi comportamentali attraverso la Parent Education”, ha cominciato ad approfondire lo studio dei processi psicologici e delle metodologie più specificamente implicate in campo educativo con particolare riferimento all’analisi comportamentale della relazione educativa. Ha, quindi, progettato e realizzato alcuni parent training finalizzati alla formazione di genitori di soggetti con disabilità e di famiglie “a rischio”. Ha, inoltre, sviluppato un interesse specifico per gli aspetti metodologici della ricerca nell’ambito dello sviluppo e dell’educazione e per le tecnologie educative. Parallelamente si è interessata alle problematiche riguardanti l’orientamento scolastico e professionale, e alla realizzazione e standardizzazione di strumenti volti a valutare gli aspetti motivazionali e favorire la scelta universitaria. Diverse le pubblicazioni.

Prof. Marco D’Addario, Dipartimento di Psicologia, Università degli Studi di Milano Bicocca

  • Ricercatore di Psicologia Generale presso il Dipartimento di Psicologia dell’Università degli Studi di Milano Bicocca. Dottore di ricerca in Psicologia, svolge attività di ricerca prevalentemente nell’ambito della psicologia del pensiero, della psicologia della salute e della comunicazione. Autore di numerosi paper e interventi a convegni nazionali e internazionali, è stato titolare di diversi insegnamenti per corsi di laurea, scuole di specializzazione e master e attualmente svolge attività didattica, nell’ambito del decision making, per l’Università degli Studi di Milano Bicocca. Recentemente i suoi interessi di studio e di ricerca si sono rivolti principalmente al ruolo della comunicazione nella prevenzione e gestione delle malattie e nella promozione della salute.

Dr. Maria D’Ambrosio, Facoltà di Scienze della Formazione, Università degli Studi Suor Orsola Benincasa (Napoli)

Prof. Fabrizio D’Amore, Ingegneria Informatica, Università degli Studi di Roma La Sapienza
Ingegnere elettronico (1988), con dottorato di ricerca in informatica (1992), ricercatore (1994-1998), ora professore associato della Sapienza di Roma (dal 1998). Attualmente insegna Fondamenti di informatica II presso i corsi di laurera in Ingegneria Informatica e Automatica e Ingegneria dei Sistemi Informatici, nonché Web application security presso il corso di laurea magistrale in Ingegneria Informatica (in lingua inglese). Docente di Sicurezza delle applicazioni nell’ambito del master di 1° livello in Sicurezza dei Sistemi e delle Reti Informatiche per l’Impresa e la Pubblica Amministrazione. Dal 2012 è direttore del master di 2° livello in Sicurezza delle informazioni e informazione strategica, master in cooperazione con il Dipartimento Informazioni per la Sicurezza della Repubblica. Esperto di algoritmi, crittografia, sicurezza informatica, eLearning, codice dell’amministrazione digitale e progetti di eGovernment. Autore di numerose pubblicazioni internazionali e co-autore del volume: G. Ausiello, F. d’Amore, G. Gambosi: “Linguaggi, modelli, complessità” (Franco Angeli ed., 2003), ISBN 9788846444707.

Prof. Giuseppe De Donno, Matematica, Università degli Studi di Torino

  • Dal 2003 è Docente Incaricato di Matematica e Statistica presso le Facoltà di Scienze MFN, Scienze Politiche e Farmacia dell’Università degli Studi di Torino, e del Politecnico di Torino. Dal 2000 è afferente al Dipartimento di Matematica dell’Università di Torino per progetti di ricerca riguardanti gli operatori alle derivate parziali e l’analisi tempo-frequenza. Ha ottenuto diversi finanziamenti come responsabile dei progetti giovani ricercatori. E’ autore di numerose pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali e ha tenuto numerosi seminari ad invito in convegni internazionali. Nel 2003 ha organizzato il bimestre intensivo INDAM presso l’Università di Torino. Fino al 2008 ha collaborato in progetti di ricerca con le Università di Potsdam (Germania) e di Sofia (Bulgaria), prestando attività all’estero. Dal 2010 collabora con l’Istituto Universitario degli Studi Europei di Torino (IUSE), tenendo corsi di preparazione sugli Abstract and Numerical reasoning tests for EU selection competition. Nel 2000 ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Matematica presso l’Università degli Studi di Pisa. Nel 2000 è risultato vincitore del concorso a cattedre di Matematica applicata nella Scuola Superiore, a Torino, con immissione in ruolo, e conseguente distacco presso l’Università per attività di ricerca. Dal 2008 insegna presso la Scuola Superiore, e ha rivestito il ruolo di Vicario.

Prof. Massimo De Felici, Scienze Biologiche, Università degli Studi di Roma Tor Vergata

  • Si è laureato in Scienze Biologiche nel 1976 presso l’Università di Roma “La Sapienza”. Dal 1977 al 1986 ha svolto la sua carriera accademica prima come borsista CNR e poi come ricercatore presso l’Istituto di Istologia ed Embriologia dell’Università di Roma La Sapienza. Durante questo periodo ha trascorso un anno di ricerca presso la Mammalian Developmnetal Unit dell’MRC a Londra. Nel 1987 si è trasferito all’Università di Roma Tor Vergata dove ha ricoperto il ruolo di Professore associato fino al 2000, anno in cui è stato chiamato a ricoprire la cattedra di Istologia della Facoltà di Medicina della stessa Università. La sua attività di ricerca è stata dedicata principalmente allo studio dei meccanismi cellulari e molecolari della gametogenesi femminile nei mammiferi. In particolare ha condotto studio pionieristici sulla biologia delle cellule germinali primordiali. Attualmente dirige uno dei gruppi di ricerca più qualificato a livello internazionale per lo studio della gametogenesi embrionale. E’autore di più di centocinquanta pubblicazioni su riviste e libri a diffusione internazionale.

Prof. Cosimo De Giovanni, Dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica, Università degli Studi di Cagliari

Prof. Michele De Rosa, Dipartimento Assistenziale di Oncologia ed Endocrinologia Clinica, Università degli Studi di Napoli Federico II

  • Professore Aggregato di Endocrinologia. Facoltà di Medicina dell’Università “Federico II” di Napoli. Membro del Consiglio Direttivo della Società Italiana di Fisiopatologia della Riproduzione e del Consiglio Direttivo dell’Osservatorio Nazionale Identità di Genere (ONIG), è Dirigente Medico a tempo pieno presso la Divisione di Endocrinologia annessa al Dipartimento  Assistenziale di Oncologia ed Endocrinologia Clinica dell’Azienda Universitaria Policlinico “Federico II”. Attività didattica: Andrologia e Sessuologia presso la Scuola di specializzazione in Endocrinologia e malattie del Ricambio. Relatore e Moderatore a Corsi e Congressi nazionali ed Internazionali. Autore di numerose pubblicazioni nazionali ed internazionali sui temi dell’infertilità maschile, disfunzione erettile, transessualismo, azione degli inquinanti ambientali sulla fertilità maschile.

Prof. Mauro De Sanctis, Dipartimento di Ingegneria Elettronica, Università degli Studi di Roma Tor Vergata

  • Mauro De Sanctis si è laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni nel 2002 ed ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Ingegneria delle Telecomunicazioni e Microelettronica nel 2006 presso l’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”. Ha svolto ricerca sulle comunicazioni satellitari in banda Q/V presso l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) avendo conseguito un assegno di ricerca biennale conclusosi alla fine del 2008. Durante questo periodo ha partecipato all’apertura e ai primi test della ASI Concurrent Engineering Facility (ASI-CEF). Dalla fine del 2008 è ricercatore presso il Dipartimento di Ingegneria Elettronica dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” ed insegna Teoria dell’Informazione e Codifica. Ha partecipato a diversi programmi spaziali finanziati dall’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) per conto dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”E’ attualmente coinvolto nelle attività di coordinamento scientifico dell’esperimento di telecomunicazioni satellitari ad alta velocità in banda Q/V (Alphasat Technology Demonstration Payload 5 – TDP5) finanziato congiuntamente da ASI ed ESA. E’ Editor Associato della rivista IEEE Aerospace and Electronic Systems Magazine per l’area “Space Systems”. I suoi campi di ricerca includono: reti di comunicazione wireless terrestri e satellitari, costellazioni satellitari (in particolare Flower Constellations), piattaforme stratosferiche, gestione delle risorse radio in sistemi wireless a corto raggio. E’ coautore di più di 60 articoli su riviste e conferenze internazionali. E’ stato premiato con il best paper award alla conferenza: 2009 International Conference on Advances in Satellite and Space Communications (SPACOMM 2009).

Dr. Alessandro de Troia, Dipartimento scienze chirurgiche, Università degli Studi di Parma

  • Nato a Foggia nel 1961 ha frequentato, laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Bari, si è diplomato nella specialità di Chirurgia Vascolare presso l’Università di Bologna. Assistente Ospedaliero presso la Divisione di Chirurgia Vascolare. dell’Istituto Policlinico San Matteo I.R.C.C.S di Pavia dal 1996 al 2000. Professore a contratto della Scuola di Specialità di Chirurgia Vascolare dell’Università degli studi di Pavia sino al 2001 del corso integrativo “Materiali e metodi della circolazione extracorporea  nella terapia chirurgica dei grossi vasi”. Dal Maggio 2000 al dicembre 2005, Aiuto presso L’unità Operativa di Chirurgia Vascolare Prima dell’Istituto Galeazzi di Milano. Corso Teorico-Pratico di Chirurgia Endovascolare Edizione 2005 Scuola Speciale di Chirurgia Endovascolare (120 ore) San Giovanni Rotondo 28 Novembre 2005. Medico frequentatore presso la U.O. di Chirurgia Vascolare dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Parma dal 01/02/2006 al 30/06/2006. Ricercatore Universitario dal 16 Settembre 2006 di Chirurgia Vascolare dell’Università degli studi di Parma. Dirigente di 1° Livello/Ricercatore Universitario presso la U.O. di Chirurgia Vascolare dell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Parma dal settembre 2006 (Confermato 2009). Dal 2006 nell’ambito della convenzione Università è assegnatario d’incarico assistenziale ”Case manager” da parte dell’azienda Ospedale Ospedaliera di Parma. Compiti assistenziali , ambulatoriali e di diagnostica ecodoppler che vengono espletati presso l’Unità Operativa Complessa di Chirurgia Vascolare. Dal 2011 nell’ambito della convenzione Università è assegnatario d’incarico assistenziale ”Case manager esperto” da parte dell’azienda Ospedale Ospedaliera di Parma. Compiti assistenziali , ambulatoriali e di diagnostica ecodoppler che vengono espletati presso l’Unità Operativa Complessa di Chirurgia VascolareDocente di Chirurgia Vascolare presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Parma  2008-2010; Docente della Scuola di Specializzazione di Chirurgia Vascolare dell’Università degli Studi di Parma Aa 2007-2008  Area chirurgica Vascolare; Professore Aggregato di Chirurgia Vascolare presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia  2008-2010 Incarico di insegnamento nella disciplina di “ Chirurgia Vascolare” nel corso di Laurea in Scienze Infemieristiche; Docente Corso di Formazione ECM “Le Ulcere Cutanee: Valutazione e Trattamento” 2° Livello; Docente Corso di Aggiornamento : L’Aneurisma Aortico Minilaparotomia –Endoprotesi; Docente Corso per Master Universitario di II° livello in “Medicina Estetica” afferente al Dipartimento di Scienze Chirurgiche 2011-2012; Titolare del modulo di insegnamento “Approccio diagnostico alle flebopatie Clinica e Diagnostica Vascolare Non Invasiva Dell’’ Insufficienza  Venosa Degli Arti Inferiori” della Facoltà di Medicina dell’Università di Parma. E’ autore di 13 monografie e 107 pubblicazioni. È Socio ordinario della Società Italiana di Chirurgia Vascolare ed Endovascolare (SICVE) e della European Society for Vascular Surgery.

Prof. Ernesto Dedò, Matematica, fisica, Politecnico di Milano

  • Nato nel 1947 laureato in Fisica,  afferisce al Dipartimento di Matematica del Politecnico di Milano; ha tenuto per anni corsi di Algebra Lineare e Geometria presso il Politecnico di Milano lavorando nell’ambito della Matematica Discreta. Si è interessato di divulgazione e didattica della Matematica. Ha fatto parte del comitato scientifico di Matematica senza Frontiere. Ha tenuto corsi di lezione e partecipato alle commissioni d’esame di corsi di riqualificazione professionale per insegnanti.

Prof. Pasquale Del Vecchio, Economia aziendale, Centro Cultura Innovativa d’Impresa, Università del Salento (Lecce)

  • Dopo la laurea in Economia Aziendale presso la LUISS di Roma, ha conseguito il dottorato di ricerca in eBusiness presso la Scuola Superiore ISUFI dell’Università del Salento. Nel 2007, ha trascorso un periodo come Visiting PhD Student presso il “Center for Digital Business” del MIT (Boston, MA), dove ha approfondito le tematiche di ricerca relative al marketing relazionale ed ai processi di innovazione collaborativa in ambienti virtuali. Da aprile 2008 inizia la sua collaborazione come ricercatore a contratto, presso il settore eBMS – ISUFI, ora X.Net-Lab – Centro Cultura Innovativa d’Impresa dell’Università del Salento, su tematiche inerenti lo sviluppo di nuovi modelli organizzativi basati sull’utilizzo delle ICT, la gestione strategica degli asset di conoscenza relativa ai consumatori e la creazione di ecosistemi di business per lo sviluppo regionale. Da settembre 2012 collabora ad un progetto della Università LUM “Jean Monnet” riguardante lo sviluppo di ecosistemi di imprenditorialità innovativa e strategie di specializzazione intelligente per il Mezzogiorno. Dal 2011 è titolare dell’insegnamento di Internet Marketing presso il corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale dell’Università del Salento. Ha svolto, inoltre, numerosi incarichi di docenza nell’ambito di programmi di Alta Formazione Universitaria ed Aziendale e di consulenza organizzativa e direzionale. E’ autore di numerose pubblicazioni presentante in convegni e di articoli pubblicati su riviste internazionali.

Prof. Stefano Delsignore, Giurisprudenza, Università degli Studi di Parma

  • Il Prof. Avv. Stefano Delsignore si è laureato in Giurisprudenza nel 1995, presso l’Università degli Studi di Parma, con il massimo dei voti. Ha quindi conseguito, presso la medesima università, il titolo di Dottore di ricerca in Diritto penale. Ha svolto diversi periodi di studio all’estero presso l’Institut de sciences criminelles – Université de Poitiers, presso il Max-Planck-Institut Für Ausländisches Und Internationales Strafrecht di Friburgo e presso la Columbia Law School in New York. Dal 1998 è membro del comitato di redazione della rivista “L’Indice Penale”. Ha partecipato a numerosi progetti di ricerca di Rilevante Interesse Nazionale, cofinanziati dal MIUR ed  è stato relatore a diversi convegni e seminari. Dal novembre 2005 è ricercatore in Diritto penale presso l’Università degli Studi di Parma. Dal 2007 è professore aggregato di “Diritto penale costituzionale” nel Corso di laurea magistrale in Giurisprudenza del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli studi di Parma e dal 2013 di “Scienze giuridiche e medico legali” nel Corso di Laurea triennale in tecniche della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro del Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale dell’Università degli studi di Parma. E’ autore di oltre cento pubblicazioni sulle più varie tematiche del diritto penale tra cui: i reati colposi, la responsabilità da reato degli enti, i reati di pornografia minorile, i reati contro la famiglia, le falsità documentali. E’ avvocato penalista abilitato al patrocinio davanti alla Suprema Corte di Cassazione.

Dr. Daniele Dequal, Fisica, Università degli Studi di Padova

  • Daniele Dequal, 30 anni, si laurea in Fisica presso l’Università di Padova nel 2009 con una tesi sulle sperimentazioni di una camera a proiezione temporale (TPC) ad argon liquido svolte presso i Laboratori Nazionali di Legnaro dell’INFN. Prosegue la sua attività di ricerca con un dottorato in Fisica  conclusosi a dicembre 2012, nel quale ha la possibilità di seguire l’intera presa dati del rivelatore ICARUS, la più grande TPC ad argon liquido mai realizzata. Dal 2013 è assegnista presso il dipartimento di Ingegneria dell’Informazione di Padova, dove segue un progetto sulla distribuzione quantistica di chiavi crittografiche.

Prof. Antonio Di Carlo, Dipartimento di Matematica e Fisica, Università degli Studi Roma Tre

  •  Laureato in ingegneria nel 1969. Professore di prima fascia di Scienza delle Costruzioni dal 1986. Membro del Collegio dei Docenti del Dottorato di Ricerca in Fisica presso l’Università Roma Tre. Cofondatore e azionista di TRS (Tecnologia & Ricerca per la Sicurezza), società spinoff dell’Università Roma Tre. Membro delle seguenti società scientifiche: Gruppo Nazionale per la Fisica Matematica (GNFM), Associazione Italiana di Meccanica Teorica e Applicata (AIMETA), European Mechanics Society (EUROMECH), International Society for the Interaction of Mechanics and Mathematics (ISIMM), Society for Natural Phylosophy (SNP), Society for Industrial and Applied Mathematics (SIAM), Società Italiana di Matematica Applicata e Industriale (SIMAI), MECAMAT (Groupe Français de Mécanique des Matériaux), European Society of Biomechanics (ESBiomech), Complex Systems Society (CSS). Si occupa attualmente di: meccanica dei mezzi continui dotati di microstruttura, geometria differenziale in fisica dei mezzi continui, struttura formale della meccanica e dell’elettromagnetismo, riorganizzazione materiale con applicazioni alla biomeccanica e alla scienza dei materiali, modelli matematici multi-scala in fisica dei materiali, integrazione multi-livello tra modellazione fisica e modellazione geometrica.

Prof. Giovanni Di Cosimo, Dipartimento di giurisprudenza, Università di Macerata

  • Ordinario di Diritto costituzionale nell’Università di Macerata (Dipartimento di giurisprudenza). È autore di Coscienza e costituzione (Milano, Giuffrè, 2000) e I regolamenti nel sistema delle fonti (Milano, Giuffrè, 2005). Di recente ha curato i volumi Il governo forte (Macerata, Eum, 2010), Riscoprire la sfera pubblica (con L. Lanzalaco, Brescia, Atì Editore, 2012), L’Italia inadempiente (Padova, Cedam, 2012), La fecondazione vietata (con A. Cossiri, Roma, Aracne, 2013).

Prof. Italia Di Liegro, Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Palermo

  • Professore ordinario di Biochimica presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Palermo. Ha insegnato per diversi anni anche nella Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali. Responsabile scientifico di progetti nazionali ed  internazionali, è stata membro di diverse società scientifiche, tra le quali l’Italian Society of Biochemistry (SIB), l’Associazione italiana di Biologia Cellulare e del Differenziamento (ABCD) e la Biochemical Society (British Society for Biochemistry). E’ componente dell’Editorial Board della rivista internazionale “Molecular Medicine Reports”, membro della Scientific Advisory Board at Cyplasin Biomedical Ltd. e referee per molte riviste a diffusione internazionale, ambito delle Neuroscienze. E’ autrice di svariate pubblicazioni scientifiche e monografie a diffusione internazionale. Ha  tenuto conferenze e seminari di divulgazione scientifica nelle scuole secondarie di primo e secondo grado e contribuisce alle attività dell’Università Libera Itinerante della Terza Età, organizzando ogni anno cicli di seminari di argomento biomedico.

Prof. Luca Di Persio, Dipartimento di Informatica, Università degli Studi di Verona

  • Assistant professor per il Dipartimento di Informatica dell’Università di Verona nell’ambito del Calcolo delle Probabilità con aplplicazioni alla Finanza Matematica, collabora con l’Università di Trento nei medesimi settori (presso il Dipartimento di Matematica). Autore di numerose pubblicazioni in ambito probabilistico (con particolare enfasi sui processi stocastici e le associate applicazioni), ha tenuto corsi universitari( e.g. di Probabilità, Statistica, Finanza Matematica, etc.) presso le Università di Trento, Verona, Bolzano. Collabora con alcune delle maggiori istituzioni bancarie ed assicurative (BancaEtica, Intesa SanPaolo, Generali…).

Prof. Roberto Di Primio, Dipartimento di Scienze Cliniche e Molecolari, Università Politecnica delle Marche

  • Nato a Pescara nel 1948. Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1978. Specializzato in Ematologia Generale, è Professore prima Straordinario e quindi Ordinario di Istologia presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Politecnica delle Marche. Ha fatto parte, quale Presidente o Commissario, di concorsi nazionali a posti di ruolo per personale docente e non docente. Socio della Società Italiana di Anatomia e Istologia, della Società Italiana di Istochimica. Destinatario di Fondi CNR, AIRC, MURST, FIRB e PRIN per la ricerca scientifica. Dal 2011 è Direttore del Dipartimento di Scienze Cliniche e Molecolari. Autore di oltre 180 tra pubblicazioni scientifiche su riviste nazionali ed internazionali e comunicazioni a congressi. E’ itolare dell’insegnamento di Istologia per il Corso di Laurea Magistrale in Medicina e Chirurgia e in Odontoiatria e Protesi Dentaria. Titolare di Corsi Monografici per i Corsi di Laurea in Ostetricia. Campo di ricerca: L’ambito di interesse in cui si inquadra l’attività scientifica riguarda il differenziamento cellulare con particolare riguardo ai meccanismi di attivazione nucleare. L’esperienza scientifica acquisita analizzando linee cellulari indifferenziate ha creato l’oppurtunità di allargare il campo delle indagini anche allo sviluppo e caratterizzazione morfofunzionale di linee staminali da tessuti umani ed in particolare il loro differenziamento e coinvolgimento in selezionate patologie.

Prof. Donatella Dominici, Topografia e Cartografia, Università degli Studi dell’Aquila

  • Docente universitario  in Topografia e Cartografia (ICAR 06) presso l’Università dell’Aquila. ed è coordinatore del collegio di dottorato in ““Recupero, Progetto e Tutela nei Contesti Insediativi e Territoriali di Elevato Valore Ambientale e Paesistico” della stessa Università. Ha conseguito il Titolo di Dottore di Ricerca  in Scienze Geodetiche e Topografiche presso la Facoltà di Ingegneria di Bologna. L’attività scientifica è iniziata durante il dottorato e proseguita principalmente presso l’Istituto di Topografia, Geodesia e Geofisica Mineraria, il DISTART della Facoltà di Ingegneria di Bologna e, dal 1998, nella Facoltà di Ingegneria dell’Aquila. Dall’ottobre 2001 è coinvolta nell’attività di ricerca del Centro di Eccellenza, CETEMPS (Integrazione di Tecniche di Telerilevamento e Modellistica numerica per la previsione di eventi meteorologici severi), nell’ambito della linea di ricerca che comprende il  Telerilevamento da Terra, dal 2013 è componente del Comitato Tecnico Scientifico. L’attività scientifica, testimoniata da pubblicazioni su riviste ed atti di convegni nazionali ed internazionali, è stata rivolta essenzialmente ai settori del controllo e monitoraggio delle deformazioni, dell’uso geodetico e navigazionale del GPS/GNSS, della geodesia, del trattamento delle osservazioni, della fotogrammetria applicata. È stata nel 1999, 2002 e 2004, coordinatrice di unità locale di ricerca nell’ambito del Cofin Miur e  ha definito lo studio di fattibilità ed il capitolato tecnico della Rete di stazioni GPS permanenti della Regione Abruzzo. E’ responsabile scientifico dal 2010 del laboratorio Geomatica AFCEA. E’ membro del Consiglio Direttivo AFCEA. Membro del Gruppo editoriale della rivista internazionale “Applied Geomatics” della Springer Verlag

Prof. Marcello Esposito, Chief Investment Officer, Fondiaria-SAI

Prof. Fabrizia Fabrizi de Biani, Dipartimento Biotecnologie Chimica e Farmacia, Università degli Studi di Siena

  • Mi sono laureata in chimica “cum laude” presso l’Università degli Studi di Firenze nel 1994 ed ho proseguito i miei studi con un dottorato (università di Siena) e diverse attività come Postdoc all’estero (Barcellona e Parigi). Abilitata all’esercizio della professione di chimico (1994) ed all’insegnamento delle Scienze nelle scuole superiori (1999), attualmente sono ricercatrice presso l’Università di Siena (settore disciplinare 03/B1 – Fondamenti delle Scienze chimiche e sistemi inorganici) e mi occupo di chimica inorganica ed in particolare di caratterizzare quei processi nei quali il trasferimento di elettroni da una molecola ad un’altra, o da una regione all’altra di una stessa molecola, gioca un ruolo chiave. Sono autrice di un centinaio di articoli scientifici, pubblicati in note riviste internazionali del mio settore, ho contribuito al volume “Bimetallic effects on the redox activity of transition-metal carbonyl clusters” edito da Wiley-VCH (1999) e sono coautrice del volume “Inorganic Electrochemistry. Theory, Practice and Application”, 2nd Edition, edito dalla Royal Society of Chemistry (2011). Ho inoltre contribuito al volume “Chemistry of Methal Phenolates” edito da Wiley-VCH, di prossima pubblicazione.

Prof. Alberto Facchini, Matematica, Università degli Studi di Padova

  • Alberto Facchini è nato a Pordenone il 31 luglio 1954. Ha ottenuto la maturità scientifica a Pordenone nel 1973 e la laurea in Matematica a Padova nel 1977. Nel 1981 ha ricevuto uno dei premi Bonavera per la Matematica. Ha lavorato dal 1981 al 1999 presso l’Università di Udine, e dal 1999 ad oggi presso l’Università di Padova. È professore universitario di prima fascia di Algebra dal 1987, e professore ordinario dal 1990. I suoi interessi di ricerca sono di tipo algebrico, e riguardano la teoria degli anelli e dei moduli. Ha trascorso un’anno in Gran Bretagna e tre in Spagna. A Udine è stato Delegato del Rettore alla gestione economico-finanziaria dell’Ateneo (1989-1990) e Preside della Facoltà di scienze matematiche, fisiche e naturali (1990-1992). A Padova è stato Direttore del Dipartimento di Matematica Pura e Applicata (2004-2008). Ha oltre 110 pubblicazioni scientifiche, è stato supervisore di cinque studenti del dottorato di ricerca, e fa parte del comitato editoriale di una dozzina di riviste scientifiche. Ha tenuto lezioni e comunicazioni scientifiche a convegni e congressi in una trentina di paesi esteri. Dal 2003 al 2007 è stato membro del Consiglio Scientifico Consultivo del Centre de Recerca Matemàtica (Barcellona, Spagna). E’ stato membro onorario del Middle East Center of Algebra and its Applications (MECAA, King Abdulaziz University, Jeddah, Arabia Saudita). Dal 2012 è socio dell’Accademia San Marco di Pordenone, che che nomina i propri soci tra quelle personalità che, operando nel territorio o altrove nei vari campi dell’attività umana, si sono rese più benemerite per la crescita culturale e sociale del Friuli Occidentale.

Dr. Adriano Fagiolini, Dipartimento Energia, ingegneria dell’informazione e modelli matematici, Università degli Studi di Palermo

Prof. Avv. Valeria Falce

Prof. Francesca Fancioli, Programmazione e Controllo, Management, Università della Valle d’Aosta (Aosta)

Dott. Arch. Laura Farroni, Architettura, Università degli Studi Roma Tre

  • Ricercatore di Disegno dal 2010 nella Facoltà di Architettura dell’Università di Roma Tre, dove insegna Disegno per l’Architettura, Rilievo e Rappresentazione Digitale. Ha partecipato e partecipa a ricerche sui temi del Rilevamento e del Disegno di progetto e della loro Rappresentazione Architettonica. I temi attualmente indagati sono:  ricerca e sperimentazione nell’ambito del rilevamento al fine della valorizzazione di edifici catalogati come archeologia industriale e della trasformazione del disegno di progetto dall’arte di costruire dell’Ottocento alle attuali tecniche costruttive in relazione alle fasi del processo edilizio contemporanee e alle innovazioni delle tecnologie informatiche. Numerose le sue pubblicazioni tra cui (in stampa). Architecture and representation: digital surveying of Pavilion 19 of the former Slaughterhouse (Ex Mattatoio) of Rome. In: ATTI DigitalHeritage2013 International Congress . DigitalHeritage2013 . Marsiglia, 28 ottobre -1 novembre 2013, FARRONI L, METTA A (2013). The quarry landscape of Guidonia Montecelio in Lazio. Knowledge, Survey and Project of a built environment. In: atti del XI Forum Internazionale di Studi, Le vie dei Mercanti, Heritage, Architecture, Landesign, Design, Aversa, Capri 13,14,15 June 2013. Heritage Architecture LanDesign | Le vie dei Mercanti. NAPOLI:La Scuola di Pitagora, 14,15 June 2013, FARRONI L, TURANO G (2012). L’E42 | ROMA. Il caso di un’esposizione mai avvenuta. Segni e figure di un’idea nello sviluppo urbano in divenire.. In: Atti de International Seminar on World Events and urban change. Università di Siviglia. Grupo de Investigacion HUM-700, FARRONI L (2012). Relationship between figurative codes and new technologies in the 19th century: knowledge of the past in order to design future strategies. In: X International Forum Le Vie dei Mercanti Less/More Architecture, Design, Landscape Aversa, Capri 31st May, 1st-2nd June 2012 . NAPOLI: La scuola di Pitagora, FARRONI L (2012). Ricerca e sperimentazione per la teorizzazione della Rappresentazione e del Rilievo. L’Identità innata della disciplina della rappresentazione.. In: Atti del XXXIV Convegno dei Docenti della Rappresentazione. UID. Elogio della teoria: identità delle discipline della rappresentazione e del rilievo. Roma :Gangemi Editore, FARRONI L (2012). Stratificazioni di colore: lettura cromatica del complesso del Foro Boario a Roma. In: Colore e Colorimetria – Contributi multidisciplinari. Maggioli Editore, FARRONI L (2012). Stratificazioni di colore: lettura cromatica del complesso del Foro Boario a Roma. In: colore e colorimetria, contributi interdisciplinari. Maggioli Editore, FARRONI L, BEDONI C (2011). Colore e luce nella rappresentazione digitale dell’architettura. In: Colore e Colorimetria Contributi Multidisciplinari. Roma, settembre 2011, RIMINI:Maggioli Editore, FARRONI L (2011). Evoluzione del disegno di progetto: dall’unitarietà dell’arte di costruire dell’Ottocento alle esperienze contemporanee. In: Abitare il futuro. Il disegno delle trasformazioni. NAPOLI:CLEAN, Napoli, Facoltà di Ingegneria, Aula Leopoldo Massimilia, 1-2 dicembre 2011, FARRONI L, CANCIANI M (2011). From survey to project: the case of study of the Ex Mattatoio in Rome. In: Le Vie dei Mercanti. S.A.VE. HERITAGE. Capri, NAPOLI:La Scuola di Pitagora, FARRONI L (2009). Appendice al cap.5. Norme e codici del progetto. In: I disegni di progetto. Costruzioni, tipi e analisi. p. 213-218, TORINO:CittàStudi, FARRONI L (2009). Le fasi progettuali. In: CANCIANI M. I disegni di progetto. Costruzioni tipi e analisi. p. 147-212, FARRONI L (2009). Paolo Desideri: rappresentazione e costruzione . In: CANCIANI M. I disegni di progetto. costruzioni, tipi e analisi. p. 291-302, Torino:CittàStudi, FARRONI L (2009). Visibile e invisibile nel disegno d’architettura. In: Relazioni e contributi del Sesto congresso UID XXXI Convegno Internazionale delle discipline della Rappresentazione dal tema : Disegno e progetto. Lerici (Genova), Genova:Gsdigital Editore.

Prof. Francesco Fedele, Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Roma La Sapienza

  • Nato a Roma nel 1952. Laureato, nel 1976, con 110/110 e lode in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Specialista, nel 1979, in Malattie dell’Apparato Cardiovascolare e, nel 1984, in Anestesia e Rianimazione presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Direttore del Dipartimento di Scienze Cardiovascolari e Respiratorie e della I Scuola di Specializzazione in Cardiologia dell’Università di Roma “La Sapienza”. Membro della Società Italiana di Cardiologia, Presidente del Gruppo per l’Intervento nelle Emergenze Cardiologiche (GIEC) e dell’Istituto Mediterraneo per la Telematica in Sanità (IMTES).Frutto dell’attività scientifica svolta ininterrottamente dal 1976 ad oggi sono le oltre 1000 pubblicazioni edite su riviste nazionali ed internazionali. Il Prof. Fedele si è dedicato prevalentemente allo studio della fisiopatologia cardiocircolatoria e cardiorespiratoria, nonché della semeiotica fisica e strumentale dell’apparato cardiovascolare.

Prof. Maria Caterina Federici, Sociologia, Università degli Studi di Perugia

  • Coordinatore  del corso  di  laurea in Scienze dell’investigazione e della sicurezza, direttore del Centro di ricerca in sicurezza umana (CRISU) dell’Università di Perugia, collabora con il CEAQ (Centre d’Etude sur l’Actuel et le Quotidien) della Sorbonne V di Parigipresidente dell’Associazione Umbriaroma.

Prof. Marco Ferraguti, Evoluzione Biologica presso il Dipartimento di Bioscienze, Università degli Studi di Milano

  • Marco Ferraguti è professore ordinario di Evoluzione Biologica presso il Dipartimento di Bioscienze dell’Università degli studi di Milano di Milano. Si è occupato prevalentemente di biologia della riproduzione di invertebrati appartenenti a vari phyla, sia dal punto di vista dei meccanismi della gametogenesi e della morfogenesi, che dal punto di vista dell’uso degli spermatozoi come fonte di caratteri per la sistematica. Ha descritto numerosi modelli nuovi di spermatozoi in priapulidi, brachiopodi, isopodi, gastrotrichi, rotiferi, e clitellati. Ha descritto per la prima volta una spermatogenesi dicotoma negli anellidi. E’ coordinatore del Dottorato in Biologia Animale. E’ stato coordinatore di un progetto INTAS finanziato dalla UE ed è oordinatore scientifico di un programma di ricerca nazionale PRIN. E’ autore di numerose pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali e di otto capitoli di libri. E’ stato per dieci anni Direttore Scientifico della Biblioteca Biologica dell’Università di Milano e lo è tuttora. Dal 2002 uno degli Editor di Zoomorphology. Si occupa attivamente di divulgazione scientifica e di traduzioni.

Prof. Massimo Ferrari, Direttore del Dipartimento di Filosofia e scienze dell’educazione, Università degli Studi di Torino

  • Massimo Ferrari è Professore ordinario di Storia della filosofia presso l’Università di Torino, dove è Direttore del Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione. I suoi interessi sono rivolti alla filosofia dell’Ottocento e del Novecento, con particolare riguardo alle interazioni tra filosofia e scienze. Si è occupato delle vicende del neokantismo in Germania e in Europa, della fenomenologia di Husserl, del pragmatismo americano e della storia della filosofia scientifica tra la fine del XIX secolo e il Circolo di Vienna. I suoi studi riguardano anche la filosofia italiana del tardo Ottocento e del Novecento, a cui ha dedicato un volume del 1990 (“I dati dell’esperienza”) e una raccolta di saggi uscita nel 2006 (“Non solo idealismo”). Ha condotto numerosi soggiorni di studio in Germania ed è stato borsista della Humboldt-Stiftung di Bonn. Nel 2001 ha ricevuto il “Premio Ladislao Mittner” per la filosofia da parte del DAAD. E’ membro del Comitato di redazione della “Rivista di Filosofia” e della Direzione del “Giornale critico della filosofia italiana”. Il suo libro del 1996 su Ernst Cassirer è stato tradotta in tedesco nel 2003, mentre la “Introduzione al Neocriticismo” pubblicatanel 1997 presso Laterza è stata tradotta in francese nel 2001. Ha in corso di ultimazione per l’editore Il Mulino di Bologna un libro sulla filosofia italiana dal 1945 alla fine del Novecento dal titolo “Il tempo perduto” e la biografia intellettuale di Moritz Schlick, che uscirà in lingua tedesca presso l’editore Springer.

Prof. Nicolao Fornengo, Department of Physics, Università degli Studi di Torino

  • Professore associato di Fisica Teorica all’Università di Torino, dove attualmente tiene i corsi di Relatività Generale e di Fisica Astroparticellare. Ha svolto le sue ricerce presso la John Hopkins University di Baltimore (USA), l’Instituto de Fisica Cospuscular/Universitat de Valencia (Spagna), il Laboratoire de Physique Theorique di Annecy (Francia), oltre a brevi permanenze presso il CERN (Ginevra), il Korean Institute for Advanced Studies (KIAS, Seoul), l’Institute de Physique Theorique/CEA-Saclay e IAP-Parigi, il Center for Theoretical Underground Physics and Related Areas (CETUP*, South Dakota, USA). Autore di oltre 100 pubblicazioni sulla materia oscura particellare, sulla sua interpretazione all’interno di modelli di supersimmetria, sulle sue proprietà cosmologiche e sui suoi segnali astrofisici di rivelazione diretti e indiretti . E’ responsabile di collaborazioni nazionali e internazionali con diversi gruppi teorici nel settore della fisica astroparticellare. Si occupa inoltre di fisica del neutrino, incluse le sue implicazioni astrofisiche e cosmologiche. E’ membro del Comitato Organizzatore e del Comitato di Consulenza di varie conferenze internazionali nel settore della fisica astroparticellare ed e’ attualmente presidente del Comitato di Indirizzo della International Conference on Topics in Astroparticle and Underground Physics (TAUP).

Prof. Monica Forni, , Università degli Studi di Bologna

Prof. Paola Fortini, Facoltà di Bioscienze e Territorio, Università degli Studi del Molise

  • Ricercatore presso la Facoltà di Bioscienze e Territorio  dell’Università del Molise. Nella stessa Facoltà, dal 2000, è professore di Botanica sistematica e di Laboratorio di Tecniche d’Erbario. E’ direttore del Museo Erbario del Molise (pesche, IS) che si configura come un centro per lo studio e la conservazione della diversità vegetale. E’membro del Consorzio del Giardino di Flora appenninica di Capracotta (IS). E’ nei. Svolge ricerche concentrate prevalentemente sulla vegetazione e sulla flora vascolare italiana e dell’Est Europa articolata su aspetti di ecologia, corologia, cenologia, e genetica ed etnobotanica. Referee board di diverse riviste scientifiche internazionali.E’ autore di numerosi articoli di rilevanza scientifica internazionale. E’ impegnato nella divulgazione scientifica con partecipazioni ad eventi quali: la Settimana della Cultura Scientifica (MIUR), Bioblitz (Comitato Nazionale BioBltiz Italia) , Fascination of  Plant Days (European Plant Science Organisation -EPSO).

Prof. Luciano Fratocchi, Presidente del Corso di laurea in Ingegneria gestionale, Università degli Studi dell’Aquila

  • Luciano Fratocchi è Professore associato di Ingegneria economico gestionale presso l’Università degli studi di L’Aquila, in cui è Presidente del Consiglio di Area Didattica in Ingegneria gestionale. Laureato con lode in Economia e commercio presso la LUISS Guido Carli di Roma, ha ottenuto un dottorato di ricerca in Direzione aziendale presso l’Alma Mater Studiorum Università degli studi di Bologna. E’ stato visiting student presso la School of Management dell’University of Bath (United Kingdom) ed il Department of International Business Studies dell’Università di Uppsala (Sweden). Nella sua carriera ha insegnato presso la Facoltà di Economia e commercio della LUISS Guido Carli, dell’Università di Ancona e dell’Università di L’Aquila. Ha inoltre svolto attività didattica in corsi post-laurea dell’Università di Roma “La Sapienza”. Attualmente è membro dei comitati tecnico-scientifici del Centro studi di Confindustria Abruzzo, del Polo dell’Innovazione delle aziende alimentari abruzzesi AGIRE, del Distretto tecnologico Qualità e Sicurezza degli Alimenti e della Fondazione Centro Studi Unione Nazionale Giovani Dottori Commercialisti. I suoi principali temi di ricerca sono i processi di internazionalizzazione, la gestione della supply chain e dell’innovazione gestionale, organizzativa e di marketing. Su queste tematiche ha scritto due libri con editori italiani e svariate decine di articoli in lingua italiana ed inglese per prestigiose riviste nazionali ed internazionali. E’ inoltre autore di due libri di supporto all’attività didattica e formativa.

Prof. Guglielmina Froldi, Dipartimento di Scienze del Farmaco, Scuola di Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Padova

  • Si laurea nel 1984 in Farmacia con il punteggio di 110/110 e lode all’Università degli Studi di Padova. Svolge attività di ricerca nell’ambito del Corso di Dottorato di Ricerca in Farmacologia e Tossicologia e ottiene il titolo nel 1991. Svolge attività di ricerca con il prof. Luiz Belardinelli nel laboratorio del Dipartimento di Farmacologia -divisione di Cardiologia- JHMHC, Università della Florida (U.S.A). Nel 1992 è ricercatore e nel 2006 è professore associato, settore disciplinare BIO/14- Farmacologia. Dal 1987 insegna Farmacologia, Farmacoterapia, Farmacognosia, e Documentazione sui Farmaci nei corsi di Laurea Specialistica di Farmacia e Chimica e Tecnologia Farmaceutiche, di Laurea in Scienze Erboristiche, Informazione Scientifica sul Farmaco e Scienze Farmaceutiche Applicate, per la Scuola di Farmacia Ospedaliera e nel Master in Comunicazione delle Scienze. L’attività scientifica è documentata da più di 60 lavori per esteso pubblicati in riviste per la maggior parte internazionali, da 65 proceedings e da più di 120 partecipazioni a congressi nazionali ed internazionali. L’attività editoriale è costituita da dieci capitoli inerenti argomenti di Farmacognosia, Farmacologia e Tossicologia. L’attività di ricerca è focalizzata sullo studio di piante medicinali, composti naturali e di sintesi con attività farmacologica a livello cardiovascolare, anche nell’invecchiamento.

Prof. Maria Amata Garito, UTIU – Università Telematica Internazionale Uninettuno

  • Maria Amata Garito è Rettore dell’Università Telematica Internazionale Uninettuno e Direttore del Network Nettuno

Prof. Silvio Garofalo, Medicina e Scienze della Salute, Università degli Studi del Molise

Prof. Yves Gaspar, Università Cattolica del Sacro Cuore

Prof. Giada Gasparini, Dipartimento DICAM, Università degli Studi di Bologna

  • Giada Gasparini è nata a Bologna il 16 dicembre 1974. E’ ingegnere civile strutturista e ricercatore confermato di Tecnica delle Costruzioni dal 2008 presso il Dipartimento DICAM, Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Bologna. Dal 2009 è titolare dei corsi “Laboratorio di Costruzione dell’Architettura IIA” e “Teoria delle Strutture” presso la Facoltà di Architettura “Aldo Rossi” dell’Università degli Studi di Bologna. Si è laureata nel luglio 2001 con lode in Ingegneria Civile all’Università di Bologna. Nel 2005 consegue il titolo di Dottore di Ricerca in “Meccanica delle Strutture” e nello stesso anno risulta vincitrice di un Assegno di Ricerca presso la Facoltà di Ingegneria di Bologna. Dal 2001 svolge attività scientifica nell’ambito dell’ingegneria sismica, con specifico riferimento ai seguenti temi di ricerca: analisi dei fenomeni torsionali indotti dall’azione sismica su edifici caratterizzati da eccentricità in pianta tra il centro di massa e il centro di rigidezza, inserimento di smorzatori viscosi nelle strutture per la mitigazione degli effetti dinamici del sisma, valutazioni di affidabilità strutturale, sviluppi analitici per la valutazione degli effetti dell’azione sismica su silos a fondo piano contenenti materiali granulari. E’ autore di oltre 80 pubblicazioni scientifiche, tra cui alcune sulle più prestigiose riviste internazionali.

Prof. Tecla Gasperi, Dipartimento di Scienze, Università degli Studi Roma Tre

Prof. Marcellino Gaudenzi, Dipartimento di Scienze Economiche e Statistiche, Università degli Studi di Udine

  • Professore ordinario di Metodi Matematici dell’Economia e delle Scienze Attuariale e Finanziarie presso l’Università degli Studi di Udine. Ex vicepreside della Facoltà di Economia, attualmente e’ il Coordinatore del Consiglio unificato delle Lauree Triennali di Economia di Udine. Laureato con lode in Matematica presso l’Università di Perugia. Ha conseguito il titolo di Magister Philosophiae  in Analisi Funzionale presso la Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste.  Ha pubblicato articoli nelle maggiori riviste scientifiche internazionali nel campo dell’Analisi Matematica (Journal of Differential Equations, SIAM Journal on Mathematical Analysis, Proceedings of The American Mathematical Society, Nonlinear Analysis, Mathematical Analysis and Applications), nel campo della Matematica Finanziaria (International Journal of Theoretical and Applied Finance, Decision in Economics and Finance, European Journal of Operational Research, Journal of Computational Finance, Computational Management Sciences) e Matematica Attuariale (Insurance: Mathematics and Economics, North American Actuarial Journal). E’ stato relatore in numerose conferenze internazionali e referee per molte tra le maggiori riviste internazionali di Matematica e Matematica Applicata. E’ referee stabile del database matematico internazionale MathSciNet.

Prof. Luciano Gaudio, Dipartimento di Biologia, Università degli Studi di Napoli Federico II

  • Laureato  in Scienze Biologiche, è Professore Ordinario di Genetica. Il suo campo di applicazione scientifica è  in particolar modo quello evoluzionistico, di mutagenesi e di biomonitoraggio. Ha lavorato per  vari periodi all’estero negli Stati Uniti, in Messico ed in Sudafrica. Ultimamente è interessato agli aspetti regolativi del meccanismo dello sviluppo del fiore in  Orchidaceae mediterrane. e allo studio di bioindicatori per il monitoraggio dell’ambiente marino. Ha ottenuto numerosi grant (nazionali, regionali e locali) per le sue ricerche. Durante gli anni è stato componente eletto del Consiglio di Amministrazione dell’Ateneo Federico II. E’ referee per progetti di ricerca internazionali. Ha svolto incarichi regionali in commissioni scientifiche. E’ stato delegato dell’Ateneo Federico II nel CdA dell’A.Di.S.U e ne è  stato Vicepresidente. E’ stato Direttore del Dipartimento delle Scienze Biologiche. Ha tenuto numerose conferenze divulgative sui temi della Biologia e della Genetica. Cura il Ciclo di Conferenze “Come alla corte di Federico II, ovvero parlando e riparlando di scienza” conferenze divulgative rivolte alla città, organizzate dall’Ateneo Federico II. E’ autore di oltre 120 pubblicazioni tra articoli su libri, su riviste e su atti di Convegni.

Prof. Giancarlo Genta, Dipartimento di ingegneria meccanica e aerospaziale, Politecnico di Torino

  • Nato a Torino nel 1948. Laureato in Ingegneria Aeronautica presso il Politecnico di Torino (1971) ed in Ingegneria Aerospaziale (1972) presso lo stesso Politecnico. Assistente incaricato (1971) e poi Assistente ordinario (1973) alla cattedra di Costruzione di macchine e tecnologie. Professore Incaricato dal 1976, ha tenuto per un anno il corso di Propulsori Astronautici e poi quello di Meccanica dell’autoveicolo, corso che gli è stato affidato dalla Facoltà anche dopo essere divenuto Professore Associato di altra materia. Professore Associato di Costruzione di Motori per Aeromobili presso la Scuola di Ingegneria Aerospaziale del Politecnico di Torino dal 1983. Professore Straordinario dal 1987 ed Ordinario dal 1990 di Costruzione di Motori per Aeromobili. Ha svolto attività didattica all’estero ed in Italia nell’ambito di programmi di cooperazione allo sviluppo, in Kenya, Somalia, India e presso il Bureau International du Travail. Dal 1996 è Socio Corrispondente e dal 2011 Socio Nazionale dell’Accademia delle Scienze di Torino. Dal 2001 è membro corrispondente e dal 2006 membro effettivo dell’Accademia Internazionale di Astronautica. Dal 1998 è coordinatore del Dottorato di ricerca in Meccatronica della Scuola di Dottorato del Politecnico di Torino. Dal 2008 è responsabile del corso di laurea in Ingegneria dell’Autoveicolo del Politecnico di Torino. Ha svolto attività di ricerca, principalmente nell’ambito della costruzione delle macchine, in particolare su argomenti riguardanti l’analisi strutturale statica e dinamica. È stato tra i promotori del Laboratorio Interdipartimentale di Meccatronica dove svolge attività di ricerca nei settori dei cuscinetti magnetici (attivi, passivi ed a superconduttori) e dei robot mobili. È autore di oltre 300 lavori scientifici che coprono vari settori della progettazione meccanica, pubblicate su riviste italiane, inglesi ed americane o presentate a congressi e di 4 brevetti. È autore di vari libri didattici e di ricerca, usati come libri di testo in varie università Italiane e Americane. È inoltre autore di vari testi divulgativi e di un romanzo.

Prof. Gianfranco Gianfrate, Finance , Università Commerciale Luigi Bocconi (Milano)

Prof. Sergio Ginesu, Dipartimento di Scienze della Natura e del Territorio, Università degli Studi di Sassari

Prof. Maria Rosaria Giovagnoli, Patologia Clinica, Università degli Studi di Roma La Sapienza

  • Docente della Facoltà di Medicina della Sapienza dal 1980, è attualmente Professore Ordinario di Patologia Clinica di Medicina e Psicologia.

Prof. Elisa Giunchi, Scienze Politiche, Università degli Studi di Milano

  • Dopo avere conseguito un master in studi islamici e un dottorato in storia presso l’Università di Cambridge, ha lavorato nella cooperazione allo sviluppo per le Nazioni Unite e diverse ONG. Dal 2001 è ricercatore presso l’Università degli studi di Milano, dove insegna Storia e istituzioni dei paesi islamici. E’ senior research fellow presso l’ISPI, dove coordina il programma Asia meridionale e Iran, partecipa al comitato redazionale di varie riviste accademiche e al comitato scientifico del CISIP. Ha pubblicato numerosi articoli su riviste italiane e straniere e diversi libri. Tra le sue pubblicazioni più recenti: “Islamization and judicial activism in Pakistan: what shari‘ah?”, Oriente Moderno, XCIII, 1, 2013; “The reinvention of the shar ‘a under the British Raj: Legal Orientalism and the search for authenticity”, The Journal of Asian Studies, 68, 4, 2010; Pakistan: islam, potere e democratizzazione, Carocci; Afghanistan:Storia e società nel cuore  dell’Asia, Carocci, 2007.

Prof. Luca Granieri, Calcolo delle Variazioni, Università degli Studi di Napoli Federico II

  • Ricercatore e docente a tempo determinato di matematica presso vari istituti di ricerca. L’ambito principale di ricerca è il Calcolo delle Variazioni. Autore di diverse pubblicazioni scientifiche e di divulgazione. Attualmente è assegnista di ricerca presso l’Università Federico II di Napoli.

Prof. Nicola Guerriero

Dr. Marco Guerzoni, Departments of Economics and Statistics, “Cognetti de Martiis”, Università degli Studi di Torino

  • Marco Guerzoni è ricercatore presso il Dipartimento di Economia e Statistica “Cognetti de Martiis” dell’Università di Torino. In passato ha ricoperto lo stesso ruolo presso il Dipartimento di Economia e Business Administration dell’Università Friedrich Schiller a Jena. Marco ha master in Industry and Innovation Analysis conseguito allo SPRU (Sussex University)e un dottorato di ricerca in Scienze Economiche  dell’Università degli Studi di Milano. Negli ultimi anni, ha collaborato con diverse istituzioni in Italia ed in Europa. Marco si occupa di economia e management dell’innovazione e della tecnologia.

Prof. Gianni Guidetti, Dipartimento di Biologia e Biotecnologie, Università degli Studi di Pavia

  • Laureato in Scienze Biologiche e Dottore di ricerca in Biochimica e Fisiologia Molecolare dei Sistemi Membranali, attualmente è ricercatore confermato presso l’Università degli Studi di Pavia. Svolge attività di docenza nell’ambito del corso di Laurea in Biotecnologie con il corso di Enzimologia Generale e Applicata e del corso di Laurea Magistrale in Molecular Biology and Genetics con il corso Biochemistry of Macromolecules. La sua attività di ricerca è orientata verso lo studio dei meccanismi molecolari implicati nella fisiologia delle piastrine e nei processi di trombosi ed emostasi. In particolare ha focalizzato i suoi studi sulla comprensione dei meccanismi di attivazione piastrinica supportati da recettori integrinici e da proteine G monomeriche. Recentemente ha partecipato a progetti di ricerca volti a definire gli effetti dell’esposizione delle cellule del sangue a materiali nanostrutturati, derivanti da attività urbane e industriali, e a nanoparticelle ingegnerizzate per applicazioni biomediche. È coautore di diversi lavori scientifici pubblicati su riviste internazionali e presentati a congressi nazionali e internazionali.

Prof. José M. Kenny, Scienza e Tecnologia dei Materiali , Università degli Studi di Perugia

  • José M. Kenny è Professore Ordinario di Scienza e Tecnologia dei Materiali presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università degli Studi di Perugia ed è anche Presidente del CdA e Direttore del European Center for Nanostructured Polymers – ECNP. Il Prof. Kenny ha svolto attività di ricerca e docenza presso diverse università italiane e straniere: Università di Napoli (1984-1991), Università del Connecticut (1989), Università di Washington (1990), Washington University of Saint Louis (1991) e L’Istituto per la Scienza e Tecnologia dei Polimeri dello CSIC a Madrid (2009-2012). In più di 30 anni di attività accademica in Italia e all’estero, egli ha prodotto più di 420 pubblicazioni scientifiche sulle tecnologie dei materiali polimerici, compositi e nanocompositi e sulle loro applicazioni nei settori aerospaziale, automobilistico, dell’energia, dell’elettronica, dei biomateriali, ecc.. Il Prof. Kenny ha coordinato numerosi progetti nazionali ed internazionali di ricerca inclusa la Rete Europea d’Eccellenza “NANOFUN-POLY” su materiali polimerici nanostrutturati e nanocompositi. Egli è membro di diverse società scientifiche italiane e straniere ed è Past-President del SAMPE Europe (Society for the Advancement of Material and Process Engineering) e Vicepresidente del SAMPE Italia. Ha recentemente ricevuto i premi “SAMPE Fellow” (2011) e il Premio “Raices” del Ministero della Ricerca della Repubblica Argentina.

Prof. Sandro La Vignera, Endocrinologia ed Endocrinologia, Università degli Studi di Catania

  • Specialista in Endocrinologia e Malattie del Ricambio ad indirizzo Andrologico; Dottore di Ricerca in Scienze Andrologiche, della Riproduzione Umana e Biotecnologiche; Ricercatore Universitario S.S.D. MED 13 (Endocrinologia) – Università degli Studi di Catania; Dirigente Medico U.O.C. di Andrologia ed Endocrinologia – A.O.U. “Policlinico-Vittorio Emanuele” di Catania; Docente Scuola “Facoltà di Medicina”; Dottorato “Medicina Sperimentale Clinica e Fisiopatologia Cellulare”; Dottorato “Biomedicina Traslazionale”; Scuola Superiore (Mediterranean University Center) – Università degli Studi di Catania; Membro Commissione Scientifica Società Italiana di Andrologia e Medicina della Sessualità (SIAMS)

Prof. Paolo Laccetti, Department of Biology, Università degli Studi di Napoli Federico II

Prof. Ivan Lanese, Dipartimento di Informatica – Scienza e Ingegneria, Università degli Studi di Bologna

  • Ricercatore in Informatica presso il Dipartimento di Informatica – Scienza e Ingegneria dell’Università di Bologna. Laureato in Informatica presso l’Università di Pisa e presso la Scuola Normale Superiore di Pisa. Dottorato in Informatica presso l’Università di Pisa. Post-doc e poi ricercatore presso l’Università di Bologna. Attualmente si occupa di metodi formali per lo sviluppo e la verifica del software, con particolare attenzione all’adattabilità e alle computazioni reversibili. E’ coautore di oltre 50 pubblicazioni in atti di conferenze e riviste del settore.

Prof. Gianluigi Liberti, Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima, Consiglio Nazionale delle Ricerche

Prof. Orazio Licandro, Dipartimento di Scienze Giuridiche, Università degli Studi Magna Græcia di Catanzaro

  • Nato a Catania (1962), professore ordinario presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche, Storiche, Economiche e Sociali dell’Università Magna Græcia di Catanzaro, ove insegna Diritto romano, Diritto romano II, Epigrafia e Papirologia giuridica. Insegna altresì Epigrafia giuridica presso il Corso di Alta Formazione in Diritto Romano dell’Università La Sapienza di Roma. La variegata e ampia produzione scientifica – oltre 50 pubblicazioni, tra libri e saggi apparsi su riviste internazionali, atti di convegni, raccolte di studi – spazia dal diritto costituzionale a tematiche di diritto privato e processuale, dall età arcaica a quella tardoantica. Impegnato sul versante dell’informatica romanistica, è membro del Centro Interuniversitario per l Informatica Romanistica (C.I.R.) e del gruppo di ricerca BIA entrambi diretti da Nicola Palazzolo, e co-autore di diversi strumenti informatici applicati alla scienza romanistica. È Direttore del Laboratorio di Epigrafia e Papirologia Giuridica, Condirettore di Minima Epigraphica et Papyrologica. Fa parte del Comitato di Direzione del Bullettino dell’Istituto di diritto romano Vittorio Scialoja ed è membro del Comitato di Redazione di IVRA. Rivista internazionale di diritto romano. Dal 2011 fa parte del Comitato scientifico di Studia et Documenta Historiae et Iuris e degli Atti dell’Accademia Romanistica Costantiniana. È altresì membro del Comitato scientifico della Collana Collectanea Græco-Romana. Strumenti e studi per la ricerca stori-co-giuridica, edita da Giappichelli Editore (Torino). Dal 2012 dirige la Collana Fra Oriente e Occidente, edita da L’Erma di Bre-tschneider (Roma). È stato parlamentare del Pdci nella XV legislatura, ricoprendo gli incarichi di capogruppo nelle Commissioni parlamentari Affari costituzionali e Antimafia.

Prof. Michaëla Liuccio, Sociologia della salute e della medicina, Università degli Studi di Roma La Sapienza

  • Michaëla Liuccio è Vice Presidente del corso di laurea magistrale in Comunicazione Scientifica Biomedica, “la Sapienza”, Università di Roma. E’ Professore aggregato e Ricercatore. E’ autrice di numerosi saggi e articoli sul tema del corpo, cultura e salute. Attualmente la sua attività di ricerca è centrata sul rapporto rischio, salute e società. Tra le ultime pubblicazioni: Liuccio M.(2012), Giovani, salute e società, Egea. Milano; Liuccio M.(a cura di) (2012), La società pandemica, Roma, Carocci.

Prof. Caterina Lombardo, Psicologia Clinica, Università degli Studi di Roma La Sapienza

  • E’ Professore Associato di Psicologia Clinica presso l’Università Sapienza di Roma, dove è titolare di due insegnamenti: Psicologia Clinica e Psicodiagnostica e Psicopatologia. E’ membro della Giunta e della Commissione Bioetica del Dipartimento di Psicologia. Svolge attività di ricerca su temi di psicologia clinica quali: le caratteristiche personali come il perfezionismo o la difficoltà di regolare le proprie emozioni, che possono accrescere il rischio di sviluppare disturbi del sonno, dell’alimentazione e dell’umore; l’efficacia dei trattamenti psicologici di questi disturbi; i metodi di studio della psicologia clinica. Su questi temi ha pubblicato numerosi articoli scientifici su riviste internazionali e nazionali, nonché volumi e capitoli di volumi editi da note case editrici (p.e. Carocci, LED).

Prof. Claudio Luparello, Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche, Chimiche e Farmaceutiche, Università degli Studi di Palermo

  • Nato a Palermo il 6/3/62 si è laureato in Scienze Biologiche presso l’Università di Palermo nel 1984 ed ha successivamente conseguito il dottorato di ricerca in Biologia Cellulare, ed è stato selezionato per una borsa triennale AIRC e per una borsa CEE presso l’Università di Liverpool (UK). Attualmente è Professore Straordinario di Citologia e Istologia presso il Corso di Laurea in Scienze Biologiche dell’Università di Palermo, si occupa dello studio del comportamento proliferativo ed invasivo e dell’espressione del fenotipo di cellule tumorali mammarie umane in differenti condizioni microambientali in vitro. E’ autore di numerose comunicazioni a congressi nazionali ed internazionali e di 50 pubblicazioni internazionali su riviste di biochimica, biologia cellulare ed oncologia.

Prof. Laura Maggi, Neuroimmunologia, Università degli Studi di Roma La Sapienza

  • Laura Maggi è ricercatrice universitaria presso il laboratorio di Neuroimmunologia dell’Università Sapienza di Roma dove studia l’ interazione fra il sistema immunitario e il sistema nervoso. Ha lavorato presso prestigiosi istituti internazionali come la Scuola Internazionale di Studi Avanzati (SISSA) di Trieste e l’ EMBL (European  Molecular biology Laboratory) di Monterotondo. Ha partecipato a numerosi corsi e congressi Internazionali e i  risultati del suo lavoro sono stati riportati in articoli scientifici pubblicati in qualificati giornali internazionali come Proceedings of the National Academy of Sciences (PNAS), Journal of Neuroscience, Molecular Psychiatry, Science ecc. Dal 2006 è socia fondatrice dell’ associazione culturale “Formascienza”, per la diffusione del pensiero scientifico (sito web:www.formascienza.org). Ha partecipato a  progetti europei di divulgazione scientifica come l’ “European City of Science “ di Parigi e il Progetto Europeo Atonium Culture.

Prof. Pierpaolo Marano, Università Cattolica del Sacro Cuore

  • Pierpaolo Marano è Professore associato presso la Facoltà di Scienze Bancarie, Finanziare e Assicurative dell’Università Cattolica del Sacro Cuore – sede di Milano, dove è titolare dei corsi di Diritto delle Assicurazioni e di Diritto Commerciale. Scholar in residence presso l’University of Connecticut – Law School, Insurance Law Center, è stato visiting lecture presso la National Taiwan University e l’Università di Lovanio. Relatore in oltre centocinquanta convegni e seminari in Italia e all’estero e autore di più di settanta pubblicazioni scientifiche, nazionali e internazionali, è Associate editor delle riviste “Journal of Insurance Issues” e ”Insurance Law Review”. Fa parte della giunta esecutiva di AIDA Europe e AIDA Italia (Associazione Internazionale di Diritto delle Assicurazioni) ed è Vice-Chairman del gruppo di lavoro “Distribution of insurance products” costituito da AIDA Worldwide. Nel 2012, è stato nominato dall’Autorità Europea di Vigilanza sulle Assicurazioni e le Pensioni Aziendali – EIOPA – membro accademico dello Insurance and Reinsurance Stakeholder Group.

Prof. Paolo Maria Mariano, Meccanica dei Solidi, Università degli Studi di Firenze

  • Insegna meccanica dei solidi nell’Università di Firenze dal 2005 e ha insegnato dal 2010 al 2013 meccanica teorica nella Scuola Normale Superiore di Pisa. Ha tenuto corsi e cicli di seminari in varie università straniere tra cui l’Università di Zurigo, quella di Madrid, di Versailles, di Poitiers, il MIT, l’Accademia Polacca delle Scienze, la Northwestern University, l’Ecole Polytechnique di Parigi, il Wierstrass Institute di Berlino ecc. E’ associate editor delle riviste Mathematical Methods in the Applied  Sciences (Wiley), SEM (Word Scientific) e fa parte del comitato  editoriale di Prometeo. La sua attività di ricerca riguarda la formulazione e lo sviluppo di modelli matematici del comportamento meccanico di materiali complessi.  E’ autore di più di 150 pubblicazioni in lingua inglese tra articoli, libri curati, capitoli di volumi.

Prof. Francesco Marinello, Dipartimento di Territorio e Sistemi Agro-Forestali, Università degli Studi di Padova

  • Francesco Marinello (classe 1978) si è laureato in Ingegneria Meccanica nel 2003, e nel 2006 ha completato il Dottorato di ricerca in Ingegneria della Produzione Industriale (all’Università di Padova, in cotutela con la Technical University of Denmark). Tra il 2007 e il 2010 è stato assegnista di ricerca, prima presso il CIVEN, Coordinamento Interuniversitario Veneto per le Nanotecnologie, a Venezia, e poi presso il DIMEG, Dipartimento di Innovazione Meccanica e Gestionale dell’Università di Padova. Tra 2011 e il 2012 ha lavorato presso MeteRSit Srl, azienda di Rovigo impegnata nella produzione e collaudo di strumenti di precisione per la misura di flussi di aria e gas, in qualità di responsabile qualità e controlli. Dal 2012 è ricercatore e professore aggregato dell’Università di Padova, presso il Dipartimento di Territorio e Sistemi Agro-Forestali, con attività di ricerca su ambiti di metrologia e sensoristica e sull’introduzione di tecnologie innovative in ambito agricolo e forestale. Nel 2013 un suo lavoro è stato premiato con l’Alan Glanvill Award; nel 2007 ha vinto il Primo Premio per la categoria Tesi di Dottorato, nell’ambito della VI edizione del Premio Regionale per l’Innovazione.

Prof. Andrea Marini, Dipartimento di Scienze Umane, Università degli Studi di Udine

  • Andrea Marini è ricercatore confermato di Psicologia Generale (M-PSI/01) presso il Dip.to di Scienze Umane dell’Università di Udine. Si è laureato in Linguistica (Università di Roma Tor Vergata) nel 1998. Nel 2002 ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Neuropsicologia (Università La Sapienza). Dal 2002 al 2004 è stato titolare di borse di post-doc (IRCCS Santa Lucia, Roma) per lo studio dei disturbi comunicativi e linguistici in pazienti afasici e con lesioni emisferiche destre. Nel 2005/06 è stato assegnista di Ricerca presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Udine. Dal 2007 è ricercatore (confermato dal 2010) in Psicologia Generale. Dal 2005 è responsabile scientifico (Senior Researcher) di ricerche concernenti le modalità di elaborazione del linguaggio in pazienti adulti e in età evolutiva presso gli IRCCS “Santa Lucia” di Roma, e “E. Medea”, polo del Friuli Venezia Giulia. A partire dal 2006 è stato Principal Invesigator e Research Unit Coordinator di 6 Ricerche Correnti finanziate dal Ministero della Salute. E’ membro del Consiglio di Dottorato in Neuroscienze Cognitive dell’Università di Trieste e del Consiglio della Scuola di Specializzazione in Psichiatria dell’Università di Udine. Svolge una intensa attività didattica tra gli Atenei di Udine (Psicologia del linguaggio, Psicologia Generale, Fondamenti di Psicolinguistica per Psichiatria, Neurolinguistica, Psicologia dello sviluppo, Fisiologia e clinica dei disturbi del linguaggio), Trieste (Psicolinguistica) e Roma “Tor Vergata” (Linguistica clinica). Nel 2013 è Visiting Professor presso la East Carolina University (USA) e Direttore editoriale della collana “Neuroscienze, Psicologia, Educazione” Carocci Editore. Ha partecipato come relatore invitato a numerosi convegni nazionali ed internazionali ed è autore di 4 monografie, numerosi capitoli in libri di rilevanza nazionale ed internazionale e articoli pubblicati su riviste con Impact Factor e soggette a peer-review di rilievo internazionale.

Prof. Carmelo Marisca, Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Ambientali e Metodologie Quantitative, Università degli Studi di Messina

Prof. Pietro Matricardi, , Università degli Studi di Roma La Sapienza

Dr. Serenella Medici, Dipartimento di Chimica e Farmacia, Università degli Studi di Sassari

  • Ricercatrice presso il Dipartimento di Chimica e Farmacia dell’Università di Sassari e professore aggregato di Chimica Generale e Inorganica per il corso di laurea in Scienze Agrozootecniche dello stesso Ateneo. Ha lavorato presso centri di ricerca prestigiosi, sia all’estero che in Italia. Nella sua attività di ricerca si occupa prevalentemente delle interazioni dei metalli con molecole di interesse biologico (specialmente proteine coinvolte nelle malattie neurodegenerative e farmaci chelanti), della tossicità delle nanoparticelle, e delle applicazioni della chimica analitica nel campo dei beni culturali. Tali studi hanno prodotto numerose pubblicazioni in riviste scientifiche internazionali e in libri tematici. Da oltre quindici anni svolge attività didattica in diverse discipline della Chimica, e partecipa alla divulgazione scientifica attraverso progetti a carattere europeo, come ad esempio il Progetto Lauree Scientifiche e il Progetto Comenius.

Prof. Alberto Melloni, Storia, Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

Prof. Laura Mercolini, Dipartimento di Farmacia e Biotecnologie, Alma Mater Studiorum, Università di Bologna.

  • E’ Ricercatore in Chimica Farmaceutica presso il Dipartimento di Farmacia e Biotecnologie dell’Alma Mater Studiorum – Universita’ di Bologna. E’ ricercatore anche presso il Centro Interdipartimentale per la Ricerca Industriale, Polo Didattico di Rimini dell’Universita’ di Bologna. E’ docente di Analisi Chimico-Tossicologica per il Corso di Studi in Scienze Farmaceutiche Applicate della Scuola di Farmacia, Biotecnologie e Scienze Motorie. E’ esperta di sviluppo e convalida di metodiche strumentali avanzate per l’analisi di farmaci e sostanze d’abuso in campioni biologici e non biologici. Ha svolto attivita’ di ricerca presso Universita’, Laboratori e Industrie Farmaceutiche all’estero ed e’ membro di societa’ scientifiche tra cui la Societa’ Chimica Italiana (SCI) e la Societa’ Italiana di Tossicologia (SITOX). E’ nel Referee board di numerosi giornali scientifici di analisi e prende parte ai lavori di diversi progetti di ricerca italiani e internazionali nel settore della Chimica Farmaceutica. Ha fatto parte del Comitato Organizzatore di numerosi Congressi e Seminari su tematiche analitiche. E’ stata chairperson di differenti convegni di Analisi Farmaceutica. E’ autore di più di 40 articoli originali pubblicati su riviste scientifiche internazionali ed e’ stata relatore di più di 100 comunicazioni in occasione di congressi nazionali e internazionali.

Prof. Stefania Merighi, Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale, Università degli Studi di Ferrara

  • Laureata in Biologia Summa cum Laude, Università di Ferrara. Ricercatore Universitario Confermato presso il Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale, Sezione di Farmacologia, Università di Ferrara.E’ membro della Società Italiana di Farmacologia e del Purine Club. Ha ottenuto una borsa di ricerca della Società Italiana di Farmacologia per l’avanzamento dei programmi di ricerca tramite soggiorno presso laboratori stranieri (2002). E’ risultata vincitrice del Premio Farmindustria per ricerche farmacologiche nell’anno 2006. Ha ottenuto un finanziamento, in qualità di responsabile, nell’ambito dei Progetti di ricerca originali riservati a Giovani Ricercatori, anno 2006, Università degli Studi di Ferrara. L’attività di ricerca è documentata da 80 articoli pubblicati su riviste internazionali peer-reviewed e da numerose comunicazioni a congressi nazionali e internazionali.

Prof. Luciano Mescia, Dipartimento di Ingegneria Elettrica e dell`Informazione, Politecnico di Bari

  • Luciano Mescia è nato a Foggia nel 1973, nel 2004 riceve il titolo di dottore di ricerca in Ingegneria Elettronica, curriculum Elettromagnetismo, e dal 2005 è in servizio presso il Dipartimento di Ingegneria Elettrica e dell’Informazione (DEI) del Politecnico di Bari come ricercatore universitario. L’attività di ricerca teorica/sperimentale di Luciano Mescia rientra nel campo dell’elettromagnetismo ed in particolare riguarda: progettazione e realizzazione di dispositivi operanti alle frequenze delle microonde, progettazione di dispositivi attivi e passivi in fibra ottica e di dispositivi ottici per il monitoraggio ambientale, progettazione di innovative antenne per la trasformazione dell’energia termica in energia elettrica. Luciano Mescia è anche impegnato in attività di ricerca puramente teoriche riguardanti l’interazione della radiazione elettromagnetica ionizzante e non ionizzante con la materia, lo sviluppo di algoritmi di tipo evoluzionistico come algoritmi genetici, reti neurali artificiali, lo sviluppo di algoritmi basati su swarm intelligence. E’ coautore di svariate pubblicazioni su riviste internazionali, di un libro a diffusione internazionale ed è coinvolto in numerosi progetti  di ricerca nazionali e internazionali. E’ tutor di studenti di dottorato di ricerca, collabora con ricercatori appartenenti a diversi istituti di ricerca nazionali e internazionali, è referee di numerose riviste scientifiche internazionali nel campo della fisica, fotonica, e scienza dei materiali.

Prof. Antonio Micali, Dipartimento di Scienze Biomediche e delle Immagini, Università degli Studi di Messina

  • Il Prof. Antonio Micali, nato a Roma il 24 marzo 1957, è specialista in Anatomia ed Istologia Patologica. Insegna Istologia ed Embriologia nella Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Messina. Inoltre è docente di Anatomia in alcune Scuole di Specializzazione dello stesso Ateneo, tra cui Oftalmologia. La sua attività scientifica è testimoniata dalle numerose, oltre 30, pubblicazioni scientifiche sulle più autorevoli riviste mediche internazionali. Tra le più rilevanti si ricordano: The International Journal of Biochemestry & Cell Biology, Investigative Ophthalmology & Visual Science, The Journal of The Federation of American Societies for Experimental Biology, British Journal of Pharmacology ed Anatomical Records. E’ coautore del volume “Semeiotica della Cornea” di G.Ferreri e A.M. Roszkowska edito dalla Medical Books nel 2007. Il Prof. Micali ha inoltre partecipato, con ricerche originali comunicate personalmente, a più di 40 convegni nazionali ed internazionali. Attualmente dirige i Laboratori di Microscopia Elettronica e di Analisi d’Immagine del Dipartimento di Scienze Biomediche e delle Immagini Morfologiche e Funzionali di Messina.

Prof. Antonella Micolani, Dip. di Storia, Società e Studi sull’Uomo, Università del Salento (Lecce)

  • Nata a Cosenza il 12 giugno 1972, risiede in Lecce. Laureta in lettere classiche con la votazione di 110/110 e lode presso l’Università di Lecce. Ricercatrice e docente di Storia del Cristianesimo Antico e Storia della Chiesa presso i corsi triennali e magistrali delle Fac. di Lettere e Lingue dell’Università del Salento. Dal 2011 è referente scientifico responsabile dell’unità locale del progetto nazionale Prin 2009: Medioevo Latino. Ha fatto parte del collegio dei docenti del dottorato di ricerca della scuola superiore universitaria ISUFI di Lecce. E’ responsabile della redazione di Lecce del progetto nazionale Medioevo Latino , boll. bibl. di uscita internazionale. E’ tra i soci fondatori della CUSCC (Consulta universitaria per gli storici del Cristianesimo e delle Chiese). E’ socia SISMEL (Società Internazionale per lo studio del Medioevo Latino). E’ socia AIRS (Associazione italiana ricerche sui santuari). Durante la sua attività di ricerca ha redatto articoli sul tema relativo alla letteratura di traduzione dal greco al latino nel medioevo, concentrandosi in particolare sulla tradizione manoscritta di un testo di traduzione dell’XI secolo. Attualmente si sta occupando della trasmissione dei padri latini nel Medioevo collaborando con l’editore Brepols e della sequela Christi nelle opere di Gregorio Magno.

Prof. Placido  Mineo, Dipartimento di Scienze Chimiche , Università degli Studi di Catania

  • Docente di “Chimica Industriale” e di “Fondamenti di Chimica dei Polimeri” per il Corso di Laurea in Chimica Industriale del Dipartimento di Scienze Chimiche dell’Università di Catania. Laurea in Chimica all’Università di Messina, ha ottenuto il dottorato di ricerca in “Materiali Polimerici per Usi Speciali” presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Catania. Responsabile  “Assicurazione di Qualità”  (QA) del Corso di Laurea in Chimica Industriale, è membro del Collegio Docenti del Dottorato di Ricerca in “Scienza e Tecnologia dei Materiali” – Università degli Studi di Catania. Membro della Commissione Scientifica fondi Progetti di Ricerca di Ateneo. Responsabile del “Laboratorio Polimeri” del Dipartimento di Scienze Chimiche. Ricercatore associato presso l’Istituto per i Processi Chimico-Fisici del CNR; L’attività di ricerca è volta alla progettazione, alla sintesi ed alla caratterizzazione strutturale e funzionale di polimeri per usi speciali da impiegare nell’ambito della sensoristica molecolare e dell’optoelettronica. Autore di oltre 65 Pubblicazioni su riviste Internazionali e di circa 60 in atti di congressi, è titolare di tre brevetti Industriali. Membro di numerose società scientifiche: American Chemical Society (ACS); Consorzio Interuniversitario Nazionale per la Scienza e Tecnologia dei Materiali (INSTM);   Società Chimica Italiana (SCI);  American Nano Society (ANS). E’ nel Referee Board e nell’Editorial Board di numerose riviste Internazionali.

Prof. Marco Minozzo, Dipartimento di Scienze Economiche, Università degli Studi di Verona

Prof. Francesca Mocci, , Università degli Studi di Cagliari

Prof. Tullio Monetta, Tecnologie dei Materiali ed Impianti Industriali, Università degli Studi di Napoli Federico II

  • Dottore in Ingegneria Chimica, Universita’ degli Studi di Napoli Federico II. Dottore di Ricerca in “Tecnologie dei Materiali ed Impianti Industriali”. Professore di “Trattamenti superficiali dei Materiali” presso l’ Universita’ degli Studi di Napoli Federico II. Le esperienze maturate nell’iter professionale e scientifico dell’Ing. Tullio Monetta sono state indirizzate alle problematiche inerenti i trattamenti superficiali dei materiali, alla progettazione di impianti di trattamento innovativi, alla redazione e valutazione di progetti di ricerca proposti da aziende o Università ed il successivo coordinamento delle attività di ricerca. In particolare l’Ing. Monetta, relativamente alla sua attività scientifica, si è occupato dello studio dei fenomeni di degrado dei materiali metallici e delle tecniche industrialmente utilizzabili per il mantenimento delle loro prestazioni in relazione alla vita stimata del prodotto. Ha approfondito lo studio delle problematiche inerenti i fenomeni di corrosione e dei rivestimenti organici ed inorganici. Nel settore dei materiali polimerici ha maturato significative esperienze sia nel campo dei processi tradizionali che di quelli innovativi. Relativamente a quest’ultimo aspetto ha progettato un impianto industriale, on-line, per l’aumento della tensione superficiali di film poliolefinici, via plasma freddo. L’Ing. Monetta è stato invitato a condurre ricerche presso il Polytechnic University di New York., ha una collaborazione pluriennale con il Dipartimento di Ingegneria di Materiali e della Produzione dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”. Autore di 80 pubblicazioni scientifiche

Prof. Roberta Mongillo, Facoltà di Giurisprudenza, Università degli Studi del Sannio (Benevento)

  • Roberta Mongillo è ricercatore confermato e professore aggregato di Diritto commerciale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi del Sannio. Ha avuto numerosi incarichi di insegnamento, tra i quali Istituzioni di diritto privato, Diritto delle assicurazioni, Diritto dei mercati finanziari, Diritto commerciale e Diritto industriale, presso la Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Foggia, la Facoltà di Scienze Politiche, Sociali e del Territorio dell’Università degli Studi del Salento, la Facoltà di Economia dell’Università Politecnica delle Marche, la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Camerino. Dal 2003 è iscritta all’albo degli avvocati di Benevento. Dottore di ricerca in “I problemi civilistici della persona”, è autrice di monografie, saggi e altri lavori, anche in inglese, in tema di contratti, di risoluzione per inadempimento, di vendita di beni di consumo, di patti parasociali, di beni ad uso promiscuo, di credito al consumo, di diritto d’autore, di marchi, di vendite a distanza, di dispositivi medici e di tutela della salute. Ha partecipato a numerosi convegni ed incontri di studio sia in Italia sia all’estero.

Prof. Emanuele Montomoli, Dipartimento di Medicina Molecolare, Università degli Studi di Siena

  • Emanuele Montomoli è nato a Siena il 26 settembre 1968. Ha conseguito la maturità nell’anno scolastico 1987/88. Nello stesso anno si è iscritto alla Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali dell’Università degli Studi di Siena dove si è laureato nell’Anno Accademico1996/97. Si è specializzato in Biochimica Clinica nell’anno accademico 2000/01 discutendo. E’ socio della Società Italiana di Igiene e Medicina Preventiva. E’ membro del Board Scientifico della “International Society for Influenza & other Respiratory Virus Diseases”. E’ membro del Comitato di indirizzo della Agenzia Regionale di Sanità della Regione Toscana. È Autore di più di 50 pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali e nazionali.

Prof. Concetta Maria Nanna, Sistemi giuridici ed economici del Mediterraneo: società, ambiente, culture – Taranto, Corso di Laurea in Giurisprudenza, Università degli Studi di Bari Aldo Moro

  • La Prof.ssa Concetta Maria Nanna si è  laureata in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Bari con 110/110 e lode, riportando in tutti i 21 esami del Corso stesso la votazione di 30/30 e lode. Dopo aver conseguito numerosi riconoscimenti e premi per il curriculum studiorum e per la tesi di laurea, è divenuta cultrice di Istituzioni di diritto privato(SSD IUS/01), presso la Facoltà di Giurisprudenza di Bari. Con decorrenza 1 maggio 2001 è ha preso servizio come Ricercatore universitario presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Bari, per il SSD IUS/01. Dopo aver ottenuto diverse supplenze di insegnamenti, ed aver pubblicato numerosi saggi e lavori monografici, è stata chiamata come Professore associato presso la II Facoltà di Giurisprudenza di Bari (sede di Taranto), dove, dal 1 marzo 2008, insegna Istituzioni di diritto privato e Diritto della contrattazione immobiliare. Fin dal 2001 è membro del collegio dei docenti del Dottorato di ricerca in “Diritto ed economia dell’ambiente”( attualmente Dottorato in “Diritto” -  Indirizzo in “Diritto ed economia dell’ambiente”), presso la Facoltà di Giurisprudenza di Bari. E’ stata relatrice in convegni, ed ha recentemente svolto una lezione in materia di elettrosmog, nell’ambito del Master di diritto ambientale organizzato dall’Università Conception dell’Uruguay (Argentina).

Prof. Fabio Naro, Dipartimento di Scienze Anatomiche, istologiche, medico legali e dell’apparato locomotore, Università degli Studi di Roma La Sapienza

  • Professore Associato, insegna Istologia e Embriologia. Presidente del Corso di Laurea Magistrale Interclasse in Comunicazione Scientifica Biomedica. Ultime pubblicazioni: Jaafar R., Zeiller C., Pirola L., Di Grazia A., Naro F., Vidal H., Lefai E., Némoz G., “Phospholipase D Regulates Myogenic Differentiation through the Activation of Both mTORC1 and mTORC2 Complexes”. J Biol Chem. 286: 22609-21, 2011; Fassina L, Di Grazia A, Naro F, Monaco L, De Angelis MG, Magenes G., “Video evaluation of the kinematics and dynamics of the beating cardiac syncytium: an alternative to the Langendorff method”. Int J Artif Organs 34:546-58, 2011.

Dr. Romina Nassini, Department of Health Sciences, Università degli Studi di Firenze

  • Romina Nassini si è laureata in Scienze Biologiche (settembre 2005) presso l’Università degli Studi di  Firenze con una tesi dal titolo “L’antagonismo dei recettori A2A dell’adenosina in un modello di ischemia cerebrale focale nel ratto” (votazione 110/110), ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Fisopatologia Clinica e dell’Invecchiamento, presso il Dipartimento di Area Critica Medico Chirurgica dell’Università di Firenze (Gennaio 2006-Dicembre 2009) con una tesi dal titolo “The TRPA1 channel, more than just a spice receptor. Role in inflammation and pain transmission”. Durante il periodo di Dottorato ha svolto attività di ricerca presso l’Università della California a San Francisco (UCSF) (come visiting scientist) presso il gruppo di ricerca diretto dal Prof Nigel W. Bunnett. Ha rivestito la posizionela posizione di Ricercatore a tempo determinato (art. 1 comma 14 L 230/05) presso il Dipartimento di Farmacologia Preclinica e Clinica dell’Università degli Studi di Firenze (2010-2013). Attualmente riveste la posizione di Ricercatore a tempo determinato (Legge 240/10)  presso il Dipartimento di Scienze della Salute, Università degli Studi di Firenze. La sua attività scientifica è focalizzata principalmente sullo studio dei meccanismi coinvolti nei processi dell’infiammazione neurogenica ed alle sue implicazioni nella patologia dolorosa ed irritante in vari organi ed apparati. Il suo interesse è stato rivolto allo studio del canale ‘transient receptor potential ankyrin 1’ (TRPA1) espresso a livello dei neuroni sensitivi primari che hanno condotto alla produzione di una serie di articoli pubblicati su riviste ad elevato ‘impact factor’ (PNAS, J Clin Invest, FASEB journal, Brain).

Prof. Bruno Neri, Ingegneria Elettronica, Università di Pisa

  • Bruno Neri si è laureato con lode, nel 1980,  in Ingegneria Elettronica presso l’Università di Pisa, è attualmente Professore Ordinario ed è stato titolare di corsi di Elettronica sia di base che  specialistici nei settori della strumentazione, delle microonde, dei sistemi wireless. Dal 2002 al 2010 è stato Direttore del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione e dal 2010 è Presidente del Corso di Studi in Ingegneria Elettronica.  La sua attività di ricerca riguarda la progettazione di circuiti integrati a radiofrequenza e a microonde, per applicazioni nel campo della telefonia mobile, del monitoraggio ambientale, della bioingegneria, della sicurezza. E’ coautore di oltre cento lavori pubblicati su riviste specialistiche e atti di congressi Internazionali. Attualmente presta la sua opera in qualità di Consulente Tecnico di Parte, esperto di Strumentazione e Telecomunicazioni, nel processo per il naufragio della nave da crociera Costa Concordia. Nel 2011, per i suoi meriti scientifici e il contributo alle attività istituzionali, è stato insignito dell’Ordine del Cherubino dell’Università di Pisa. Bruno Neri è coautore di oltre cento lavori pubblicati su riviste specialistiche e atti di congressi Internazionali.

Prof. Joana Nery, Università degli Studi di Torino

Prof. Marco Novarese, Economia Politica, Università degli Studi del Piemonte Orientale Amedeo Avogadro (Vercelli)

  • Marco Novarese è professore associato di Economia Politica, presso l’Università del Piemonte Orientale. Si occupa di Economia Comportamentale e Cognitiva, Apprendimento e didattica. E’ direttore di Nep – New Economic Papers, il più importante progetto Open Source  di diffusione di articoli scientifici. Cura una rubrica sul blog dell’Indice dei Libri.

Prof. Valeria M. Nurchi, Dipartimento di Scienze Chimiche, Università degli Studi di Cagliari

Prof. Alessandro Orsini, Sociologia politica, LUISS – Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli (Roma)

  • Alessandro Orsini (Napoli, 1975) è professore aggregato di Sociologia politica nell’Università di Roma “Tor Vergata” e nell’Università LUISS “Guido Carli”; è Research Affiliate presso il Massachusetts Institute of Technology dove è stato per due volte Visiting Scholar, prima presso il Center for International Studies e poi presso il Department of Political Science; è membro dell’Editorial Board di “Studies in Conflict and Terrorism”, tra le maggiori riviste scientifiche internazionali specializzate in studi sul terrorismo; è membro del Radicalization Awareness Network istituito dalla Commissione Europea per analizzare e prevenire i processi di radicalizzazione che conducono al terrorismo. Autore di otto volumi, il suo “Anatomia delle Brigate rosse. Le radici ideologiche del terrorismo rivoluzionario” (Rubbettino), dopo avere vinto il Premio Acqui 2010 nella sezione scientifica, è stato tradotto negli Stati Uniti per i tipi della Cornell University di New York (Ivy League) ed è stato classificato tra i libri più importanti del 2011 dalla rivista “Foreign Affairs”. La rivista di Harvard “Journal of Cold War Studies” lo ha definito “un libro di alto prestigio intellettuale”. E’ stato invitato a esporre i suoi studi sul terrorismo in numerose Università americane, tra cui Harvard, MIT, Johns Hopkins, Brookings Institution, Boston College, Trinity College. Il suo ultimo libro, “Gramsci e Turati. Le due sinistre”, definito da Roberto Saviano “la più bella riflessione teorica sulla sinistra fatta negli ultimi anni” (la Repubblica, 28 febbraio 2012) ha suscitato un ampio e vivace dibattito che si è prolungato per mesi sui principali quotidiani nazionali.

Prof. Paolo M. Ossi, , Politecnico di Milano

Prof. Maurizio Paci, Dipartimento di Scienze e Tecnologie Chimiche, Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Prof. Massimo Palma, Meccanica Quantistica, Università degli Studi di Palermo

  • Professore associato presso l’Università degli studi di Palermo, già professore associato presso l’università degli studi di Milano. Docente dei corsi di Meccanica Quantistica e di Ottica Quantistica. E’ stato ricercatore a contratto presso il Clarendon Laboratory di Oxford e academic visitor presso l’Imperial College di Londra, Il Max Planck Institute di Monaco di Baviera, ed il Center for Quantum Technologies della National University of Singapore.  Dai primi anni novanta si occupa di teoria quantistica dell’informazione e di tecnologie quantistiche.

Prof. Beniamino Palmieri, Chirurgia generale, Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

  • Professore associato di Chirurgia generale, da sempre ha espresso nella sua filosofia professionale una spiccata originalità sviluppata attraverso la messa a punto di tecniche chirurgiche innovative, diagnostici, strumentazione chirurgica e terapeutica, medical devices, farmaci e  nutraceutici. Autore di numerosi articoli, libri e brevetti internazionali, ha dedicato particolare attenzione al rapporto medico-paziente sia Sul piano della comunicazione che della informazione medico scientifica; a tal proposito ha sviluppato specifici networks di consultazione tra cui “Il counseeling del secondo parere” (web site poliambulatorio del secondo parere, per  casi difficili e complessi e problemi diagnostico terapeutici non felicemente risolti) e Medico cura te stesso (per ottimizzare il dialogo con il  paziente e ponendosi il medico  verso il  suo interlocutore come pradigma e testimonial vivente  della medicina  che pratica,integrandola anche armoniosamente con le proprie doti artistiche multimediali, a beneficio  proprio del rapporto stesso con il paziente).

Prof. Giuseppe Pantaleo, Facoltà di Psicologia, Università Vita-Salute San Raffaele (Milano)

  • È professore presso la Facoltà di Psicologia dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano dal 2002, dove insegna presso i Corsi di Laurea in “Scienze e Tecniche Psicologiche” e in “Psicologia Clinica e della Salute”. Insegna, inoltre, presso la Facoltà di Medicina UniSR (International MD-Program, Corso di Laurea in Igiene Dentale – CLID, Corso di Laurea in Odontoiatria). Ha conseguito la Laurea in Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni all’Università di Padova e il Dottorato di Ricerca in Psicologia Sociale (Dr. Phil.) presso l’Università di Bielefeld, Germania. Ha insegnato Psicologia Sociale, Psicologia della Valutazione e Tecniche Sperimentali di Ricerca nell’Università di Kiel (Germania) e Psicologia Sociale e Psicologia Culturale nell’Università di Bielefeld. È membro effettivo della European Association of Social Psychology, della Society for Personality and Social Psychology (American Psychological Association) e di altre associazioni professionali. Svolge attività editoriale e di consulenza, in qualità di referee, per diverse riviste scientifiche nazionali e internazionali e collabora con gruppi di ricerca in Italia e all’estero. Si occupa, sia sotto l’aspetto contenutistico che metodologico, di Psicologia Sociale Sperimentale, Psicologia della Motivazione, Psicologia delle Emozioni e Psicologia dello Sport. Sul tema ha pubblicato vari lavori di carattere scientifico.

Prof. Gianpaolo Papaccio, Istologia ed Embriologia Medica, Seconda Università degli Studi di Napoli

  • Professore ordinario (Istologia ed Embriologia Medica), nato nel 1955, laureato in Medicina e Chirurgia, studia il ruolo di cellule staminali umane prelevate sia da polpa dentaria che da adipe ai fini della ricostruzione di osso. Ha partecipato a clinical trials con risultati ottimali per la ricostruzione di osso mandibolare in pazienti. Studia anche il ruolo delle cancer stem cells nella genesi e meta statizzazione del cancro Le ricerche effettuate sono state pubblicate su numerose e prestigiose riviste internazionali. Ha inoltre pubblicato libri si testo per studenti universitari (Medicina).

Prof. Mauro Papini, Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali, Università degli Studi di Firenze

  • Laureato nel 1991 in Scienze Geologiche presso la Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell’Università di Firenze. Diploma di Dottorato di Ricerca in Scienze della Terra (1995). Dal 2001 ricercatore presso il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Firenze. Interessi principali: Paleogeografia e storia deformativa di aree connesse ai rift continentali e alle catene orogeniche attraverso l’analisi stratigrafica e sedimentologica. In particolare: 1. Margine etiopico-eritreo e costa del Mar Rosso. Eventi tettono-sedimentari legati all’evoluzione pleistocenica del margine. a) Studio delle modalità del sollevamento dei margini della rift e dello sviluppo delle depressioni adiacenti ricavate dall’analisi delle successioni sedimentarie dei bacini e della loro storia deformativi. b) Ecosistema degli ominidi pleistocenici e le loro possibili vie di dispersione dall’Africa Orientale verso l’Europa e l’Asia, con riferimento alla dinamica sedimentaria e variazioni climatiche. 2. Madagascar. Evoluzione del margine coniugato del Madagascar e dell’Africa Orientale attraverso lo studio dei sistemi deposizionali permo-cretacei dei bacini di Mahajanga e Diego-Suarez (Antsiranana). 3. Appennino settentrionale. Studio dei sistemi deposizionali dell’avanfossa toscana (Arenarie del Cervarla e Macigno) e dei bacini post-collisionali (bacino del Mugello, di Baccinello e di Fiume Santo). Rilevamento geologico di settori dell’Appennino settentrionale

Prof. Germana Pareti, Storia della Filosofia, Università degli Studi di Torino

  • Germana Pareti è Professore straordinario presso l’Università di Torino, dove insegna Storia della filosofia. Oltre al pensiero filosofico moderno e contemporaneo, il suo ambito di ricerca comprende la storia della medicina tra Otto e Novecento, nonché temi e problemi di filosofia della mente affrontati dal punto di vista delle neuroscienze, con particolare riferimento alla questione del rapporto psico-fisico e all’emergere della coscienza. Per i tipi di Bollati Boringhieri (Torino) ha pubblicato La tentazione dell’occulto: scienza ed esoterismo nell’età vittoriana (1990) e, in collaborazione con A. De Palma, Mente e corpo. Dai dilemmi della filosofia alle ipotesi della neuroscienza (2004); presso Olschki: Il cancro dell’Imperatore. Dalla teoria cellulare alle ipotesi oncogenetiche (2000).

Prof. Enrico Pasini, Università degli Studi di Torino

Prof. Stefano Paveri Fontana, Dipartimento di Matematica, Università degli Studi di Milano

Prof. Giuseppe Perrone, Produzione e Logistica di Beni e Servizi, Management, LUISS – Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli (Roma)

  • Le contemporanee attività di dirigente d’azienda e di docente, svolte in oltre trentacinque anni, gli ha consentito di portare all’Università l’esperienza manageriale e professionale e nel mondo delle aziende le innovazioni derivanti dalla ricerca applicata. Sin dalla sua fondazione, insegna “Produzione e Logistica di Beni e Servizi” presso l’Universitas Mercatorum, Dal 2007 è il direttore del Master MBA della Link Campus University, dove insegna “Operations Management”. Inoltre è docente di “Gestione delle Operazioni e della Supply Chain” alla LUISS Guido Carli e visiting professor all’Università di Muscat, Oman. In precedenza, ha insegnato discipline delle aree dell’Organizzazione Aziendale e dell’Automazione all’Università di Bologna, al Politecnico di Milano, all’Università di Trento e all’Università della Tuscia. Dopo un periodo in Massey-Ferguson, ha lavorato in Italia ed all’estero come dirigente per Montedison, Saipem, Agip Petroli ed Eni nei settori dell’ingegneria di automazione, sistemi informativi, innovazione, procurement e supply chain. E’ stato il rappresentante dell’Italia presso i Comitati di standardizzazione delle Nazioni Unite, Unione Europea, CEN, UNI contribuendo alla definizione delle infrastrutture semantiche di internet, alla base dello sviluppo del commercio elettronico e dell’e-business. Partecipa alla vita civile come componente di comunità professionali e scientifiche e di organizzazioni non-profit. E’ consigliere di ASFOR (Associazione per la formazione manageriale) con la delega allo sviluppo della managerialità nelle Piccole e Medie Imprese e alla valutazione dei Master. E’ stato il primo presidente di Fondirigenti, costituita di Confindustria e Federmanager per la formazione dei dirigenti industriali, che ha poi presieduto per sei anni. In precedenza è stato il presidente dell’Istituto Dirigenti Italiani. I suoi interessi di ricerca si concentrano nelle relazioni tra l’impresa ed i propri partner, nell’ottica della “impresa estesa”. E’ autore di oltre ottanta articoli e partecipazioni a congressi internazionali sui temi del ruolo manageriale ed imprenditoriale, delle tecnologie e dell’innovazione.

Prof. Marco Perugini, Storia della lingua italiana, Università degli Studi Guglielmo Marconi (Roma)

  • Nato a Roma nel 1958, laureato alla “Sapienza” presso la Cattedra di Storia della lingua italiana, docente a contratto di linguistica italiana e storia della lingua italiana presso l’Università Guglielmo Marconi, Dipartimento di Studi filosofici, artistici e filologici. I suoi interessi e le sue pubblicazioni hanno riguardato la lingua della poesia dell’Ottocento, l’edizione di testi dialettali medievali, il purismo linguistico, la lingua dei media e della pubblicità, la lingua della politica, la filologia e la linguistica cognitiva.

Prof. Elisa Pintus, Economia delle Amministrazioni Pubbliche, Università della Valle d’Aosta (Aosta)

Prof. Nicola Pisacane, Dipartimento di Architettura e Disegno Industriale, Seconda Università degli Studi di Napoli

  • Ricercatore Universitario della Facoltà di Architettura della Seconda Università degli Studi di Napoli – settore scientifico disciplinare ICAR 17 (Disegno). Dottore di Ricerca in Rilievo e Rappresentazione dell’Architettura e dell’Ambiente – Seconda Università degli Studi di Napoli. Componente del Collegio dei Docenti del Dottorato di Ricerca in Rappresentazione, Tutela e Sicurezza dell’Ambiente e delle Strutture e Governo del Territorio- Seconda Università degli Studi di Napoli. Componente del Consiglio di Indirizzo della Fondazione Istituto Tecnico Superiore per Tecnologie Innovative per i Beni e le Attività Culturali e Turistiche. Delegato del Dipartimento di Architettura e Disegno Industriale Luigi Vanvitelli alla Commissione di Ateneo per la mobilità studenti e docenti e per l’internazionalizzazione. Componente dello Staff di Benecon SCaRL-Centro di Competenza sui Beni Culturali Ecologia Economia. Socio Fondatore e Membro del Consiglio Direttivo del Comitato di Settore a Valenza Nazionale Beni Culturali, Sviluppo Sostenibile, Pianificazione Urbana, Architettura e Management dei siti Patrimonio Mondiale dell’UNESCO – Associazione Italiana Fulbright presso la Facoltà di Architettura SUN.  Componente di gruppi di ricerca e autore di saggi e atti di convegni nazionali ed internazionali sui temi della rappresentazione complessa del paesaggio, del territorio e dell’architettura.

Prof. Dario Pisignano, Fisica, Università del Salento (Lecce)

  • Laureato in Fisica presso l’Università di Pisa e Dottore di Ricerca in Fisica, è attualmente Professore Associato di Fisica Sperimentale presso l’Università del Salento e coordinatore del Team di ricerca sulle Nanotecnologie della Materia Soffice presso il Laboratorio Nazionale di Nanotecnologie CNR-Instituto Nanoscienze di Lecce. E’ titolare di corsi di Fisica e Nanoscienze presso le Facoltà di Scienze MM.FF.NN. e di Ingegneria ed autore di circa 200 pubblicazioni internazionali nei settori delle Nanoscienze, dei nanomateriali e della Fisica della Materia. Negli stessi ambiti ha coordinato progetti di ricerca, anche interdisciplinari, a livello nazionale ed internazionale. E’ stato relatore o correlatore di oltre 30 tesi di Laurea e di Dottorato di Ricerca nei vari ambiti delle Nanotecnologie. Per le sue ricerche, ha ricevuto numerosi riconoscimenti tra cui il Premio “Sergio Panizza” della Società Italiana di Fisica, il Grant “Futuro in Ricerca” del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (2010), e lo Starting Grant (IDEAS) 2012 dell European Research Council (ERC).

Prof. Giorgio Poletti, Tecnologie Informatiche e multimediali, nuove tecnologie, Università degli Studi di Ferrara

  • Laureato in Matematica, presso l’Università di Ferrara, discutendo una tesi ad indirizzo applicativo dal titolo “Collisione protone-antiprotone in campo magnetico costante” per la cui realizzazione ha operato come informatico al CERN (Centro Europeo per la Ricerca Nucleare) di Ginevra. Docente di “Tecnologie Informatiche e multimediali” e di corsi relativi alle nuove tecnologie presso l’Università di Ferrara, da oltre 10 anni. Si interessa di strutturazione della conoscenza, ontologie e metalinguaggi basati su XML, progettazione e produzione di Learning Object. In particolare per quanto concerne i Learning Object si interessa della strutturazione dello schema interattivo focalizzando l’attenzione sui processi di apprendimento attraverso l’integrazione di nuove tecnologie (come la Realtà Aumentata). Membro di società scientifiche. Socio di SIe-L (Società Italiana di e-Learning) e membro del Comitato Direttivo. Socio di SIRD (Società Italiana di Ricerca Didattica). Socio SIREM (Società Italiana Di Ricerca Sull’educazione Mediale) e Membro dell’Editorial Advisory Board dell’ ”Encyclopedia of Information Communication Technology” of Idea-Group Reference. Reviewers della rivista Je-LKS (Journal of e-Learning and Knowledge Society, The Italian e-Learning Association Journal) – ISSN (online) 1971 – 8829 | ISSN (paper) 1826 – 6223. Paper reviewer for the 2012 IEEE International Conference on Teaching, Assessment, and Learning for Engineering (TALE) 2012. Articoli più importanti  ultimi 3 anni (ad oggi): 1.  (con Andrea Garavaglia), Ontologia e rappresentazione: l’ambiente tecnologico, Ontologia della comunicazione Metodo, ricerca, formazione, Pier Cesare Rivoltella (a cura di), Vita e Pensiero, Milano, 2010. 2. “From classroom computer to computer in the classroom “HandBookS” to learn and share” in atti di ICONTE-2010 “International Conference on New Trends in Education and Their Implications” (11-13 November, 2010 Antalya-Turkey); 3.   Describe the documents from the search for the word to search for meaning, Journal of e-Learning and Knowledge Society, Vol 8, No 2, Hosted by Laboratory of Maieutics, University of Trento, 2012

Prof. Letizia Polito, Dipartimento di Medicina Specialistica, Diagnostica e Sperimentale – Alma Mater Studiorum, Università degli Studi di Bologna

  • Laurea in Scienze Biologiche. Dottorato di ricerca in Patologia Sperimentale. Ricercatore SSD MED/04 – Patologia Generale, presso il Dipartimento Medicina Specialistica, Diagnostica e Sperimentale dell’Università di Bologna. Attività didattica: Titolare di insegnamenti di Patologia generale, Storia della Medicina e Bioetica presso diversi corsi di studio della Scuola di Medicina e Chirurgia. Attività scientifica: incentrata su due filoni principali: 1- lo studio delle tossine vegetali, conosciute come ribosome-inactivating proteins (RIP), (identificazione, purificazione, caratterizzazione e studio dell’attività enzimatica e dei meccanismi patogenetici del danno cellulare) e 2- la progettazione, costruzione e sperimentazione pre-clinica di coniugati a scopo farmacologico (immunotossine) per la terapia sperimentale anti-tumorale e immunosoppressiva. Prodotti della ricerca: Autrice di oltre 50 pubblicazioni scientifiche in extenso in riviste referate internazionali e di un capitolo di libro. Le pubblicazioni hanno ottenuto circa 1000 citazioni, con un h-index = 18. Comunicazioni a numerose conferenze nazionali e internazionali (oltre 50). Attività di referaggio per diverse riviste internazionali con Impact Factor.

Dott. Ric. Ing. Luigi Pomante, Ingegneria Informatica, ricerca industriale e innovazione, Università degli Studi dell’Aquila

  • Luigi Pomante ha conseguito, nel 1998, la Laurea in Ingegneria Informatica presso il Politecnico di Milano, nel 1999, il Master di IIo livello in Information Technology presso il CEFRIEL-Politecnico di Milano e, nel 2001, il titolo di Dottore di Ricerca in Ingegneria Informatica presso il Politecnico di Milano. Dal 1999 al 2005 è stato ricercatore presso il CEFRIEL e, nello stesso periodo, docente presso il Politecnico di Milano. Dal 2006 al 2008 è stato consulente per la ricerca e lo sviluppo per il Centro di Eccellenza per la Ricerca DEWS dell’Università dell’Aquila, di cui è ricercatore ING-INF/05 dal 2008. Dal 2006 è consulente di WEST Aquila, uno spin-off dell’Università stessa. Dal 2008 è anche docente dell’Università dell’Aquila (titolare del corso di Sistemi Embedded, CDL in Ing. TLC). Le sue attività di ricerca sono principalmente relative ai settori della Progettazione Automatica di Sistemi Digitali (Electronic Design Automation, EDA), con particolare interesse per la Progettazione Concorrente di HW/SW per Sistemi Dedicati (HW/SW Co-Design), e dei Sistemi Embedded in Rete (Networked Embedded Systems), con particolare interesse per le Reti di Sensori Wireless (Wireless Sensor Networks, WSN). In tale contesto ha pubblicato più di 60 lavori tra conferenze, libri e riviste nazionali e internazionali. È revisore di articoli per diverse riviste e conferenze internazionali ed è regolarmente membro di diversi TPC. E’ attualmente responsabile tecnico/scientifico per l’Università degli Studi dell’Aquila di 3 progetti di ricerca europei e di 1 progetto di ricerca nazionale. Ha collaborato infine (e in alcuni casi gestito) a diversi progetti di ricerca industriale e innovazione a livello nazionale per conto del CEFRIEL, di WEST Aquila e del Centro di Eccellenza per la Ricerca DEWS.

Prof. Paola Potestio, Università degli Studi Roma Tre

Dr. Stefano Protti, Dipartimento di Chimica, Università degli Studi di Pavia

  • Stefano Protti è attualmente ricercatore a tempo determinate presso il Dipartimento di Chimica dell’Università di Pavia. Dopo la laurea in Chimica (110 e lode) conseguita nel 2003, ha intrapreso un dottorato di ricerca (completato nel 2007) sotto la supervisione del Prof. Maurizio Fagnoni (Università di Pavia). Il lavoro di ricerca è stato focalizzato sull’ottimizzazione di processi di arilazione fotoindotti via fenil catione, e premiato dal Consorzio CINMPIS  (Consorzio Interuniversitario Nazionale “Metodologie e Processi Innovativi di Sintesi”) per la miglior tesi di dottorato in chimica organica (2007).  Dopo il conseguimento del dottorato ha lavorato a Lille (Francia), presso il laboratorio LASIR, studiando. Successivamente è ritornato a Pavia, per focalizzarsi sull’ottimizzazione di sintesi fotoindotte in condizioni ecosostenibili. Dopo un nuovo periodo di post-doc presso  il laboratorio iBitTec-S (CEA Saclay, France) dedicato allo studio di processi di ossidazione fotocatalitici per l’immagazzinamento di energia, è ritornato a Pavia. Dal 2011 è responsabile dell’unità di Pavia del progetto “FIRB 2008- Metodologie di nuova generazione nella formazione di legami carbonio-carbonio e carbonio-eteroatomo in condizioni eco-sostenibili”, progetto sviluppato con le Università di Camerino (unità leader) e Perugia. Stefano Protti è coautore di circa 45 pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali e di 5 capitoli di libro per handbook specialistici, con un h-index di 15 (fonte Web of Knowledge). I risultati della sua ricerca sono stati presentati a congressi nazionali ed internazionali.  Nel 2013  è risultato vincitore della Medaglia Ciamician, premio della Divisione di Chimica Organica (Società Chimica Italiana) per  “uno studioso di età non superiore ai 35 anni, che si sia distinto per ricerche di notevole originalità nel campo della Chimica Organica”.

Avv. Vincenzo Putortì, Diritto Privato, Università degli Studi di Firenze

  • Vincenzo Putortì, nato a Locri nel 1960, è Professore associato confermato di Diritto Privato presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche  dell’Università degli Studi di Firenze. Si è laureato in Giurisprudenza con il massimo dei voti e lode presso la suddetta Università; ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Diritto privato;  ha vinto il concorso di ricercatore in Diritto Privato; ha conseguito l’abilitazione per la Professione di Avvocato; è stato responsabile dei progetti di ricerca: “La Risoluzione anticipata del contratto”(2005-2008); “Pendenza della condizione e tutela dell’aspettativa”(2010); Prestazioni d’opera intellettuale e regole della concorrenza” (2011),Illecito civile del minore e responsabilità civile” (2012); è stato membro del progetto Prin,  “Contratto con effetti pregiudizievoli al terzo” finanziato dal Miur (2008). E’ membro del Collegio dei Docenti del Dottorato di ricerca in “Scienze Giuridiche” (Univ Firenze); è componente del comitato scientifico della Camera Civile di Firenze;  è stato membro del Corpo Docente del Corso di Perfezionamento e Specializzazione in “Patti di Famiglia e Successione nell’impresa”; è stato componente del Corpo Docente della Scuola di formazione forense “Dilexi Iustitiam” (Ordine Avv.ti  Prato) e della Scuola di formazione forense “Cino da Pistoia” (Ordine Avv.ti Pistoia);  è socio della Società italiana degli studiosi di Diritto Civile (S.i. s.di.c.) ed è membro della Commissione sulle “Successioni mortis causa”. Principali pubblicazioni: “Morte del disponente e autonomia negoziale”, Milano, Giuffrè 2001; “La risoluzione anticipata del contratto”, in  Rass. dir. civ., 2006; “Diffida ad adempiere e gravità dell’inadempimento”, in Obbl. contr.  2006; “Inadempimento e risoluzione anticipata del contratto”, Milano, Giuffrè, 2008; “Risoluzione  giudiziale in pendenza del termine contrattuale” in I Maestri del diritto civile. Domenico Rubino, Napoli,  Esi, 2009; “Buona fede, pendenza della condizione e rimedi contro l’inadempimento, in Persona e Mercato, 2009; “Particolari modalità di informazione.  Indicazione dei prezzi per unità di misura”, (artt. 13-17  cod. cons.), in  Comm. cod. cons., a cura di G. Perlingieri, E. Capobianco, Napoli, Esi, 2009; “Manifestazione sportiva tra minori e responsabilità dell’organizzatore”, in Persona e Mercato, 2011; Pendenza della condizione e tutela del contraente fedele”, in Rass. dir. civ. I, 2011; “Prestazioni d’opera intellettuale e regole della concorrenza” in Persona e Mercato, 2011;  Manifestazione sportiva tra minori e responsabilità dell’organizzatore”, in Obbl. contratti, III, 2012;  I Contratti post mortem”, in Rass. dir. civ. 2012; “Gli incarichi a contenuto non patrimoniale tra testamento e mandato”, in Persona e mercato, 2012; “Prestazioni d’opera intellettuale e regole della concorrenza” in Contratto e Impresa, 2012;   Mandato post mortem e divieto dei patti successori, in Obbligazioni e Contratti 2012; “Illecito sportivo del minore e respondabilità civile” in Rass. diritto e economia dello sport, 2012.

Prof. Giuliana Ramella, Metodi per la Comunicazione Multimediale, Università degli Studi di Napoli Parthenope

  • Giuliana Ramella svolge attività di ricerca prevalentemente nell’area dell’Image Processing e Computer Vision presso l’Istituto di Cibernetica “E. Caianiello” del Consiglio Nazionale delle Ricerche dal 1989. E’ stata titolare, come professore a contratto, di insegnamenti nel settore della Computer Science presso alcuni atenei italiani ed attualmente insegna “Metodi per la Comunicazione Multimediale” presso l’Università di Napoli “Parthenope”. Ha partecipato a numerosi progetti di ricerca nazionali e internazionali anche come coordinatore e responsabile. Collabora con istituzioni scientifiche e università italiane e straniere, svolgendo attività seminariali, di cooperazione e di valutazione di proposte di progetti di ricerca. E’ stata co-editore di un libro e attualmente svolge attività editoriali e di revisione per riviste scientifiche e conferenze internazionali. E’ stata, ed è tuttora, membro di comitati per l’organizzazione di conferenze internazionali e scuole. E’ membro di IAPR (International Association Pattern Recognition) e di IEEE (Institute of Electrical and Electronic Engineering).

Prof. Massimo Ranaldi, Dipartimento di Scienze, Università degli Studi Roma Tre

  • Nato a Viterbo il 04/06/1977, oggi Ricercatore a tempo determinato presso il Dipartimento di Scienze (Università Roma Tre). Effettua ricerche di geochimica applicata allo studio dei sistemi geotermici sia di alta che di bassa entalpia sia in Italia (Lazio e Toscana) che all’estero (Honduras e Costa Rica). È membro del Gruppo di Ricerca “Geotermia” istituito il 20/11/2005. Nell’ambito del rischio vulcanico partecipa all’esercitazione europea MESIMEX nell’area vesuviana e nel 2007 all’emergenza dello Stromboli, collabora con lNGV-Roma1 per il rischio gas endogeni nell’area dei Colli Albani (Roma). È spesso responsabile, dei turni estivi, nei centri di divulgazione vulcanologica Marcello Carapezza delle Isole di Vulcano e Stromboli (isole Eolie). Nel 2009 partecipa alla realizzazione della mostra sulla Geotermia “Questo caldo caldo caldo mondo” nell’ambito della VII edizione del Festival della Scienza di Genova organizzata dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. In particolare, ha contribuito alla redazione dei contenuti scientifici della mostra, ha collaborato alla realizzazione dell’opuscolo sulla mostra, alla divulgazione scientifica e alla formazione degli animatori scientifici. Nel luglio 2010 ha partecipato alla mostra che è stata riproposta all’ESOF di Torino. È co-autore di 14 articoli scientifici pubblicati principalmente su riviste internazionali, frutto di collaborazioni con istituti di ricerca Italiani e all’esteri.

Prof. Fedrico Rapuano, Dipartimento di Fisica, Università degli Studi di Milano Bicocca

  • Professore ordinario di Fisica Teorica presso il dipartimento di Fisica dell’Università di Milano Bicocca, Laureato con lode alla “Sapienza” di Roma si è principalmente occupato di fenomenologia delle particelle elementari. È stato tra gli iniziatori del progetto APE per la progettazione e realizzazione di computer di altissime prestazioni per le simulazioni numeriche delle interazioni forti. Ha un parametro H di 36. Ha passato vari periodi al CERN, all’università di Edimburgo, a DESY e visitato varie università italiane ed estere. Tra il 2005 e il 2012 è stato direttore del dipartimento di Fisica e membro eletto del Senato Accademico dell’Università di Milano Bicocca.

Prof. Carlo Rasia, Scuola di Giurisprudenza, Università degli Studi di Bologna

  • Ricercatore di diritto processuale civile presso Alma Mater studiorum-Università di Bologna. Professore aggregato di diritto processuale dell’Unione europea presso la Scuola di giurisprudenza della medesima università. E’ autore di numerosi saggi e pubblicazioni anche in lingua straniera in materia sia di diritto processuale civile che di diritto processuale internazionale ed europeo nonché di diritto dell’arbitrato. E’ stato membro di vari progetti di ricerca l’ultimo dei quali finanziato dalla Commissione europea per un gruppo di ricercatori franco-italo-spagnoli dal titolo “European Civil Procedure and e-Justice implementation within the Europea Union” (2010-11). Avvocato nel foro di Bologna nel campo civile e commerciale.

Prof. Maurizio Remelli, Dipartimento di Chimica , Università degli Studi di Ferrara

  • Maurizio Remelli è Professore Associato di Chimica Analitica presso il Dipartimento di Chimica dell’Università di Ferrara. La sua attività didattica viene svolta prevalentemente nell’ambito dei Corsi di Laurea Magistrale in Chimica e in Biotecnologie con corsi di Chimica Analitica e Chimica Analitica Strumentale. L’interesse scientifico principale del prof. Remelli è rivolto allo studio degli equilibri in soluzione ed in particolare della termodinamica di formazione di complessi labili tra cationi di metalli di transizione e leganti di interesse biologico. Tra questi: amminoacidi ed oligopeptidi naturali e loro derivati di sintesi; frammenti della proteina prionica, del peptide beta-amiloide e dell’alfa sinucleina, che svolgono un ruolo chiave nell’insorgenza e lo sviluppo di malattie neurodegenerative; frammenti e analoghi di sintesi della proteina hpn che svolge un ruolo chiave nel metabolismo dell’helycobacter pylori; agenti chelanti da impiegare come possibili farmaci per il trattamento orale di malattie legate ad un sovraccarico di metalli. Tali ricerche sono svolte in collaborazione con diversi gruppi di ricerca italiani ed europei. Il prof. Remelli è autore di circa 70 pubblicazioni su riviste internazionali con referees e di oltre 120 comunicazioni a congressi nazionali ed internazionali.

Prof. Francesco Rende, Dipartimento di Giurisprudenza, Università degli Studi di Messina

  • Francesco Rende è, attualmente, Ricercatore confermato di diritto privato nel Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Messina e ricopre, per affidamento, presso la sede di Patti, l’insegnamento di Diritto Civile I e di Diritto privato dell’Unione Europea. E’ componente del collegio dei docenti del dottorato in Scienze Giuridiche Privatistiche e, in precedenza, è stato componente del collegio del dottorato in Diritto privato europeo. Insegna in Master universitari di II livello in Diritto di famiglia, Diritto dell’ambiente e diritto delle Reti telematiche organizzati dall’Università degli Studi di Messina e dall’Università Mediterranea di Reggio Calabria. E’ membro del Centro Eurodip S. Pugliatti. E’ intervenuto quale relatore in diversi incontri di studio aventi ad oggetto, in particolare, la tutela del consumatore e il procedimento di mediazione civile e commerciale. E’ autore di lavori monografici e saggi. Tra le pubblicazioni più significative: F. Rende, Informazione e consenso nella costruzione del regolamento contrattuale, (p. 1-322), MILANO, Giuffrè, 2012, ISBN: 8814176515; F. Rende, Le regole d’informazione nel diritto europeo dei contratti, in Rivista di Diritto Civile, 2012, p. II, p. 185-218, ISSN: 0035-6093; F. Rende, Nuove tecniche di condizionamento delle scelte di consumo e rimedi conformativi del regolamento contrattuale, in I Contratti, 2012, p. 735-749, ISSN: 1123-5047; F. Rende, La tutela del consumatore contro le pratiche commerciali ingannevoli in Internet, in F. Panuccio Dattola, Società dell’informazione servizi on-line e tutele degli utenti. p. 83-144, MILANO, Giuffrè, 2012, ISBN: 881416942X; F. Rende, Il recesso comunitario dopo l’ultima pronuncia della Corte di Giustizia, in Rivista di diritto civile, 2009, p. II, p. 525-557.

Prof. Paolo Ricci, Professore Ordinario di Economia Aziendale, Facoltà di Scienze Economiche e Aziendali, Università degli Studi del Sannio (Benevento)

Prof. Aniello Riccio, Dipartimento di Ingegneria Industriale e dell’Informazione, Seconda Università degli Studi di Napoli

  • Il Prof. Aniello Riccio si laurea in Ing. Aeronautica presso l’Università di Napoli Federico II nel 1996 e consegue, nel 1999, il titolo di Dottore di Ricerca presso la Seconda Università degli Studi di Napoli . Nel 2000, la sua tesi di dottorato, sul comportamento strutturale di compositi danneggiati, vince il concorso “the Pratt & Whitney-EREA Award” riservato alle migliori tesi di dottorato europee. Tra il 2000 ed il 2010 è ricercatore al CIRA(Centro Italiano Ricerche Aerospaziali) e partecipa, in qualità di responsabile, a diversi  Progetti di Ricerca Europei, a progetti militari ed a progetti ASI-ESA e per alcuni di essi riveste il ruolo di task leader e coordinatore. Nel 2003 diventa membro del Gruppo di Responsabili di Strutture e Materiali del GARTEUR (Group For Aeronautical Research and Technology in Europe) in cui rivestirà il ruolo di chairman (2008-2011) ricevendo un riconoscimento ufficiale nel 2012 per il lavoro svolto (GARTEUR Certificate). Dal 2004 è Reviewer per alcune riviste internazionali prestigiose sulle strutture in composito e membro dell’Editorial Board di journal e conferenze internazionali .  Dal 2010, Il Prof Riccio è strutturato nel Dipartimento di Ing. Industriale e dell’Informazione della Seconda Università degli Studi di Napoli, dove effettua attività di ricerca e didattica (corsi di Strutture Aerospaziali II e Aeroelasticità Applicata). L’impegno per la divulgazione scientifica è stato costante nell’arco della sua carriera ed è dimostrato da più di 100 pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali e su memorie di conferenze internazionali.

Prof. Luca Rigamonti, Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche, Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

  • Ricercatore in Chimica presso il Dipartimento di Scienze Chimiche e Geologiche dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia (UniMORE). Laureato in Chimica nel 2004 e Dottorato in Scienze Chimiche nel 2007 presso l’Università degli Studi di Miliano (UniMI), ha poi effettuato quattro anni di Post-Doc presso il Dipartimento di Chimica UniMI, lavorando su composti magnetici e per applicazioni in ottica non lineare, e un anno di Post-Doc presso il Dipartimento di Chimica ‘Ugo Schiff’ dell’Università degli Studi di Firenze (UniFI), dove ha cominciato la sua ricerca sui Magneti a Singola Molecola (SMMs), che prosegue attivamente tutt’ora a UniMORE. Ha trascorso lunghi periodi all’estero, in Olanda e soprattutto in Australia, vincendo ad esempio l’ARIA Award for research collaboration 2009 (ARIA = Association for Research between Italy and Australasia), ospitato presso la Research School of Chemistry dell’Australian National University (ANU). Nel 2011, in collaborazione con tutto il Dipartimento di Chimica UniMI, ha partecipato all’organizzazione dell’evento ‘La Chimica in Mostra 2011′ per la divulgazione della cultura chimica e scientifica presso le scuole di ogni ordine e grado e la popolazione, manifestazione di successo con oltre 1000 visitatori. Ha partecipato attivamente a diverse Conferenze Scientifiche a carattere Nazionale e Internazionale, ha pubblicato su Riviste peer-reviewed 15 articoli scientifici, è membro della Società Chimica Italiana (SCI) e dell’American Chemical Society (ACS), e Referee di alcune riviste scientifiche internazionali in campo chimico e affini

Prof. Gabriele Rigano, Storia Contemporanea, Università per Stranieri di Perugia

  • Gabriele Rigano è ricercatore presso l’Università per Stranieri di Perugia. È redattore capo di “Storia e Politica. Annali della Fondazione Ugo La Malfa”. Ha pubblicato vari saggi di storia religiosa e politica del Novecento. Ha curato con altri studiosi Roma 16 ottobre 1943. Anatomia di una deportazione. Ha pubblicato Il caso Zolli. L’itinerario di un intellettuale in bilico tra fedi, culture e nazioni, Il podestà giusto d’Israele. Vittorio Tredici il fascista che salvò gli ebrei, La svolta razzista. Controversie ideologiche tra chiesa e fascismo.

Prof. Gloria Rinaldi, Matematica, Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia

  • Nata a Reggio  Emilia nel 1964; laurea in Matematica nel 1987; ricercatore di Algebra presso l’Università di Modena dal 1990 al 2001. Dal 2001 è Professore Associato di Geometria presso l’Università di Modena e Reggio Emilia. Docente di Algebra nel corso di laurea in Matematica e docente di Matematica Generale nel corso di laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie e degli Alimenti. Attualmente membro del collegio docenti del Dottorato in Matematica (sedi consorziate Modena-Ferrara-Parma). Scientificamente si occupa di Matematica Discreta, in particolare: Geometria Combinatoria, Teoria dei Disegni, Teoria dei Grafi. È autrice di oltre 40 pubblicazioni scientifiche su riviste internazionali peer review e di una monografia didattica. Si occupa di divulgazione Matematica nell’ambito del Piano Nazionale Lauree Scientifiche, coordinando attività presso la scuole superiori.

Prof. Lorena Rocca, Geografia umana, Università degli Studi di Padova

Prof. Raffaella Rumiati, Neuroscienze cognitive, Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati

  • Raffaella Ida Rumiati è professore ordinario di neuroscienze cognitive presso la Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste. La sua ricerca verte sull’interazione tra mente e cervello, con particolare interesse per il sistema motorio, immaginazione motoria, linguaggio, emozioni e memoria semantica. Ha pubblicato circa 80 articoli su riviste scientifiche peer-reviewed e venti capitoli, rassegne e commenti. Nel 2010 ha pubblicato per Il Mulino, nella collana Farsi un’idea, Donne e Uomini.

Prof. Maria Teresa Russo, Dipartimento di Scienze della Formazione, Università degli Studi Roma Tre

  • E’ docente di Bioetica presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università Roma Tre e di Antropologia ed Etica presso l’Università Campus Bio-medico di Roma. Dirige la rivista “MEDIC. Metodologia didattica e innovazione clinica” e fa parte del consiglio di redazione della rivista “Per la Filosofia”. La sua area di ricerca riguarda l’antropologia del corpo e l’etica della salute nella filosofia contemporanea, con particolare riferimento all’ambito del pensiero spagnolo contemporaneo e alle tematiche del femminile. Tra le sue pubblicazioni: Differenze che contano. Corpo e maternità nelle filosofie femministe (Ladolfi, 2013); Corporeità e relazione. Temi di antropologia in José Ortega y Gasset e Julián Marías (Armando, 2012); Cosm-Etica. Chirurgia estetica, corpo e bellezza (Mc Graw-Hill 2012); Oltre il presente liquido (Armando, 2008); Etica del corpo tra medicina ed estetica (Rubbettino, 2008); La ferita di Chirone. Itinerari di antropologia ed etica in medicina (Vita e Pensiero, 2006); Corpo, salute, cura. Linee di antropologia biomedica (Rubbettino, 2004).

Prof. Flaminia Saccà, Dipartimento Economia e Impresa, Università degli Studi della Tuscia (Viterbo)

Prof. Luca Salvatici, Politica economica, Università degli Studi Roma Tre

  • Luca Salvatici, professore associato di Politica economica, ha ottenuto il Master of Science e il PhD in Agricultural and Resource Economics presso la University of California a Davis. Dal 1991 al 2003 ha fatto parte del Dipartimento di Economia Pubblica de “La Sapienza” Università di Roma. Dal 2003 al 2010 ha fatto parte del Dipartimento di Scienze Economiche Gestionali e Sociali dell’Università del Molise. Dal 2011 è membro del Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi Roma Tre. Luca Salvatici è condirettore di QA-Rivista dell’Associazione Rossi-Doria e membro del Collegio dei docenti del Dottorato in Economia e metodi quantitativi presso l’Università Roma Tre. E’ membro dell’International Trade Research Consortium ed è stato consulente per varie agenzie internazionali: The World Bank, Food and Agriculture Organization of the United Nations, Parlamento Europeo, German Marshal Fund, International Food Policy Research Institute.

Prof. Guido Samarani, Asia Africa, Università Ca’ Foscari Venezia

Prof. Roberto Sandulli, Scienze per l’Ambiente, Università degli Studi di Napoli Parthenope

Prof. Roberto Scandone, Fisica del Vulcanismo, Dipartimento di Matematica e Fisica, Università degli Studi Roma Tre

  • Roberto Scandone è Professore Ordinario Fisica del Vulcanismo, presso il Dipartimento di Matematica e Fisica, dell’Università Roma Tre, di Roma. E’ stato: Presidente della sezione Rischio Vulcanico della Commissione Nazionale Grandi Rischi della Presidenza del Consiglio dei Ministri (2002-2005). Membro della Commissione Nazionale Grandi Rischi della Presidenza del Consiglio dei Ministri (2005-2010). Coordinatore Nazionale Progetto PRIN “Risalita dei magmi e dinamica delle eruzioni”. Responsabile del Progetto Divulgazione Scientifica del Gruppo Nazionale per la Vulcanologia. Ha ricoperto un ruolo di consulenza per la Protezione Civile durante le eruzioni dell’Etna del 2002-2003 e Stromboli 2002-2003 e 2007. Socio, dell’American Geophysical Union, della International Association of Volcanology and Chemistry of the Earth Interiors, dell’Associazione Italiana di Vulcanologia -Chief Editor del Journal of Volcanology and Geothermal Research dal 1990 al 1996 -Associate Editor di  Volcanology and Seismology (Accademia delle Scienze Russia) dal 1998. Componente del comitato scientifico della Rivista Journal of Research and Didactic in Geography. Guest editor di volumi speciali del Journal of Volcanology e Geothermal Research dedicati ai Campi Flegrei, al Vesuvio,  all’eruzione di Stromboli del 2007. Autore di oltre un centinaio di pubblicazioni su riviste scientifiche internazionali e nazionali fra cui sette libri di testo e di divulgazione sulla vulcanologia.

Prof. Bruno Scarpa, Dipartimento di Scienze Statistiche, Università degli Studi di Padova

  • Bruno Scarpa nato a Venezia nel 1969. Ha studiato all’Università di Padova dove si è laureato in Scienze Statistiche e Demografiche nel 1993 e dove ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Statistica nel 1997. Al termine degli studi ha cominciato a lavorare a Milano nell’Attuariato Rami Danni di RAS Assicurazioni come Statistico per poi passare al mondo delle telecomunicazioni, prima nel Marketing di Omnitel come coordinatore del gruppo di analisi per la previsione del churn, poi in Tin.it, come responsabile del gruppo CRM & Profiling, infine nel 2001 ha partecipato allo start-up di 3, l’azienda di telecomunicazioni di terza generazione (UMTS). A settembre 2002 è diventato ricercatore in Statistica alla Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Pavia. Da ottobre 2006 è stato trasferito alla Facoltà di Scienze Statistiche dell’Università di Padova. In questi anni ha insegnato molti corsi di statistica e data mining, sia negli aspetti teorici che in quelli applicati a diverse discipline, dall’economia all’azienda, dalla società alla biologia. E’ autore di molti articoli scientifici e si è anche occupato di divulgazione scientifica, sia attraverso la scrittura di alcuni articoli divulgativi, sia promuovendo alcune attività di divulgazione della statistica messe poi in atto da alcuni studenti di Padova.

Prof. Claudio Scarpati, Vulcanologia e Fisica del Vulcanismo, Università degli Studi di Napoli Federico II

  • Docente di Fisica del Vulcanismo e Vulcanologia all’Università di Napoli Federico II. Studia i processi del vulcanismo esplosivo e la valutazione dei danni causati dalle eruzioni esplosive su edifici ed esseri umani. La sua attività si è focalizzata sullo studio dei vulcani attivi dell’area napoletana: Vesuvio e Campi Flegrei. E’ autore di oltre 130 lavori scientifici e presentazioni a congressi. E’ stato invitato a tenere conferenze in università europee, americane ed asiatiche. Consulente scientifico per mostre internazionali e filmati scientifici (Discovery Channel, National Geographic, Channel ARTE, RAI).

Prof. Sergio Schinelli, Università degli Studi di Pavia

Prof. Francesco Scotognella, Dipartimento di Fisica, Politecnico di Milano

  • Francesco Scotognella (Castellammare di Stabia, 1 ottobre 1982) si è laureato in Scienza dei Materiali, prima all’Università di Parma, poi all’Università di Milano-Bicocca. Sempre all’Università di Milano-Bicocca consegue il dottorato in Scienza dei Materiali nel 2009. Tra il marzo e l’ottobre del 2008 è stato visiting scientist presso la University of Toronto. Ha lavorato come postdoctoral fellow nel progetto europeo Photo-FET, al Dipartimento di Fisica del Politecnico di Milano. Da novembre 2011 è ricercatore di ruolo in Fisica Sperimentale presso il Politecnico di Milano, posizione che ricopre tuttora. Dal gennaio 2012 è inoltre affiliato al Center for Nanoscience and Technology (Istituto Italiano di Tecnologia). Si occupa principalmente di fotofisica di nanostrutture, della fabbricazione e caratterizzazione di dispositivi ottici e optoelettronici, di modellizzazione di strutture fotoniche.

Prof. Barbara Scozzi, Dipartimento di Meccanica, Matematica e Management, Politecnico di Bari

Prof. Roberta Senatore, Psicologia clinica, Università degli Studi di Cagliari

  • Laurea in filosofia conseguita a Cagliari nel 1972. Laurea in psicologia conseguita a Roma  il 13-3-1979 (con lode e pubblicazione tesi: Età Evolutiva, 6, Giunti Barbera). Dal 1987 è  iscritta all’albo degli psicoterapeuti della Sardegna(formazione cognitivo-comportamentale  con Liotti, Guidano e Reda). Professore associato in psicologia clinica, disciplina tuttora insegnata presso il corso di laurea in psicologia, Università degli studi di Cagliari ). Numerosi gli articoli, le comuicazioni presentate a congressi e i testi di psicologia, tra cui Teorie dello sviluppo,  Bulzoni Editore, Roma, Il bambino malato cronico, Raffaello Cortina , Milano, Teorie dello sviluppo cognitivo e affettivo,  Bulzoni Editore, Roma, Teorie dello Sviluppo cognitivo, sociale e affettivo, Bulzoni Editore-Roma, Amore, cibo e corpo, in  Tondo L. ( a cura di), Gli adolescenti e l’amore, pp.127-142, Carocci, Roma, Normalità  e Patologia nel Corso dello Sviluppo, Bulzoni Editore, Roma, La gestione del diabete nel corso dello sviluppo. Competenze Psicologiche, Bulzoni Editore, Roma, Le malattie croniche nel ciclo della vita, Franco Angeli, Milano.

Prof. Giuseppe Sergi, Storia, Università degli Studi di Torino

  • Giuseppe Sergi (Torino, 1946), è professore ordinario di Storia medievale all’Università di Torino. E’ socio nazionale dell’Accademia delle Scienze di Torino, direttore del «Bollettino storico-bibliografico subalpino», componente dei Comitati Scientifici del Centro Italiano di Studi sull’Alto Medioevo di Spoleto, del «Bullettino dell’Istituto Storico Italiano per il Medioevo» di Roma, di «Archivio per l’Alto Adige. Rivista di studi alpini», di «Mundus. Rivista di didattica della storia», di «Historia magistra. Rivista di storia critica», del Festival Storia. In precedenza è stato tra i fondatori di «Quaderni medievali» (1976) e di «Storia e dossier» (1985), oltre ad aver fatto parte del comitato di direzione di «Quaderni storici» (1978-1992). Si occupa da anni di divulgazione storica attraverso «L’Indice dei libri del mese» (è nel comitato editoriale, dopo esserne stato condirettore dal 1990 al 1995) e con i libri L’idea di medioevo. Fra storia e senso comune (Roma, Donzelli, 2005) e Antidoti all’abuso della storia. Medioevo, medievisti, smentite (Napoli, Liguori, 2010). E’ stato responsabile dell’allestimento della parte medievale del Museo delle Alpi di Bard e del Museo Torino. Ha presieduto il comitato scientifico delle mostre Carlo Magno e le Alpi (Susa, 2006) e La scoperta delle Alpi (Torino, Bardonecchia, Susa, Exilles, 2008). Per l’editore Einaudi ha curato il volume I della Storia di Torino, 1997; il Dizionario dell’Occidente medievale (2003-2004); la ‘grande opera’ Arti e storia nel medioevo (2002-2004, con Enrico Castelnuovo); e ha pubblicato I confini del potere. Marche e signorie fra due regni medievali (1995) e Dieci secoli di medioevo (2009, con Renato Bordone). Fra le altre sue opere: Potere e territorio lungo la strada di Francia (Napoli, Liguori, 1981); L’aristocrazia della preghiera. Politica e scelte religiose nel medioevo italiano (Roma, Donzelli, 1994); L’Arcangelo sulle Alpi. Origini, cultura e caratteri dell’abbazia medievale di S. Michele della Chiusa (Bari, Edipuglia, 2011); Gerarchie in movimento. Spazi e progetti medievali fra Italia ed Europa (Spoleto, CISAM, 2013).

Prof. Francesco Sidoti, Criminologia, Università degli Studi dell’Aquila

Dr. Serena Silvi, Dipartimento di Chimica “G. Ciamician”, Università degli Studi di Bologna

  • Ricercatrice presso il Dipartimento di Chimica “G. Ciamician”, Università di Bologna, dove si è laureata nel 2002 sotto la guida del prof. Vincenzo Balzani. Nel 2006 consegue il dottorato con una tesi dal titolo “Artificial molecular machines”. Svolge attività di ricerca nel campo della fotochimica e della chimica supramolecolare. In particolare si interessa della progettazione e della caratterizzazione fotofisica, fotochimica ed elettrochimica di macchine molecolari e sistemi per l’elaborazione di informazione. E’ autrice o coautrice di più di 40 pubblicazioni su riviste internazionali.

Prof. Anna Soci, Facoltà di Scienze Politiche, Università degli Studi di Bologna

  • Anna Soci vive e lavora a Bologna dove insegna Macroeconomia alla Facoltà di Scienze Politiche. Ha studiato a Bologna e Princeton (USA). E’ Fellow del Clare Hall College di Cambridge, presso cui passa con regolarità periodi di studio. Si è occupata di economia internazionale, teoria della produzione, modellistica macroeconomica. Ha pubblicato volumi e articoli su riviste internazionali. Ora lavora su temi di New Economic Geography. E’ stata direttore di ricerche internazionali, ed attualmente coordina e dirige un progetto Europeo triennale all’interno del VI programma-quadro.

Prof. Raffaele Solimene, Seconda Università degli Studi di Napoli

Prof. Paolo Somigli, Musicologia e Storia della Musica, Libera Università di Bolzano

Prof. Filippo Sorbello

Prof. Andrea Stella, Dipartimento di Ingegneria Industriale, Università degli Studi di Padova

  • Andrea Stella, laureato in Ingegneria Elettrotecnica presso l’Università di Padova e iniziata la propria attività di ricerca nel campo della Fusione Termonucleare, ha svolto una consistente attività scientifica nell’ambito del progetto JET dell’Unione Europea a Oxford (UK) e del progetto RFX a Padova. Ha sviluppato quindi la propria attività di ricerca nel campo dei metodi numerici e di ottimizzazione, dei test elettromagnetici non distruttivi, dei problemi accoppiati e della modellazione di celle a combustibile; su tali tematiche, è stato coordinatore nazionale di numerosi di progetti di ricerca. È professore ordinario di Elettrotecnica all’Università di Padova. È stato direttore di Dipartimento e Preside della Facoltà di Ingegneria di Udine, Presidente nazionale della Conferenza dei Presidi di Ingegneria ed è attualmente direttore del Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università di Padova. È consigliere del Consiglio Universitario Nazionale dove presiede la commissione didattica.

Dr Paola Supino, Dipartimento di Matematica e Fisica, Università degli Studi Roma Tre

  • E’ ricercatore di Geometria presso L’Università Roma Tre.  Laureata in matematica e dottore di ricerca    presso  l’Università degli Studi di Roma La Sapienza, si occupa di superfici e varietà algebriche, ma anche di didattica della matematica e formazione degli insegnanti. Oltre che a Roma Tre, ha  insegnato presso  l’Università  La Sapienza e l’Università Politecnica delle Marche. E’ membro GNSAGA – Gruppo Nazionale per le Strutture Algebriche, Geometriche e le loro Applicazioni.

Prof. Nicola Surico, Direttore Clinica Ginecologica e Ostetrica, Università degli Studi del Piemonte Orientale Amedeo Avogadro (Vercelli)

Prof. Laura Tappatà, Dipartimento di Psicologia, Università Cattolica del Sacro Cuore

  • Laura Tappatà, filosofa, ha insegnato Psicologia Generale presso il Corso di Laurea in Scienze della Formazione dell’Università Cattolica di Milano e di Brescia e, da anni, collabora con la cattedra di Psicologia della Personalità. Si è interessata al tema dell’Intelligenza Socioemotiva pubblicando, in collaborazione, nel 2007, “Intelligenza Socio-Emotiva. Cos’è, come si misura, come svilupparla” (Carocci) e, nel 2009, “BarOn EQ-i: validazione e taratura italiana”, (Giunti OS.). Al tema della Personalità Postmoderna pubblicando con Lupetti (2011), “Stay Focused” e, ultimamente(2013) a quello delle dipendenze psicologiche pubblicando, negli USA, il testo “Beyond Well-Being. The Fascination of Risk and of the New Psychological Addictions” (Nova Science Publishers Inc. N.Y). L’argomento dell’ultimo libro (2013), “Troppo Amore! Donne e passioni tristi” (edizioni Madonini), riflette sulle origini culturali, politiche, psicologiche della dipendenza affettiva femminile.

Prof. Angelo Tartabini, Dipartimento Neuroscienze, Università degli Studi di Parma

  • Angelo Tartabini è professore ordinario di psicologia generale presso il Dipartimento di Neuroscienze dell’Università di Parma. In passato ha svolto attività di ricerca in Giappone (Kyoto University), in Olanda (Institute of the Organization for Health Research, TNO), negli Stati Uniti d’America  (California University, Davis), in Sud Africa  (Witwatersrand University di Johannesburg), in Canada (Ontario Institute for Studies in Education dell’Università di Toronto) e in Inghilterra complessivamente per una decina d’anni, presso il Sub-Department of Animal Behaviour del Medical Research Council dell’Università di Cambridge. E’ autore di un centinaio di pubblicazioni e di 12 volumi, tra cui: “Il mondo delle scimmie” (Muzzio), “Biologia ed evoluzione del comportamento animale ed umano” (Fanco Angeli), “L’uomo allo specchio” (Il Pensiero Scientifico), “Cannibalismo e antropofagia” (Mursia), “Una scimmia in tutti noi” (B. Mondadori), “Psicologia evoluzionistica” (Liguori), “L’uomo scimmia” (McGraw-Hill), “Il Mondo in bilico” (Mursia), “Uomini e scimmie in Pericolo” (Mursia) e, con F. Giusti, “Origine ed evoluzione del linguaggio” (Liguori).

Prof. Paolo Teofilatto, Ingegneria, Università degli Studi di Roma La Sapienza

Prof. Filippo Terrasi, Fisica, Seconda Università degli Studi di Napoli

  • Filippo Terrasi è Professore Ordinario di Fisica Applicata ai Beni Culturali e Ambientali presso il Dipartimento di Matematica e Fisica della Seconda Università di Napoli, Presidente del Consiglio di Corso di Studio in Fisica e responsabile scientifico del laboratorio CIRCE (Centre for Isotopic Research on Cultural and Environmental heritage). E’ coordinatore del polo Servizi Integrati per l’Archeologia e l’Ambiente del Consorzio “Sviluppo e Trasferimento dell’Innovazione applicata ai Beni Culturali e Ambientali”, Presidente del Comitato di Coordinamento dei Poli dello stesso e responsabile per il DMF del progetto per la valutazione dell’impatto ambientale del decommissioning della centrale elettronucleare del Garigliano, in collaborazione con la SoGIN,. E’ stato chairman della 11° conferenza internazionale sulla Spettrometria di Massa con Acceleratore (Roma, Settembre 2008). Svolge attività di ricerca nel campo della Fisica Nucleare Sperimentale fondamentale e applicata, ricerche interdisciplinari su problemi ambientali facenti uso delle metodologie isotopiche, occupandosi dello studio del trasferimento di radionuclidi tra diversi comparti ambientali, dell’implementazione di metodologie isotopiche nello studio del ruolo della sostanza organica del suolo nel ciclo globale del carbonio e di ricerche archeologiche e paleoambientali basate sulla radiocronologia 14C di reperti di origine organica. E’ autore di circa 200 pubblicazioni su riviste internazionali e di numerose relazioni su invito a conferenze e scuole nazionali e internazionali. E’ autore di un libro sulla “Elaborazione statistica dei dati Sperimentali” (Liguori, 1976), di capitoli di libri sulle applicazioni delle sue ricerche, e di un tascabile del sapere da Melagrana (2006): “Riflessioni di un progressista sconosciuto.”

Prof. Stefano Tibaldi, Fisica Generale, Università degli Studi di Bologna

  • Stefano Tibaldi è professore associato di Fisica Generale all’Università di Bologna e direttore generale dell’ARPA – Agenzia Regionale Prevenzione e Ambiente dell’Emilia-Romagna.

Prof. Massimiliano Tognolini, Dipartimento di Farmacia, Università degli Studi di Parma

  • Tognolini Massimiliano, è Ph.D. in Farmacologia e Tossicologia Sperimentali, ha trascorso un anno di specializzazione presso l’University of Pennsylvania (Philadelphia)e attualmente è ricercatore di farmacologia e docente di Farmacognosia presso la Facoltà di Farmacia dell’Università di Parma. Si occupa dello sviluppo di nuovi composti potenzialmente antitumorali. In particolare, durante un progetto AIRC da lui diretto, ha scoperto la prima classe di piccole molecole inibitrici dell’interazione proteine-proteina tra Eph-kinase e i loro ligandi ephrins. Attualmente collabora alla sviluppo delle molecole scoperte grazie alla partecipazione ad un progetto FIRB-Futuro in Ricerca. A scopo didattico ha pubblicato un libro dal titolo “principi di Farmacognosia e Fitoterapia”.

Prof. Lorenzo Tortora de Falco, Dipartimento di Matematica e Fisica, Università degli Studi Roma Tre

  • Lorenzo Tortora de Falco è professore associato di Logica presso il Dipartimento di Matematica e Fisica dell’Università Roma Tre. Laureato in Matematica all’Università La Sapienza di Roma, ha completato la sua formazione all’Université Paris 7, dove ha conseguito il dottorato in Logica e Fondamenti dell’Informatica. Dopo 9 anni a Parigi dove ha insegnato all’Université Paris X-Nanterre è rientrato in Italia nel 2000, e da allora insegna agli studenti di Filosofia ed agli studenti di Matematica. La sua ricerca si svolge nell’ambito della teoria della dimostrazione e dei suoi legami con l’informatica teorica. Le sue pubblicazioni scientifiche hanno come oggetto principalmente le reti di prova della logica lineare.

Prof. Maria Antonietta Toscano, Ordinario di Microbiologia, Università degli Studi di Catania

Prof. Paolo Trost, Università degli Studi di Bologna

Prof. Giovanni Turelli, Diritto romano e diritti dell’antichità, Università degli Studi di Brescia

  • Ricercatore universitario in Diritto romano e diritti dell’antichità presso l’Università degli Studi di Brescia. Si è principalmente occupato di diritto ‘internazionale’ antico, in particolare delle forme e dei rituali romani per la dichiarazione di guerra e la conclusione dei trattati di pace. Oltre che di articoli scientifici, è autore della monografia “Audi Iuppiter. Il collegio dei feziali nell’esperienza giuridica romana”

Prof. Guido Vannini, Scuola di Specializzazione in Archeologia, Università degli Studi di Firenze

  • Guido Vannini, Ordinario di Archeologia Medievale e direttore della Scuola di Specializzazione in Archeologia presso l’Università di Firenze, ha insegnato come Associato di ‘Archeologia e Topografia Medievale’ presso l’Università della Calabria (1991-1996), dove è stato direttore del Dipartimento di Arti. Cofondatore del primo Dottorato nazionale (1998) in Archeologia Medievale interateneo (Università dell’Aquila, di Firenze, di Salerno, della Tuscia, di Milano ‘Cattolica’); Ispettore SBAT (1981). E’ autore di oltre 250 pubblicazioni scientifiche (fra cui una dozzina di monografie), sui caratteri dell’insediamento urbano, aspetti dell’incastellamento e del popolamento in aree feudali mediterranee, problemi di archeologia della produzione. Condirige quattro collane di studi (fra cui ‘Limina/Limites. Archeologie, storie, isole, frontiere nel Mediterraneo (365-1556)’, BAR, Oxford; ‘Archeologia Pubblica’, FUP) e membro dei comitati scientifici di due collane (‘Tardoantico e Medioevo’, Palombi; ‘Confronti’, Artemide), è membro del Comitato scientifico di cinque riviste del settore (“Archeologia Medievale”, “Ricerche Storiche”; “Archeologia Polona”; “Rivista di Scienze dell’Antichità”, “Archeologia Viva”) e di Istituti scientifici (Dep. di Storia Patria per la Toscana, Istituto Archeologico Italo-giordano, Centro Intern. di Studi ‘La Gerusalemme di S. Vivaldo’, Società Pistoiese di Storia Patria etc.); socio S.AM.I. (1995), I.C.O.M.O.S. (1987). Ha diretto una sessantina di progetti archeologici, in sei Paesi europei o mediterranei, anche a carattere internazionale – relativi a 52 aree archeologiche (di cui 6 straniere) di cui 21 urbane e 31 rurali – e ca 20 mostre anche all’estero. Fra questi sono in corso un ‘Progetto Strategico d’Ateneo’ (La società feudale mediterranea. Profili archeologici), la missione in Giordania Petra ‘Medievale’ (‘Progetto Pilota’ MAE, 1999 e MIUR, dal 1987).

Prof. Marcello Vasta, Ingegneria, Università degli Studi G. D’Annunzio Chieti Pescara

  • Marcello Vasta si è laureato cum laude nel 1991 presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Palermo. Nel 1996 ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Ingegneria delle Strutture. Nel 1997 ha svolto attività di ricerca presso il Dipartimento di Ingegneria Meccanica dell’Università di Innsbruck (Austria) in qualità di Assistant Professor, e successivamente nel biennio dal 1997-1999 in qualità di Researcher presso la Facoltà di Ingegneria Meccanica dell’Università del Sussex (Inghilterra). Dal 2005 è Professore Associato di Scienza delle Costruzioni presso la Facoltà di Architettura dell’Università “G. D’Annunzio” di Chieti-Pescara. Complessivamente, nei vari ambiti di ricerca appena descritti, ha pubblicato più di 70 memorie su riviste e convegni internazionali e nazionali.

Prof. Vincenzo Vespri, Matematica, Università degli Studi di Firenze

  • Nato a Pisa nel 1959. Studente della Scuola Normale a Pisa. Laureato in Matematica con lode presso l’Università di Pisa il 15 Luglio 1982. Ricercatore Universitario nel 1984 a Roma Tor Vergata. Professore Associato presso l’Università di Milano nel 1988. Professore Straordinario presso l’Università dell’Aquila nel 1994. Professore Ordinario presso l’Università di Firenze nel 1997. Visiting Professor presso varie Università (fra queste Northwestern University, University of New South Wales, Australian National University, Accademia delle Scienze di Pietroburgo, Università di Marnee la Vallee, Università di Buenos Aires,Università di Rosario, Università di Mendoza, Università di Ulm, Universidad Autonoma Metropolitana di Città del Messico, Università di Haifa, Vanderbilt University). Dal 2005 fa parte dell’albo degli Esperti MIUR (Ministero Istruzione Università e Ricerca), MISE (Ministero dello Sviluppo Economico) e MIPAAF (Ministero dell’Agricoltura). Valutatore per la Commissione Europea Programma Marie Curie Action. Autore di più di 80 pubblicazioni scientifiche relative alle applicazioni dell’Analisi Funzionale alle equazioni di evoluzione e alla esistenza e regolarità di soluzioni di equazioni nonlineari della fisica matematica. Negli ultimi anni si è dedicato alla modellistica matematica con applicazioni in ambito industriale e finanziario. Insegna presso l’Università di Firenze Analisi II e Processi Stocastici. Per l’Università dell’Età Libera un corso con argomento applicato-finanziario.

Prof. Giovanna Vessia, Department of Engineering and Geology, Università degli Studi G. D’Annunzio Chieti Pescara

  • Giovanna Vessia si laurea in Ingegneria Civile al Politecnico di Bari nel 1997 con lode e consegue il dottorato di ricerca in Ingegneria Geotecnica nel 2001 presso l’Università Politecnica delle Marche. E’ autrice di più di sessanta pubblicazioni nazionali ed internazionali  riguardanti (1) la previsione degli effetti sul territorio urbanizzato dei terremoti, quali amplificazioni, liquefazioni ed instabilità dei versanti; (2) lo studio del comportamento dei terreni e delle rocce ai fini della pianificazione sostenibile e della progettazione geotecnica affidabile. Assegnista di ricerca per quattro anni presso il Politecnico di Bari e ricercatrice a contratto per più di dieci nel settore della Geologia Applicata presso istituti di ricerca italiani ed esteri, dal 2012 è ricercatrice di ruolo presso l’Università “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara. Dal 2002 ad oggi ha svolto una intensa attività didattica sia nell’ambito dei corsi di laurea di Ingegneria e Geologia sia nell’aggiornamento professionale dei geologi. Titolare di convenzioni di ricerca in Italia ed all’estero per lo studio degli effetti sismici locali e componente di gruppi di ricerca nazionali per lo studio di importanti fenomeni franosi che hanno profondamente segnato il territorio italiano, è stata chiamata in qualità di revisore di progetti di ricerca finanziati dal  MIUR  e dall’ARTI –Puglia (Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione) finalizzati al trasferimento tecnologico della ricerca scientifica alla difesa ambientale.  Infine, è revisore delle riviste internazionali (Bulletin of Earthquake Engineering, Soil dynamics and Earthquake Engineering, Rock Mechanics and Rock Engineering, Special Issues of American Society of Civil Engineering, Structural Safety) ed è componente del comitato editoriale del Journal of Civil Engineering and Architecture.

Prof. Luigi Vezzoni, Dipartimento di Matematica, Università degli Studi di Torino

  • Ricercatore confermato presso il Dipartimento di Matematica dell’Università di Torino. Nasce a La Spezia nel 1979 e si laurea in Matematica presso l’Università di Firenze nel 2003. Prosegue i sui studi come studente di Dottorato presso l’Università di Pisa dove acquisisce il titolo di Dottore di Ricerca in Matematica nel 2007. In seguito vince un assegno di ricerca presso il dipartimento di Matematica dell’Università di Torino e dal 2008 è ricercatore presso tale struttura. E’ autore di 24 articoli scientifici pubblicati in riviste internazionali. Le sue ricerche e i sui interessi scientifici vertono principalmente verso la Geometria Complessa e la Geometria Simplettica. Ha tenuto conferenze in varie università straniere e in alcuni workshop di livello internazionale. Tra le varie sedi dove si è recato per motivi scientifici vi sono: l’Università Humboldt (Berlino), L’Università di Porto, L’Università de L’Aquila, L’Università di Bologna, la Scuola Normale Superiore di Pisa, L’Università di Coimbra, L’Università di Lussemburgo, l’istituto “Max Plank” di Amburgo, l’Università Americana di Beirut, l’Università federale di Salvador de Bahia. E’ attualmente responsabile locale di in progetto FIRB (Futuro in Ricerca) della durata di quattro anni che convoglia alcuni giovani esperti italiani di Geometria Differenziale e Teoria Geometrica della funzioni.

Arch. Paola Villani, Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale, Università degli Studi di Milano

  • Paola Villani, presidente di un Comitato Tecnico Ministero Infrastrutture, già per anni consulente del Ministero dell’Ambiente ha partecipato, in rappresentanza dell’ANCI, alla C.N.E.I.A. (Commissione Nazionale per l’Emergenza Inquinamento Atmosferico – Ministero dell’Ambiente, Ministero delle Attività Produttive). E’ stata Mobility Manager di Area per il capoluogo lombardo (Milano + 31 Comuni) e per la Provincia di Torino. Lavora al Politecnico di Milano, Dipartimento di Ingegneria Civile, sez. Infrastrutture di Trasporto e Geoscienze, è docente per corsi di aggiornamento e specializzazione su varie tematiche (normativa, trasporti, scenari energetici, inquinamento, analisi, rappresentazione, modelli, incidentalità). Ha svolto attività di progettazione (Piani Urbani del Traffico, Piani Urbani della Mobilità) e ha eseguito valutazioni di impatto per grandi opere in varie Regioni e Province italiane. Autrice di circa duecento pubblicazioni sul tema degli scenari energetici, infrastrutture, trasporti, mobilità e storia delle strade.

Prof. Stefano Vinci, Storia del Diritto Medievale e Moderno, Università degli Studi di Bari Aldo Moro

  • Stefano Vinci è ricercatore di Storia del Diritto Medievale e Moderno nell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro dove insegna Storia delle Codificazioni Moderne nel Corso di laurea magistrale in Giurisprudenza. Partecipa al collegio dei docenti per il dottorato denominato “Pubblica amministrazione dell’economia e delle finanze – governo dell’ambiente e del territorio” (coordinatore scientifico prof. Antonio Uricchio), Università degli studi di Bari Aldo Moro. E’ membro del comitato scientifico dell’ International Research Group for Conflict, Borderlands and Minorities coordinato dal prof. Leandro Martínez Peñas, Universidad Rey Jan Carlos in Madrid E’ socio della Società italiana di Storia del diritto e della Società di Storia Patria per la Puglia. E’ membro della European society for comparative legal history (ESCLH). Ha svolto periodi di ricerca presso il Max-Planck-Institut für europäische Rechtsgeschichte di Francoforte sul Meno  e presso il Robinson College di Cambridge (UK). Ha partecipato in qualità di relatore a convegni internazionali presso le università di Tirana (Albania), Varsavia (Polonia), Byalistock (Polonia), Amsterdam (Olanda). Tra le sue più recenti pubblicazioni: I comuni e l’eversione della feudalità. La quotizzazione dei demani nel regno di Napoli in età napoleonica in F. Mastroberti (cur.), La “Testa di Medusa”: Storia e attualità degli usi civici. Atti del Convegno di Martina Franca 5 ottobre del 2009, Cacucci, Bari 2012, pp. 117-229; Il Liber Belial e il processo romano-canonico in Europa tra XV e XVI secolo con l’edizione in volgare italiano (Venezia 1544) trascritta ed annotata, Cacucci, Bari 2012, pp. 1-392; Alessandro Criscuolo: un avvocato tra età liberale e fascismo, in “Le Corti Pugliesi. Quaderni”, I, ESI, Napoli 2013, pp. 1-338.

Prof. Roberto Vona, Economia e gestione delle imprese, Università degli Studi di Napoli Federico II

  • ìProfessore Ordinario a tempo pieno di Economia e Gestione delle Imprese presso l’Università Federico II di Napoli. Afferente al Dipartimento di Economia, Management, Istituzioni dell’Università Federico II di Napoli. Socio ordinario dell’Accademia Italiana di Economia Aziendale. Coordinatore del Master universitario in Management della Logistica e della Distribuzione Commerciale (LogDis), dell’Università Federico II di Napoli. Invited Lecturer in “Comparative Analysis of Entrepreunership and Innovation” nell’ambito del programma BING OVERSEAS dell’Università di Stanford. Componente della Commissione Tecnica Spin-Off di Ateneo dell’Università Federico II di Napoli

Prof. Nicola Zambrano, Scienze Biologiche, Università degli Studi di Napoli Federico II

  • Nato nel 1963, laureato con lode in Scienze Biologiche (1987), dottore di ricerca in Biotecnologie (1996), dal 1996 al 2002 Ricercatore Universitario presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Napoli Federico II. Dal 2002 al 2010 Professore Associato, e quindi Professore Ordinario per il settore BIO/11, Biologia Molecolare, presso il Dipartimento di Medicina Molecolare e Biotecnologie Mediche dell’Ateneo federiciano. Come borsista dell’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, tra il 1989 ed il 1991, e successivamente come dottorando, si è interessato di regolazione dell’espressione genica. Dal 1991 al 1994 è stato “visiting fellow” presso il National Cancer Institute di Bethesda, USA, dove si è occupato delle relazioni struttura-funzione di p53 e della proteina nucleocapsid di HIVI. Nel 1997, fruendo di una borsa di studio per l’estero dell’Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, ha speso un periodo presso l’EMBL di Heidelberg (Gene Expression Programme). Presso il Dipartimento di Biochimica e Biotecnologie Mediche dell’Università di Napoli ha partecipato a progetti di ricerca basati sulla ricerca di interazioni proteina-proteina e sulla caratterizzazione di pathways di trasduzione di segnali, che hanno portato alla definizione di complessi proteici del precursore del peptide beta-amiloide dell’Alzheimer (APP) e dell’adattatore molecolare Fe65 I suoi interessi attuali riguardano la caratterizzazione molecolare e funzionale di complessi multiproteici e di signatures di espressione di proteine, mediante approcci proteomici sistematici. E’ autore di circa 60 pubblicazioni scientifiche (3.300 citazioni, H-index 26, luglio 2013). E’ stato responsabile di Unità Operative in Progetti di Rilevante Interesse Nazionale del MiUR. Ha partecipato a Progetti finanziati dalla Comunità Europea nell’ambito del V, VI e VII Programma Quadro. Svolge attività di revisione di Progetti Scientifici per Agenzie e Charities nazionali ed internazionali. Ha curato Edizioni di testi universitari (Biochimica, EDISES, 2004, 2006, 2010; Biologia Molecolare, McGraw-Hill, 2009). Svolge attività di revisione per riviste scientifiche internazionali ed agenzie/enti di finanziamento della ricerca nazionali ed internazionali. E’ Membro del Collegio dei Docenti del Dottorato di Ricerca in Molecular Medicine, Scuola Europea di Medicina Molecolare (SEMM) e Fondatore/Presidente dell’Associazione Culturale DiSciMuS, Divulgazione Scientifica Multidisciplinare per la Sostenibilità (2013).

Prof. Gastone Zanette, Anestesiologia e Rianimazione, Università degli Studi di Padova

  • Nato a Tarvisio nel 1959. Laurea in Medicina e Chirurgia, Università di Padova,1985,con voti:110/110 e lode. Specializzazione in Anestesiologia e Rianimazione, Università di Padova,1988, con voti:70/70 e lode. Titolo di ipnologo,1999, presso il Centro Italiano Ipnosi Clinica e Sperimentale di Torino (CIICS).  Ricercatore presso l’Università di Padova, SSD Med 41 (Anestesiologia e Rianimazione). Ha partecipato a 101 corsi di aggiornamento professionale e congressi. Autore e/o coautore di 192 pubblicazioni. Titolare del corso integrato denominato “Primo Soccorso” per l’insegnamento di “Anestesia Generale e Speciale Odontostomatologica” nel corso di Laurea in Igiene Dentale. Docente nei seguenti Masters di I° livello: “Sedazione ed Emergenza in Odontoiatria”; “Estetica dei tessuti orali e periorali in odontoiatria”; “Implantologia Osteointegrata”. Docente nei seguenti corsi opzionali: a) Terapia del dolore oro-facciale, IV° anno del CLSOPD. b) Prevenzione e trattamento delle emergenze mediche nello studio odontoiatrico. Docente nelle Scuole di Specializzazione in:  Ortopedia e Traumatologia, Chirurgia Generale, indirizzo di Chirurgia d’Urgenza, Urologia, Ostetricia e Ginecologia, Chirurgia Plastica, Neurochirurgia. Docente nel corso di  Laurea in Infermieristica dell’Università di Padova per la materia di Rianimazione e Terapia Intensiva. Le sue tematiche di ricerca riguardano: Controllo dell’ansia in Odontostomatologia. Sedazione cosciente ed anestesia generale in Odontostomatologia. Anestesia loco-regionale ed analgesia in Odontostomatologia. Le emergenze mediche in Odontostomatologia. E’ affiliato a diverse società scientifiche ed umanitarie.

Prof. Eugenio Zaniboni, Diritto internazionale, Università degli Studi di Foggia

  • Eugenio Zaniboni ha insegnato Diritto internazionale presso l’Università di Napoli “L’Orientale” ed è attualmente professore aggregato presso l’Università di Foggia, dove insegna Diritto internazionale delle migrazioni e Diritto internazionale del lavoro ed è componente della Commissione di Ateneo per la gestione delle biblioteche. Coordina presso la medesima Università il progetto “Finestra sull’Europa”, promosso dal Dipartimento Politiche europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri per la diffusione attraverso la stampa delle attività delle Istituzioni europee. È autore di diverse pubblicazioni in materia di diritto di asilo e dell’immigrazione. È componente del “Gruppo di Contatto” del Premio alla trasparenza e all’integrità “Giorgio Ambrosoli”, promosso, sotto l’alto Patronato della Presidenza della Repubblica, dalla famiglia Ambrosoli e da “Transparency International Italia”, associazione per il contrasto alla corruzione di cui è socio dal 2004. Fa parte dell’advisory board del progetto europeo “European and National Integrity System” (Enis) per l’analisi delle cause dei fenomeni corruttivi in Europa. Su quest’ultimo argomento ha partecipato come relatore a diversi convegni e pubblicato vari articoli su riviste scientifiche e non. Giornalista pubblicista dal 1995, ha collaborato con vari settimanali e quotidiani nazionali (tra cui “il Mattino” e “La Repubblica”) e locali, tra cui “Il Corriere del Mezzogiorno” edizione del Sud del “Corriere della Sera”. È responsabile per i rapporti con i media dell’Associazione no-profit “Le Muse” per la diffusione dell’Arte e della Cultura. Dal settembre 2013 designato membro del Board dell’Associazione Nazionale “Next – Nuova economia per tutti (www.nexteconomia.org).

Prof. Maria Teresa Zanola, Facoltà di Scienze Linguistiche e Letterature Straniere, Università Cattolica del Sacro Cuore

  • Maria Teresa Zanola, ordinario di Lingua e traduzione francese all’Università Cattolica di Milano, è studiosa del linguaggio delle scienze al quale ha dedicato numerosi saggi di linguistica diacronica comparata. Ha svolto ricerche nel campo delle terminologie specialistiche, approfondendo percorsi storici della creazione neologica. È autrice di contributi significativi nell’ambito degli studi terminologici, dai problemi di standardizzazione concettuale e denominativa (Terminologie specialistiche e tipologie testuali, 2007), agli esiti di prodotti plurilingui (i lessici Realiter del commercio elettronico, 2004, dell’influenza aviaria, 2009, dell’energia eolica e fotovoltaica, 2010 e 2012), a temi relativi alla pianificazione linguistica e allo spazio comunicativo delle lingue neolatine. È presidente dell’Associazione Italiana per la Terminologia e Segretaria generale della Rete panlatina di terminologia Realiter, che promuove lo sviluppo di prodotti terminologici plurilingui nelle lingue neolatine. Dirige il Servizio Linguistico d’Ateneo e l’Osservatorio di Terminologie e politiche linguistiche dell’Università Cattolica di Milano.

Prof. Antonio Zippo, Neuroscienze, Biotecnologie, Università degli Studi di Milano

  • Ricercatore Teorico e Computazionale in Neuroscience dal 2012 presso l’Istituto di Bioimmagini e Fisiologia Molecolare del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Segrate (MI). Docente esterno presso il Dipartimento di Biotecnologie dell’Universita’ degli Studi di Milano. Ha ottenuto la Laurea Magistrale in Informatica nel 2007 presso il Dipartimento di Informatica dell’Universita’ degli Studi di Milano ed il Dottorato di Ricerca in Matematica e Statistica per le Scienze Computazionali nel 2010 presso il Dipartimento di Matematica delle medesima universita’. La sua attivita’ di ricerca scientifica si concentra principalmente sullo studio dei meccanismi di elaborazione dell’informazione nei sistemi nervosi di mammiferi. In particolare, studia come la memoria e l’apprendimento siano supportate al livello delle cellule neuronali. I suoi articoli sono pubblicati su diverse riviste scientifiche internazionali e negli atti di congressi internazionali. Nel suo piu’ importante e recente contributo, ha dimostrato che le cellule neuronali si organizzano, nell’elaborare l’informazione somatosensoriale, secondo ben note e complesse strutture topologiche.

Prof. Aldo Zollo, Fisica, Università degli Studi di Napoli Federico II

  • Laureato in Fisica, ha conseguito il Dottorato in Geofisica Interna presso L’Università Parigi VII (Francia) è oggi Professore Ordinario in Fisica della Terra Solida (Sismologia) presso l’Università di Napoli “Federico II”, dove tiene i corsi di Sismologia ed Analisi ed Elaborazione dei Segnali presso il Dipartimento di Fisica. E’ stato coordinatore del Dottorato in Rischio Sismico della stessa Università. E’ responsabile scientifico di numerosi progetti di ricerca nazionali ed europei sul tema della ricostruzione d’immagine dei vulcani e early warning sismico. Svolge un’intensa attività editoriale, annoverando tra gli incarichi editoriali : Editor delle riviste internazionali Journal of Geophysical Research e Geophysical Research Letters. Già membro del Comitato Scientifico dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, è stato membro del Comitato di valutazione degli istituti di ricerca in Francia e Romania, e membro del Consiglio Scientifico della Città della Scienza di Napoli. E’ stato membro del Gruppo Nazionale di Esperti per la Valutazione della Ricerca per l’area “Scienze della Terra” (GEV04) ed è attualmente membro della Commissione Grande Rischi (Settore Rischio Sismico). Nel 2007 è stato nominato dal Presidente Giorgio Napolitano, Commendatore della Repubblica per meriti scientifici. E’ autore di più 150 pubblicazioni di cui oltre 130 su riviste internazionali ed è autore e/o curatore di 8 monografie e di un libro di testo universitario.

Prof. Antonio Zuorro, Dipartimento Ingegneria Chimica Materiali Ambiente, Università degli Studi di Roma La Sapienza